Arte-Cultura

Danni al patrimonio culturale: gli interventi urgenti in un "Catalogo"

Danni al patrimonio culturale: gli interventi urgenti in un "Catalogo"
0

Mariagrazia Manghi

Un’antica pieve danneggiata dal terremoto; una villa storica che rischia di crollare, un teatro minato dall’umidità o un fondo librario che necessita di restauro. 
A chi riconoscere una priorità d’intervento? A questa domanda dà una risposta il «Catalogo delle vulnerabilità del patrimonio culturale in provincia di Parma», uno strumento voluto dalla Fondazione Cariparma e realizzato grazie all’intervento scientifico del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambiente, Architettura e Territorio dell’Università.
«Abbiamo necessità di ottimizzare gli interventi dotandoci di strumenti rigorosi - ha dichiarato a margine della presentazione Luigi Amore, segretario generale di Fondazione Cariparma -. Non è facile di fronte alle bellezze dell’arte applicare criteri di rilevanza e priorità. Il progetto con l’Università ha messo in relazione tutti gli elementi che concorrono ad una valutazione il più possibile oggettiva». Quello presentato all’Auditorium del Carmine ieri di fronte ad una platea di addetti ai lavori, è stato essenzialmente un modello, una vera innovazione di metodo che potrebbe essere replicata in altre realtà territoriali. «Questa ricerca ci permetterà di scegliere e selezionare urgenze e priorità in un settore fondamentale della nostra attività, a cui nel 2012 abbiamo contribuito con 4 milioni di euro - ha introdotto Carlo Gabbi, presidente di Fondazione Cariparma - il catalogo tiene conto del contesto strutturale, del valore intrinseco dell’oggetto e del suo contenuto e della possibile fruizione per visitatori e utenti. È uno strumento per progettare il futuro».
Ai docenti della facoltà di Ingegneria è spettato di illustrare gli aspetti metodologici della ricerca.
Ivo Iori, docente di tecnica delle costruzioni, ha introdotto le linee concettuali a cui si è fatto riferimento per arrivare ad un «giudizio di valore» il più possibile obiettivo. Il riferimento è stato Kant e la sua «Critica del giudizio», cioè una disciplina che possa limitare gli errori e, in un periodo di risorse limitate, concentrarsi su oggetti che contano secondo un canone di regole e non di autorità. I docenti Carlo Mambriani, Eva Coisson ed Elisabetta Fadda hanno illustrato le caratteristiche del progetto frutto di una approccio interdisciplinare, di verifiche sul campo e di una moderna concezione di tutela del patrimonio che lega il bene al suo contesto. Un lavoro aperto che può essere aggiornato e che ha la caratteristica di aver portato ogni valutazione sul piano della confrontabilità, dando una sorta di pagella ai beni culturali che li rende paragonabili e può esemplificare opportunità e priorità d’intervento.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

incidente

Collecchio

Pedone investito nella notte a Lemignano: è in Rianimazione

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

3commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

3commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Referendum

Anziano vota e muore al seggio a Marina di Carrara

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)