20°

33°

Arte-Cultura

Modigliani, il mistero nel volto

Modigliani, il mistero nel volto
Ricevi gratis le news
0

 di Pier Paolo Mendogni
 AMontparnasse «si beve, si danza... si scrive e si dipinge... si reinventa l’amore, esattamente come si reinventano le dottrine estetiche o i modi di dipingere. Con lo stesso desiderio di rinnovarsi completamente». Così ha scritto Kiki nel «Souvenirs» in cui ricorda gli anni ruggenti del quartiere parigino prima e dopo la guerra del 1915-18. Lì si incontravano Picasso, Max Jacob, Marinetti, Leger, Chagall, Hemingway, Fitzgerald, Pound, Man Ray, Calder, Cocteau, Tzara. Anche Amedeo Modigliani (1884-1920) si era trasferito sulla «rive gauche»: «era così bello!» annota Kiki. Bello e dannato perché faticava a campare con la sua pittura e la sua natura sensibilissima ne soffriva, andando a cercare conforto nell’alcool. E non era il solo perché in quegli anni il linguaggio dell’arte stava rapidamente cambiando e gli innovatori facevano fatica ad affermarsi. L’arte primitiva africana e il cubismo avevano dato un forte scossone all’ambiente. Picasso e Matisse venivano indicati come gli emergenti mentre l’italiano tirava avanti stentatamente con ritratti, fino a quando incontrava il mercante d’arte polacco Leopold Zborowski che nel 1917 lo legava a sé con un contratto d’esclusiva in cambio di uno stipendio mensile.

Lo stesso anno l’artista, trentatreenne, incontrava la diciannovenne studentessa Jeanne Hebuterne che diventava la sua compagna, la sua modella, dandogli anche una figlia. I suoi nudi femminili compatti e ostentati, esposti nella prima mostra personale, facevano scandalo e vendeva solo due disegni. Ma il mercante continuava a sostenerlo poiché dietro di lui c’era un facoltoso e illuminato collezionista, Jonas Netter, industriale serio e schivo, amante dell’arte. Ed è grazie a lui che alcuni celebri pittori – tra cui Soutine, Utrillo, Derain - hanno potuto continuare a dipingere e scrivere pagine stupende nella storia dell’arte, che vengono raccontate nella accattivante mostra in corso a Milano a Palazzo Reale (fino all’8 settembre) «Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter», organizzata dal Comune di Milano, Arthemisia Group e 24ore cultura e curata da Marc Rastellini come l’imponente catalogo edito da 24ore cultura. Sono ben 122 le opere esposte di 28 artisti che – come scrive Rastellini - a Parigi «hanno trovato i mezzi espressivi che meglio traducevano la visione, la sensualità e i sogni propri di ciascuno di loro». Artisti di diverse nazionalità che volevano dipingere liberamente senza alcun vincolante canone estetico. E la rottura si avverte subito nell’iniziale capolavoro di André Derain (1880 – 1954) «Le grandi bagnanti» (1908) – tema caro a Cézanne e Picasso - dove i volti si ispirano all’arte africana e i corpi sono scanditi con solida plasticità. Dalla calma ordinata di Derain alla ingenua poeticità di Maurice Utrillo (1883 – 1955) espressa in tredici straordinarie vedute parigine. Una vita tormentata la sua, segnata dall’alcolismo (a 17 anni doveva già disintossicarsi) e dall’aspra severità della madre, la pittrice Suzanne Valadon. Le sue periferie trapuntate di verde, le viuzze dalle case fitte, chiare e stinte traspirano una delicata freschezza.
Per contrasto il mondo pittorico di Maurice de Vlaminck (1876 – 1958) - che per mantenersi ha fatto il ciclista professionista - è animato da un’intensità febbrile che si rivela nelle robuste e rapide pennellate con cui crea paesaggi e nature morte. Un’intensità che la Valadon (1867 – 1938) esprime nella solidità compatta dei nudi femminili e con brillanti annotazioni cromatiche che animano i paesaggi. Punti focali della rassegna le due eccezionali stanze dedicate a Modigliani (15 opere) e a Soutine (19). In quella del livornese si resta ammaliati dalla concentrazione emotiva dei suoi ritratti racchiusi nell’ordinata semplicità di linee che esaltano l’interiorità delle persone svelandone la sottile sensibilità, la fragilità, le pulsioni contenute. Tra i capolavori ecco Jeanne assorta nelle sue malinconie; la stupefacente «Bambina in abito azzurro» nell’incanto di una sinfonia tonale; la fragrante «Bella spagnola»; i ritratti di Zborowski, il suo mercante, e di Soutine, suo amico nella povertà. Chaïm Soutine (1894 – 1945), ebreo, nato in una famiglia poverissima, era arrivato dalla Russia a 19 anni e viveva miseramente: una condizione che lo segnerà per sempre con attacchi di frenesia autodistruttiva.
E la sua pittura è caratterizzata da questa frenesia, una specie di tormento che fa vibrare la materia contorcendola di vitalità, di passione e crea capolavori. I personaggi da lui ritratti hanno occhi che incavano nelle profondità dell’anima; i suoi paesaggi ansimano in un drammatico rapporto tra colore e vita Nel bue macellato l’impasto di colore-materia ha valenze rembrandiane. Lo stile drammatico caratterizza, seppure con minore eccitazione, molte opere del polacco Eugène Ebiche (1896-1985). Tra gli altri artisti inclusi nella collezione, due sono stati particolarmente aiutati da Netter, il polacco Moïse Kisling (1891 – 1959) e il moldavo Isaac Antcher (1899 – 1992). Kisling seduce coi suoi colori caldi, le luci morbide, accarezzanti che creano atmosfere sospese: ci ha lasciato un efficace ritratto di Netter, uno di quei collezionisti che più hanno influito sulla storia della pittura del primo Novecento. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salvador Dalì, a 28 anni dalla morte i celebri baffi intatti

Spagna

A 28 anni dalla morte i baffi di Salvador Dalì sono intatti

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata a Parma

Parma

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata 

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici

PARMA

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Bollette anomale e strani anticipi da pagare: le storie sulla Gazzetta di Parma

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

4commenti

carabinieri

Pusher in viale Vittoria: un lettore fotografa il blitz La sequenza

3commenti

incidente

Scontro fra una moto, due auto e un camion in via Traversetolo: un ferito grave

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

1commento

CALCIO

Coppa Italia: il Parma inizia in trasferta con il Bari. Si gioca il 6 agosto Video

Delitto

Solomon incontra il papà: "Non volevo ucciderle"

10commenti

via picasso

"Sosta" al bar Tato nella notte: il ladri svuotano tre slot machine

L'amarezza del proprietario: il video

1commento

Autostrada

Bisarca perde due auto in A1: traffico in tilt per ore. Traffico: code in Autocisa

Traffico sostenuto nel pomeriggio

tg parma

Operato alla testa, il sindaco di Varsi resta in Rianimazione Video

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

Linea dura in Commissione Trasporti

11commenti

PARMENSE

Welfare a Langhirano: Legacoop e Ausl ai ferri corti

E' scontro sul Centro di cure progressive

fisco

Ingrosso di elettronica: maxi-frode da 60 milioni. Anche Parma coinvolta

POLITICA

Bersani: «Il Pd senza identità sta tirando la volata alla destra»

Il leader di Articolo Uno al circolo Inzani ha commentato le sconfitte elettorali

Lesignano

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco minaccia le dimissioni

Giorgio Cavatorta ha scritto al ministro dell'Interno

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

TORINO

Figlio muore sul Cervino, la madre discute la  tesi Video

grecia

Scossa di 6,7: due turisti morti e 200 feriti a Kos Foto Video

SPORT

parma calcio

I 40 anni di capitan Lucarelli: speciale Gazzetta Video

parma calcio

Qui Pinzolo: la foto-cronaca del primo giorno di allenamenti

SOCIETA'

MANTOVA

Amiche muoiono per un incidente in scooter. Quell'ultimo video su Fb

Era qui la festa

Sorbolo: facce da... girone dei golosi Foto

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

EMISSIONI

Anche Audi gioca d'anticipo: interventi su 850mila diesel