-5°

Arte-Cultura

Realtà, riflessi di un gioco illusorio

Realtà, riflessi di un gioco illusorio
0

Manuela Bartolotti

Ci sono foto che raccontano una storia, riportano atmosfere di luoghi lontani, catturando sensazioni e ci sono foto che introducono ad un viaggio più complesso e interiore, dove alla realtà si sovrappone l’immaginazione. E’ nei territori del pensiero e non solo del reportage che si spinge Ivano Bolondi, fotografo di Montecchio (Re) da oggi e fino al 21 aprile in mostra a Palazzo Magnani di Reggio Emilia (a cura del professor  Massimo Mussini). Vanta il riconoscimento della Fiaf (Federazione italiana Associazioni fotografiche) e una vasta produzione apprezzata dai critici più esigenti. Partito da Henry Cartier Bresson, dal suo «carpe diem» della visione, si è poi indirizzato verso la ricerca di Luigi Ghirri, la concentrazione sui dettagli significanti, sui riflessi eloquenti, sui particolari che possono sfuggire, ma che se si afferrano, diventano suggestioni moltiplicate. Bolondi va oltre la bellezza apparente, evidente, andando invece a cercare con l’occhio dell’obiettivo quella transitoria, fluttuante, in divenire, anche attraverso l’artificio della sfocatura, della sovrapposizione focale. Alla base del suo pensiero c’è una lettura orientale – direi buddista - della realtà, quindi liquida, aerea, sospesa, non costretta dentro una scatola prospettica spaziale e temporale e ad un rigido meccanismo rappresentativo più occidentale, classico. E’ come se in un viaggio, nel movimento del veicolo, dal finestrino ci si soffermasse di volta in volta su un particolare del paesaggio e lo si tenesse sospeso, s’immaginasse di essere lì e di vivere tutti i momenti possibili, costruendo mentalmente tutte le vite possibili. Sono 180 gli scatti di Bolondi dal 1980 ad oggi visibili in mostra e dove ha sperimentato anche linguaggi più elaborati, concettuali, ma sempre atti a sollecitare intense emozioni. Anche la distrazione veloce dello sguardo, l’effetto mosso che produce un’immagine astratta, ha quella portata di ricordo, di suggestione che non si deve perdere. C’è poi un senso simbolico, metafisico profondo che le sue foto spingono a intuire, spesso con il ribaltamento dei punti di vista, la distorsione, il gioco delle superfici. E’ proprio lì, nella superficie, che paradossalmente si va a scoprire la verità, l’infinito flusso dell’esistenza. Nulla va a vuoto e ogni cosa, anche la più banale, la più fragile (un cartello, una ruota di bicicletta, una borsa), così come la grandiosità di un panorama sublime, sono gocce a riflettere il mondo, concentrati di vita, stimoli ad una comprensione più profonda e insieme versatile. La chiave della realtà non sta dunque nella semplice riproduzione oggettiva, ma nel riflesso, nel gioco di continui rimandi, nel dettaglio che spezza l’uniformità rivelando l’anima, come nel volto di ragazza che si gira tra una massa di teste velate di bianco, il bimbo che corre in un’oasi di baobab, oppure figure specchianti in una vetrina, in una pozzanghera. Il cielo si fa terra e la terra cielo, persino i colori e le luci si confondono, si mischiano, talvolta si sciolgono in effetti di aurora boreale. Da «cogli l’attimo» di Bresson si passa a «tutto scorre». Così, in queste sale, dove ci sono anche contributi documentari e audiovisivi, si va davvero galleggiando in «atmosfere sospese». Bolondi traduce idealmente tutto quello che vede in superfici non piatte, ferme, stabili, ma sferiche e in moto, volubili. Come la terra. La vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

2commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

5commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo: Frattali debutta nella porta crociata

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

23commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

tragedia

Rigopiano: soccorsi senza sosta, ma le speranze sono deboli

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto