Arte-Cultura

Gabriele Ferrari, la potenza del segno

Gabriele Ferrari, la potenza del segno
Ricevi gratis le news
0

Katia Golini

Il segno, nel tratto veloce del disegno o nella pennellata carica di colore della pittura o nell'impronta lasciata dagli oggetti sulla carta,  ha guidato Gabriele Ferrari fin dagli esordi. Fin dai tempi dell'Istituto d'Arte Paolo Toschi  e dell'Accademia di Brera. 
Ritrattista capace di tirare fuori l'anima, pittore dalla mano abile e felice, l'artista parmigiano  inizia a farsi conoscere  negli anni Settanta, con le prime mostre in gallerie, teatri, librerie, rassegne e fiere d'arte. 
Da Parma al Nord d'Italia alle trasferte oltre confine il passo è  davvero breve. E' da allora che Ferrari sperimenta e realizza opere, anche di dimensioni enormi, riflettendo sul reale e sul suo contrario, inserendosi in due dei grandi filoni dell'arte contemporanea: l'Arte povera e il Concettuale.
Dopo alcuni anni di ritiro dalla scena cittadina, Ferrari torna ad esporre a Parma. Con la mostra «Assemblages», al Grand Hotel de la Ville e ristorante Parmigianino del Barilla Center  (inaugurazione domani   alle 18),  propone una quindicina di lavori realizzati negli anni e ripercorre un trentennio di lavoro e studio sulle forme, sui materiali, sui colori e sui segni. 
Segno è   la scrittura colorata della maxi-tela di 10 metri per 2 dal titolo evocativo «Dizionario pittorico» (1983) dedicato allo studio del tratto pittorico come grafia. Una grande tavola, composta di quadri dentro al quadro, in cui l'artista sonda le caratteristiche della scrittura e del suo contrario in un gioco suggestivo di colori come se la tavola fosse trasparente e leggibile davanti e dietro come in uno specchio. 
Segno è quello che resta sulla carta (da pacco o lucida), bagnata, trattata con  resina e acido cloridrico quindi  appoggiata su oggetti di scarto recuperati e, grazie all'intervento dell'artista, trasformati in altro da sè. Lo scopo è creare dal reale qualcosa di nuovo e osservare la sua metamorfosi. Riflettere su come gli oggetti possono riprendere vita e diventare opera d'arte. «Nel 1994 – spiega l'artista  – ho iniziato a sperimentare estroflessioni su tela, con cui creavo delle composizioni che volevano essere calchi o "sudari" di oggetti. In seguito, circa nel 1996, ho iniziato a lavorare con la carta: ero affascinato dalle potenzialità di eseguire il calco (o buccia o crisalide) di oggetti e anche architetture come nel caso dell'allestimento del 2001 "La buccia del reale" in San Ludovico. In queste mie opere del 2005 l'intento era creare una carta-sudario di oggetti comuni, di oggetti trovati, di cose in disuso e di cogliere sulla carta con cui li rivestivo la metamorfosi del loro disgregarsi. La carta assorbe la materia e ne viene contaminata: non solo raccoglie la forma esteriore delle cose, ma anche la ruggine del ferro, l'umore del legno bagnato che impregnano e trasformano i miei calchi in qualcosa di profondamente altro dagli oggetti stessi». 
Segno è quello delle litografie (stampate da Artigrafiche Step), tratte da lavori del 2005, in cui Ferrari compie il percorso a ritroso: dall'oggetto al bassorilevo, dal bassorilievo al disegno. A rappresentare quello scambio tra dritto e rovescio, tra uguale e contrario che lo ha sempre appassionato. 
«Forse si può riassumere il senso di quel che fa Gabriele Ferrari da una ventina d'anni - scrive Andrea Calzolari nella presentazione della raccolta di stampe - dicendo che lavora sulla pelle: non che questo costituisca il tema dominante, o l'oggetto esclusivo, del suo operare; forse anzi non è neppure un tema, ma piuttosto una costante metodologica, il modo in cui più frequentemente si rapporta a quel che costituisce il suo (e il nostro) abituale oggetto di riflessione e di azione, vale a dire ciò che si chiama il reale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

4commenti

anteprima gazzetta

60 anni della legge Merlin, cosa è cambiato nella prostituzione (a Parma)

tg parma

Edicola in stazione ultimo giorno: domani saracinesca chiusa Video

METEO

Perturbazione in arrivo: previste piogge e neve fra collina e montagna

Sarà colpito prima il centro-sud, poi anche il nord Italia (Emilia-Romagna compresa)

gazzareporter

I cinghiali attraversano la strada a Tabiano Video

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

1commento

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

2commenti

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

parma

Lucarelli non molla: "Per la A ci proveremo fino alla fine"

1commento

parma calcio

Le pagelle in dialetto parmigiano Video

Iren

Parma-Venezia al Tardini, esposizione contenitori rifiuti sabato entro le 9: le vie coinvolte

PARMA

Il centro muore? Lettori uniti: "Servono incentivi e sicurezza"

Continua il dibattito fra i parmigiani

1commento

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

salute

Infertilità maschile, la prima causa è l'inquinamento

MOTORI

MOTORI

Mazda CX-5 subito amici: il Suv dal feeling immediato

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto