-7°

Arte-Cultura

I Macchiaioli, aspettando Parigi

I Macchiaioli, aspettando Parigi
0

Stefania Provinciali

IMacchiaioli sono gli impressionisti italiani?  Domanda legittima se si affronta il tema sotto un’aggiornata luce critica, frutto dei recenti studi, basati sui documenti emersi e sul recupero, dopo le prime grandi mostre internazionali, di opere capitali. 
A far luce sulla «Macchia» e sui suoi protagonisti un’anteprima tutta italiana che propone al Centro Matteucci per l’Arte Moderna di Viareggio, fino al 17 marzo, una selezione di quindici opere che saranno protagoniste nella grande mostra parigina, dedicata allo storico movimento italiano, al Museo dell’Orangerie, dal 9 aprile al 22 luglio, poi trasferita a Madrid nella sede della Fondazione MAPFRE (20 settembre 2013-6 gennaio 2014). L’iniziativa vede coinvolto l’Istituto Matteucci nell’ambito del rapporto da tempo instaurato con le maggiori istituzioni culturali internazionali. Da vedere, per il piacere di una straordinaria pittura, dipinti quali le tele di Telemaco Signorini «Santa Maria dei Bardi a Firenze» e «La luna di miele», rese note in occasione delle esposizioni organizzate a Firenze, rispettivamente nella Sala delle Reali Poste degli Uffizi (1991) e nella Sala Bianca di Palazzo Pitti (1997) ed altre pietre miliari quali «La Passeggiata al muro torto» di Antonio Puccinelli, il «Ritratto di Mary Donegani» di Boldini, «Le monachine di Cabianca» e «Le Bambine che fanno le signore» di Silvestro Lega. A distanza di oltre trent’anni dalla rassegna al Grand Palais (1978), i Macchiaioli tornano, dunque, a Parigi, capoluogo della cultura europea del XIX secolo, dove in molti casi allacciarono contatti con gli esponenti di spicco dell’Impressionismo, anche per il tramite di una personalità di fine acume critico quale Diego Martelli. Se nel titolo proposto dal comitato francese (Marie-Paule Vial, direttrice del museo dell’Orangerie, Isabelle Julia, conservatrice generale del museo d’Orsay e Maria Lopez, conservatrice capo della fondazione MAPFRE), «I Macchiaioli 1850-1877. Gli impressionisti italiani?» rimane aperta l’annosa questione, dibattuta soprattutto dalla critica dell’anteguerra, su un possibile parallelismo tra il grande movimento capeggiato da Monet, Pissarro e Degas e il gruppo del Caffè Michelangiolo, la selezione anticipata a Viareggio è già, di per sé, indicativa di quello che sarà l’orientamento di fondo della grande mostra parigina ovvero che i Macchiaioli sono «uno dei movimenti più poetici che presenta molte affinità con le ricerche plastiche condotte dagli artisti impressionisti». Già in tempi passati si era dibattuto se e come i Macchiaioli fossero anticipatori rispetto agli Impressionisti di un cambiamento che sarà radicale nella visione delle arti figurative del Novecento. Un’anticipazione dettata dalle date dei due movimenti che vedono precedere gli «italiani» rispetto ai «francesi» anche se, nella realtà, i due sono movimenti paralleli e presentano analogie e diversità sostanziali. Nella «Macchia» ben si delinea la «passione» mediterranea, la solarità di una luce che diventa elemento fondamentale. Più nordico si rivela l’Impressionismo, «debitore» all’arte della fotografia per nascita. Ufficialmente, infatti, la sua origine è datata 1874, con la mostra parigina nello studio del fotografo Nadar, al 35 di boulevard des Capucines, che aprì le porte ad una mostra di centosessantacinque opere - dipinti, disegni, acquerelli, pastelli – degli artisti appartenenti alla «Societè anonyme des artistes, peintres, sculpteurs, graveurs», fondata l’anno precedente. Fra gli espositori c'erano Cézanne, Degas, Guillaumin, Monet, De Nittis, Pissarro, Renoir. Nello stesso anno in Italia ormai si parla di Post –Macchiaioli. Teorie a parte, è la pittura a dettare la propria originalità e, soprattutto, la natura di un mondo artistico che va guardando al rinnovamento, con la pennellata, la luce, le cromie, le scelte rappresentative.  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

concerti

musica

Caos biglietti U2: ira dei fan, seconda data e esposto Codacons

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

Eva Herzigova

Eva Herzigova

L'INDISCRETO

Bellezze mozzafiato e vallette a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Incidente sulla via Emilia: traffico bloccato a Parola

Parola

Scontro auto-camion sulla via Emilia: muore un 60enne

Parma

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

2commenti

CLASSIFICA 

I sindaci più amati in Italia: Pizzarotti al terzo posto, consenso in aumento

Forte discesa del gradimento fra i cittadini per Virginia Raggi a Roma

29commenti

Parma

Trovati in un giorno 3 veicoli rubati: uno scooter, una Clio e una Fiat Ritmo

Parma

Ancora una settimana di gelo, possibili nuove nevicate in Appennino Video

LA STORIA

«Grazie a mio marito ho una nuova vita»

Berceto

Dopo 67 anni la cicogna torna a Pelerzo

Senzatetto

Tante iniziative per i senzatetto. E' polemica fra il Comune e la Diocesi

3commenti

Parma

Terremoto: scossa di magnitudo 2.2 in Appennino

il caso

Minacce e insulti: Bello FiGo, a rischio concerti di Foligno e Torino

Al rapper parmigiano-ghanese sono state cancellate tre date in meno di un mese

18commenti

Calcio

Il Parma acquista Munari: oggi la presentazione con Edera Video

Il centrocampista ha già giocato con la maglia crociata in serie A e in Coppa Italia

musica

Giulia, una stella del jazz pronta a brillare

La felinese è in finale al Concorso Bettinardi

Gazzareporter

Il Mondo di Flo

Gazzareporter

Pulire la Parma con temperature sotto zero...

polemica

"Marchio Parma in Giappone", affondo della Lega, Casa risponde

La storia

In via Po circondati dal degrado

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

6commenti

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

ECONOMIA

L'Fmi taglia il pil dell'Italia: +0,7% nel 2017, +0,8% nel 2018

Motori

La Germania chiede il richiamo di Fiat 500, Doblò e Jeep-Renegade

SOCIETA'

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

ISTAT

Grandi città fuori dalla deflazione. Sopra i 150mila abitanti Parma tra le più care

SPORT

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

ARBITRI

Fischietto, che passione. Un'epopea lunga un secolo

ANIMALI

sant'antonio

Benedizione degli animali a Bannone  Gallery Video

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video