15°

Arte-Cultura

Luigi Calza, primo vescovo missionario

Luigi Calza, primo vescovo missionario
0

Stefania Provinciali

Da Roccaprebalza alla Cina: un viaggio tanto lungo, dal punto di vista materiale, umano, spirituale da definire le ragioni di un libro, un’edizione speciale dei quaderni Parma negli anni. Un numero dedicato al saveriano monsignor Luigi Calza, primo missionario di San Guido Maria Conforti, nel centenario della fondazione dell’Ospedale di Zhengzhou e della consacrazione del saveriano a vescovo nella cattedrale di Parma il 21 aprile 1912, per le mani del Conforti, divenuto nel frattempo arcivescovo della città.
Padre Luigi Calza era nato a Roccaprebalza di Berceto il 26 luglio 1879, fu alunno dapprima al San Benedetto di Parma al tempo del celebre direttore don Carlo Maria Baratta per poi passare nel seminario di Berceto. Il 5 novembre 1897 entrava nell’Istituto per le Missioni Estere. Questo quaderno speciale, insieme all’incontro che si terrà a Berceto, comune d’origine, in Duomo, sabato 20 aprile, alle ore 16, vuole affrontare un tema scelto tra quelli toccati solo sommariamente nei quaderni precedenti e le sue pagine costituiscono una rivisitazione storico visiva di un egregio personaggio parmense, ancora poco conosciuto nel suo territorio di nascita, ma assai stimato, se non venerato, in terra di Cina. In quella terra lontana, rientra subito dopo l’ordinazione episcopale parmense e svolge con spassionato zelo ed intensa dedicazione l’attività di pastore della Chiesa di Zhengzhou. Dimostra in questo compito una spiccata statura morale, religiosa e socialmente benefica, contraddistinta dall’amore agli ultimi ed agli ammalati, confluita come suo apice nell’azione filantropica di costituzione dell’Ospedale della città a fine anno 1912. A Zhengzhou, divenuta cento anni dopo una metropoli, tuttora risuona un’eco che lo ricorda con gioiosa ed incancellabile memoria. Nella più che quarantennale attività pastorale in Cina, monsignor Calza può contare sulla collaborazione di un valido manipolo di Saveriani, in numero sempre più crescente, affiancati ben presto da clero locale, altro interesse che depone per una sua oculata operosità ecclesiale e socio culturale. Tra questi suoi confratelli saveriani va ricordato il servo di Dio padre Pietro Uccelli, che presta a Calza una preziosa assistenza, soprattutto nella fondazione, e connessa formazione, delle Suore Giuseppine. Quest’ultima istituzione religiosa locale si aggiunge alle sagge intuizioni pastorali perseguite dal vescovo Calza, che vuole le religiose totalmente dedite al prossimo, nell’annuncio del Vangelo, nella promozione morale e spirituale delle coscienze, ed in una qualificata assistenza infermieristica.
Accanto al ricordo di lui tutt’oggi vivo in un angolo di Cina, esiste un altro interesse per la sua figura di singolare missionario cattolico che coinvolge soprattutto i giovani desiderosi di conoscere lo spirito originario della missione espletata dai primi saveriani del Conforti. Forte di tale interesse per la conoscenza della persona di Luigi Calza e mosso da una stima personale padre Augusto Luca, saveriano da lunga data, ha elaborato questo profilo biografico raccolto nel volume. Vi ha poi affiancato la storia delle Giuseppine di Zhengzhou, suore nate dall’ardente cuore apostolico del zelante vescovo, nell’Henan cinese.Con lo scopo di documentare attraverso le immagini quanto narrato e raccontato nelle pagine, Ermanno Ferro ha raccolto e composto due sequenze di repertori fotografici. In essi si punta ad offrire al lettore una integrazione visiva dei temi trattati, quasi un volerlo accompagnare suoi diversi luoghi e tempi di vita, del personaggio in questione.
L’incontro prevede il saluto del parroco di Berceto, don Giuseppe Bertozzi e del sindaco Luigi Lucchi, la biografia di Monsignor Calza, raccontata da padre Augusto Luca e la narrazione relativa ai 100 anni dell’Ospedale del Popolo a Zhengzhou, che si sono celebrati lo scorso anno in Cina con grandi riconoscimenti. A parlarne sarà Franco Naccarella, già direttore della cardiologia di Parma, Vice Direttore di Euro-China Health Care Research Center, oltre che studioso dei saveriani in Cina. «L’ospedale del popolo di Zhengzhou— ha osservato l’Ambasciatore Iannucci — è il risultato dell’applicazione dei principi con cui è nato ed è il frutto del riconoscimento da parte delle autorità cinesi della loro validità sociale. Questo secolo di storia, che ha visto l’impegno dei più alti responsabili politici, sanitari ed amministrativi, è la prova vivente della missione svolta ancora oggi da questo antico ospedale nel servire il popolo».
Verranno infine proiettate fotografie e filmati, a cura di Luigi Lanzi, tra cui quello relativo alle celebrazioni del centenario dell’ospedale cinese. Il volume verrà distribuito ai presenti, testimonianza e ricordo di un lavoro di grande spirito umanitario e missionario, aperto alla scoperta di documenti che potranno integrarlo, in particolare relativi alla storia delle Suore Giuseppine, alle quali va così reso giusto omaggio per la dignità ed il coraggio con cui hanno portato avanti anche negli anni «bui» la loro missione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa