Arte-Cultura

Rivelazione dal Vaticano: "Gramsci si avvicinò alla fede prima di morire"

Rivelazione dal Vaticano: "Gramsci si avvicinò alla fede prima di morire"
3

Antonio Gramsci trovò la fede in punto di morte e ricevette i sacramenti cristiani. La clamorosa rivelazione è stata fatta oggi da monsignor Luigi De Magistris, propenitenziere emerito del Vaticano, durante una conferenza stampa svoltasi questa mattina a Roma per presentare un catalogo di santini e immagini sacre.
Negli ultimi decenni si era parlato di un avvicinamento alla religione da parte del più conosciuto fondatore del Partito comunista d'Italia, nel 1921. Ma sono sempre rimaste soltanto delle voci prive di conferme ufficiali.  Ma oggi De Magistris ha fornito dettagli in più sulla questione. Il monsignore, in passato, è stato tra i responsabili del Tribunale vaticano della Penitenzieria apostolica (dicastero preposto alle indulgenze, ai perdoni e a controversie interne).
"SI AVVICINO' ALLA FEDE". «Il mio conterraneo, Gramsci - ha detto il presule, che è attualmente in pensione -  aveva nella sua stanza l’immagine di Santa Teresa del Bambino Gesù. Durante la sua ultima malattia, le suore della clinica dove era ricoverato portavano ai malati l'immagine di Gesù Bambino da baciare. Non la portarono a Gramsci. Lui disse: “Perché non me l’avete portato?”. Gli portarono allora l’immagine di Gesù Bambino e Gramsci la baciò».
«Gramsci è morto con i Sacramenti, è tornato alla fede della sua infanzia - ha sottolineato De Magistris -. La misericordia di Dio santamente ci “perseguita”. Il Signore non si rassegna a perderci», ha commentato ancora l’esponente vaticano.

L'ISTITUTO GRAMSCI: "NON E' VERO". «I documenti editi e inediti sulle ultime ore e sulla morte di Antonio Gramsci sono tanti e da nessuno di questi emerge la tesi della sua conversione: ovviamente non sarebbe uno scandalo, né cambierebbe alcunché. Dico solo, semplicemente, che si tratta di un fatto che non trova alcun riscontro documentato». E' questo il commento a caldo di Beppe Vacca, filosofo, ex parlamentare comunista e presidente della Fondazione Istituto Gramsci, dopo le dichiarazioni di monsignor De Magistris. «Ci sono alcune lettere di Tania a Sraffa - continua il presidente della Fondazioen - che descrivono dettagliatamente gli ultimi giorni di malattia e la morte di Gramsci in cui non troviamo nulla al riguardo. Non ne parla nemmeno una del fratello Carlo a Togliatti, in cui si legge della volontà di Gramsci di essere cremato. Cosa che inizialmente trovò qualche ostacolo perchè non era credente e perchè il regime fascista temeva manifestazioni di piazza, essendo la vigilia del primo maggio. Documenti di polizia non fanno alcun cenno di un suo avvicinamento alla fede, in più – prosegue Vacca – ci sono alcune lettere, ancora inedite perché raccolte da poco tempo, in cui Tatiana scrive con grande regolarità ai familiari sugli ultimi giorni di Gramsci. Si tratta di confidenze strettamente familiari in cui sarebbe emersa una notizia di tale portata».

SARCASTICO CANFORA. «Temo fortemente che non sia assolutamente vero che Gramsci si sia convertito in extremis. Posso assicurare comunque che Pericle non si è convertito al confucianesimo»: così ha reagito Luciano Canfora, studioso di letteratura classica e attento conoscitore della vita di Antonio Gramsci, alla notizia della presunta conversione, che sarebbe stata rivelata da una suora a monsignor De Magistris. «Tentativi in extremis alla maniera degli avvoltoi di arrivare a conversione sono stati tentati sia con Croce che con Concetto Marchesi - rincara la dose Canfora -. Non so se in questo caso ci sia stato un vero e proprio tentativo. Temo fortemente che non sia vero».

COSSIGA: "SE LO DICE DE MAGISTRIS, E' VERO". Se monsignor De Magistris conferma la conversione di Antonio Gramsci al cattolicesimo non può che essere vero. Parola di Francesco Cossiga, ex presidente della Repubblica. «Conosco personalmente monsignor De Magistris - spiega Cossiga - da quando era ancora un laico e presidente degli universitari cattolici di Cagliari. Egli si è trovato più di chiunque altro, escluso il Papa, nella situazione di conoscere le cose che dice in quanto preposto alla Sacra Penitenzieria, l'organo che presiede alle questioni relative al foro interno dei battezzati della Chiesa cattolica. Se c'è una persona che può sapere di una conversione di Antonio Gramsci e di una sua morte in seno alla Chiesa cattolica, quella persona è proprio monsignor De Magistris».

BARATTA: "NOTIZIA VECCHIA E SMENTITA DAI DOCUMENTI". Dalla Sardegna arriva il commento di Giorgio Baratta, presidente della "International Gramsci society Italia" (uno dei massimi esperti sulla vita e il pensiero politico e filosofico del fondatore del Pci):«La conversione di Antonio Gramsci al cattolicesimo? Una vecchia storia, ma mai provata da documenti ufficiali, che anzi la mentiscono. «La prima volta che questa notizia venne pubblicata fu nel 1977 - aggiunge Baratta - quando Giuseppe della Vedova riportò sulla rivista «Studi sociali» la testimonianza di tale suor Pinna (cognome molto diffuso in Sardegna, ndr) che appunto parlava della conversione di Gramsci in punto di morte». Qualche mese dopo, secondo Baratta, il presunto scoop venne ripreso dal settimanale «Gente» e in seguito smentito da Paese Sera: «Ciò che è certo è che sia i dettagliati verbali della Questura di Roma sia, soprattutto, la corrispondenza con la cognata Tatiana Schucht, che gli fu vicino sino alla morte, il 27 aprile del 1937, non parlano assolutamente di questa conversione».

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • alberto1948

    02 Aprile @ 11.21

    non trovo nulla di strano e scandaloso a che una persona intelligente ed istruita come Antonio Gramsci in punto di morte si sia riavvicinata alla chiesa , anzi lo rende forse ancor più "moderno". che poi la chiesa e soprattutto il vaticano sia alla frutta , beh questo potrebbe significare forse che il mondo intero sti finendo ? dopo l'elezione di papa Francesco la chiesa sta riscoprendo una dimensione più umana e terrena che avevamo dimenticato potesse esistere . niente è impossibile a DIO ( vedi san Paolo che da persecutore è diventato quello che conosciamo ) .

    Rispondi

  • Paolo

    25 Novembre @ 19.27

    Notizia che fa coppia con " ci sono tante maniere di andare in paradiso" detta dal papa polacco riferendosi al Che... bene il Vaticano è alla frutta....

    Rispondi

  • giancarlo

    25 Novembre @ 19.01

    La notizia, anche se fosse vera, nulla toglie alla figura dell''uomo, del pensatore e dell'antifascista. Il pensiero di Antonio Gramsci ha ispirato ed educato generazioni di italiani ai valori della democrazia e della libertà. Stiamo attraversando un periodo in cui questi valori, che sono quelli che hanno tenuto coesa la nostra società, stanno scomparendo. Sarebbe opportuno rileggere Gramsci e riflettere sul suo pensiero.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

3commenti

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

modena

Parte il progetto dello chef Bottura: ogni lunedì a cena 60 persone in difficoltà

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti