10°

20°

Arte-Cultura

Rose, un fiore nel deserto della vita

Rose, un fiore nel deserto della vita
0

di Lisa Oppici
Chi ti credi di essere? È come se glielo chiedessero tutti, a Rose. Per tutta la vita. Fin da bambina. Da quando vive un tran tran che non la soddisfa affatto a West Hanratty, Ontario, piccolo paese di provincia nella cupezza della depressione, a quando (forse) ha la risposta e trova il coraggio di tornare a casa e di chiudere il cerchio con il passato, riconciliata (forse) con se stessa e gli altri. Proprio per questo Alice Munro non poteva scegliere altro titolo per una raccolta di racconti tutta incentrata su Rose, che la scrittrice canadese «segue» passo passo per una quarantina d’anni. Dall’infanzia alla «fuga» a Toronto, dall’umile famiglia del paese natale al matrimonio con un giovane ben più ricco conosciuto all’Università, alle diverse «storie» che la donna attraversa dopo il divorzio. Da West Hanratty a West Hanratty: perché alla fine è lì che torna, Rose. A ritrovare la matrigna Flo, ormai anziana: la donna pettegola, sciatta, ignorante e volgarotta che il padre ha sposato alla morte della moglie e che ha fatto da madre a Rose, che l’ha «tirata su». L’altra protagonista del libro, Flo (non a caso il titolo dell’edizione americana è «The Beggar Maid. Stories of Flo and Rose»): quella da cui Rose vuole scappare ma dalla quale alla fine torna, quella che per lei è pur sempre uno specchio, quella che nel bene e nel male ha comunque contribuito a formare la sua identità e a costruirne complessità e contraddizioni. E in effetti, a ben vedere, questa straordinaria raccolta di racconti – che di fatto diventa un vero e proprio romanzo – non è altro che una delle variazioni di Alice Munro sul tema della donna: una sua meticolosa perlustrazione dell’universo femminile. Raccontato nei dettagli, indagato nell’intimo, scrutato nelle contraddizioni che spesso lo caratterizzano. Ascoltato con un’attenzione profonda, non banale, e mai maniacale. «Rose aveva sempre pensato che un giorno sarebbe successo, che prima o poi qualcuno l’avrebbe notata e amata perdutamente, senza riserve. Al tempo stesso era convinta dell’esatto contrario, che nessuno l’avrebbe voluta mai e, fino a quel momento, era stato così. [...] Rose si guardava allo specchio e pensava: moglie, fidanzata. Che belle parole dolci. Come potevano adattarsi a lei? Era tutto un miracolo; tutto uno sbaglio. Era quello che aveva sognato; non era quello che aveva desiderato». È, questo libro (che Einaudi ripropone ora a oltre trent’anni dalla pubblicazione originale e che ha fatto vincere all’autrice il primo dei suoi tre Governor General’s Literary Awards), la testimonianza più piena, eloquente e feconda della scrittura della Munro: della sua attenzione ai dettagli, della sua conoscenza della provincia (di quelle atmosfere) e di chi la popola, della sua capacità di «entrare» nei personaggi. Un saggio di scrittura (Alice Munro rimane tra le più grandi autrici di racconti del nostro tempo) che anche oggi mantiene intatto tutto il suo vigore.
Chi ti credi di essere
Einaudi, pag. 280,19,50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Blu Trieste

Gazzareporter

Blu Trieste: le foto di Ruggero Maggi

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Addio a Valenti, lo sportivo

LUTTO

Addio a Valenti, lo sportivo

1commento

ALLARME

Bocconi killer, un nuovo caso

Parma

Maltempo: allerta della protezione civile fino alle 18

Stazione

Quei tombini instabili che tolgono il sonno

Calcio

Parma, la parola ai tifosi

lutto

Fidenza piange il pittore Mario Alfieri

SACERDOTE

Don Ubaldo, da Tabiano alla Siberia

Parma

«La Marina? Un'opportunità per i giovani»

1commento

AL REGIO

De Andrè, Cristiano canta Fabrizio

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Comune

Ultimo Consiglio: scintille sulla questione Fiera

Dall'Olio: "Multe per 13 milioni, il massimo di sempre". Scontro Bosi-Nuzzo. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

7commenti

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

4commenti

INCHIESTA

Nessun soccorso per gli animali selvatici. I cittadini: "Telefonate a vuoto mentre muoiono"

L'assessore regionale Caselli spiega che nessuna associazione del Parmense ha risposto al bando 

6commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

lettere 

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

6commenti

Anteprima Gazzetta

Bocconi killer: avvelenato un cane al Parco Ducale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

maltempo

Torna la neve in Lombardia Video

BOLOGNA

Killer ricercato: rubato nella zona un kit di pronto soccorso

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

IL VINO

La Freisa compie cinquecento anni. Festa con Kyè di Vajra

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport