-6°

Arte-Cultura

E' morto Hessel, l'ex partigiano che impugnò la penna

E' morto Hessel, l'ex partigiano che impugnò la penna
0

Mauretta Capuano

 A 93 anni ha infiammato le piazze e acceso le menti di milioni di persone con il suo pamphlet «Indignatevi!» diventato subito un caso editoriale e politico, con oltre 4 milioni di copie vendute in 100 paesi: il vecchio partigiano Stephane Hessel è  morto l'altra notte  a 95 anni.
Pubblicato in Francia nel 2010, dove ha venduto quasi 2 milioni di copie, «Indignatevi!» è arrivato in Italia nel 2011 grazie all’editore indipendente Add ed ha scalato subito la vetta delle classifiche vendendo 200 mila copie. Poco dopo Add ha pubblicato anche «Danza con il secolo», il libro più amato di Hessel, un’autobiografia che racchiude molte vite, e di cui è in arrivo per giugno un’edizione tascabile.
In quelle trenta pagine bestseller, Hessel passava il testimone dell’indignazione, che era alla base della Resistenza, alle nuove generazioni. 
Parole semplici ma vere da cui è nato un movimento, quello degli Indignati appunto, che ha visto scendere nelle piazze di tutto il mondo soprattutto i giovani privati del loro futuro.
 Il pamphlet ha ispirato anche il film documentario «Indignados»  del francese Tony Gatlif, presentato nel 2012 in anteprima fuori concorso al Festival di Berlino, in cui attraverso gli occhi della giovane immigrata Betty, in viaggio nell’Europa della crisi economica, veniva data voce a chi non vuole più «questo sistema ingiusto e corrotto» come aveva spiegato il regista.
Poi sull'onda del successo sono usciti in Italia altri libri: due mesi dopo «Indignatevi!»  è stato pubblicato da Salani 'Impegnatevi! in cui Hessel affrontava temi come la coscienza ecologica, la crisi e le istituzioni internazionali e invitava i giovani a immaginare e costruirsi il proprio domani. Dopo è arrivato «Vivete», questa volta per Castelvecchi, a cura di Edouard de Hennezel e Patrice Van Eersel: una sorta di testamento spirituale di Hessel e di terzo capitolo della serie iniziata con «Indignatevi!» in cui l’ex partigiano sottolineava che, per far prevalere la parte migliore di noi stessi, dobbiamo armonizzare la nostra esistenza con i bisogni degli altri.
Nel maggio 2011 è uscito «Dalla parte giusta» (Rizzoli), con Jean-Michel Helving, in cui Hessel ripercorre la sua storia, dalla nascita in una famiglia di intellettuali e artisti – ai suoi genitori sono ispirati i personaggi di Jules et Jim di Truffaut – alla cattura a Parigi da parte dei nazisti, alla deportazione a Buchenwald, fino alla carriera diplomatica e alle grandi battaglie politiche e civili del Novecento. 
Ne «Il Cammino della speranza» (Chiarelettere) Hessel ha proposto con Edgar Morin un manifesto socialista e libertario la cui bandiera sono i valori della persona e non gli interessi delle banche, una nuova resistenza per la rinascita dell’Europa.
Un’onda di protesta mai fine a se stessa e un desiderio di cambiamento con cui Hessel, tedesco naturalizzato francese, fra i redattori della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, ha invitando a vegliare «tutti insieme affinchè la nostra società resti una società di cui possiamo essere fieri. 
Non questa società di «sans-papiers», di espulsioni, di sospetti verso gli immigrati, non questa società dove si rimettono in causa le pensioni, i diritti acquisiti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Mediaset boccia Wanna Marchi e la figlia

ISOLA DEI FAMOSI

Mediaset boccia Wanna Marchi e la figlia

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

3commenti

BASILICAGOIANO

Omicidio Habassi: Del Vasto capace di intendere e volere

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

Parma

Violenze e foto shock alla ex che lo ha lasciato: 28enne patteggia

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Fotografia

Parma di Badignana: la cascata

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

15commenti

"buona scuola"

La docente materana vince la causa: iIlegittimo trasferimento a Parma

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

1commento

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

Centro Italia, nuove forti scosse. Ingv: "Mai vista una serie come questa"

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

TEATRO

Nuovo Teatro Pezzani: cancellato "Rosso Giungla"

SPORT

tg parma

Lotta al doping, il Ris di Parma indagherà sul caso Schwazer

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video