-5°

Arte-Cultura

Bosch, Dalí, Ligabue e molti altri maestri anomali nella percezione della realtà

Bosch, Dalí, Ligabue e molti altri maestri anomali nella percezione della realtà
0

di Stefania Provinciali

Una linea sottile, frastagliata, a tratti evanescente, mai definitiva nella ricerca della «verità» artistica. Dove finisce la normalità e subentra la follia nell’opera d’arte? Dove la visionarietà travalica i limiti del pensiero ufficiale e consolidato? Il MAR Museo d’Arte della Città di Ravenna con la mostra «Borderline, artisti tra normalità e follia. Da Bosch a Dalí, dall’Art Brut a Basquiat», visibile fino al 16 giugno, si pone l’obiettivo di superare i confini che fino ad oggi hanno racchiuso l’Art Brut e l’ «arte dei folli» in un recinto isolato, aprendosi su di una storia artistica che, agli albori del Novecento, alcuni protagonisti delle avanguardie e psichiatri innovatori guardarono con luce nuova. Dalle incisioni di Goya, considerato anticipatore delle angosce moderne per l’ ermetismo e per l’esaltazione con cui l’artista ha ritratto il mondo, al romantico Théodore Géricault, l’attenzione all’«inconfessabile» dentro di noi, aveva in tempi lontani gettato le proprie basi, codificate poi da Jean Dubuffet, nel 1945, con la definizione di Art Brut. Questa raccoglie individui solitari, marginali o ospiti di istituti psichiatrici, come Aloïse Corbaz (1886-1964), detta Aloïse, Sylvain Fusco (1903-1940) o Adolf Wölfli (1864-1930) ma anche individui che, all’interno delle prigioni, vivono l’azione artistico-creativa come necessità vitale. Autori definiti borderline ma che mettono in luce una condizione critica della modernità, antropologica ancor prima che mentale. Un mondo a parte che a parte più non è, come si può leggere nel percorso espositivo, che unisce celebri nomi ad altri meno noti per le vicende umane ma ugualmente degni d’interesse. Ecco allora «Il disagio della realtà», prima delle quattro sezioni della mostra ravennate, anticipata da un’introduzione retrospettiva con opere di Bosch, Pieter Bruegel, Francisco Goya, Max Klinger e Géricault. Un disagio che «parla» di protagonisti riconosciuti da Karel Appel allo stesso Dubuffet, Gaston Chaissac, Madge Gill, Vojislav Jakic, Asger Jorn, Tancredi Parmiggiani ed a cui si affianca «Il disagio del corpo», protagonista della superficie pittorica e talvolta opera stessa nelle sue più sorprendenti trasformazioni per mano di Corneille, Jean Dubuffet, Pietro Ghizzardi, André Masson, e tanti altri. Ritratti ed autoritratti guardano lo spettatore all’interno dei «Ritratti dell’anima», frutto spesso di autoanalisi inconsapevoli. Qui spiccano opere di artisti celebri come Francis Bacon, Enrico Baj, Jean – Michel Basquiat, Pietro Ghizzardi, Antonio Ligabue, Bengt Lindstrom, Mattia Moreni, Arnulf Rainer, e del viareggino Lorenzo Viani, originale interprete dell’espressionismo. Un’intera sala è, poi, dedicata ad Aloïse Corbaz, storica autrice dell’Art Brut, conosciuta col solo nome proprio, come la maggior parte degli artisti ricoverati in ospedali psichiatrici.
Aloise vive la sua seconda personalità, quella artistica, in maniera libera, capace di aprire su di lei un mondo nuovo e fantastico. Ne sarà artefice prima in segreto e poi alla luce del giorno, grazie ai medici che la seguono e che raccoglieranno le sue opere, fino alla scomparsa nel 1964. La mostra prosegue con una sezione dedicata alla scultura, la «Terza dimensione del mondo» ed inediti di Umberto Gervasi, Giuseppe Righi e ancora opere del Sepik. Infine, nella sezione «Sogno rivela la natura delle cose» emerge l’onirico come fantasma del Borderline con una selezione di dipinti di maestri surrealisti come Salvador Dalì, Max Ernst, André Masson, oltre alla presenza di Paul Klee, grande estimatore dell’arte infantile e degli alienati, e dell’autore di Art Brut, Scottie Wilson. La mostra è curata da Claudio Spadoni, direttore scientifico del museo, Giorgio Bedoni, psichiatra, psicoterapeuta, e Gabriele Mazzotta, con il supporto della Fondazione Mazzotta di Milano (catalogo Edizioni Gabriele Mazzotta).
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto