Arte-Cultura

Redenzione oltre l'abisso dell'orrore in «Il male ero io» di Pietro Maso

Redenzione oltre l'abisso dell'orrore in «Il male ero io» di Pietro Maso
Ricevi gratis le news
0

Isabella Spagnoli

E’ la storia di un assassino, la storia di un uomo, di un pentito che in tanti anni di carcere ha saputo allontanare il lato oscuro ritrovando la fede religiosa, quella raccontata da Pietro Maso, con l’aiuto della giornalista Raffaella Regoli, nel libro «Il male ero io». «In ogni momento della mia vita penso a quello che ho fatto. E in ogni momento con uno sforzo carico di dolore, vado a caccia di quei frammenti e guardo in faccia la realtà, senza alibi. Non è stato per niente facile. Ci sono voluti vent’anni di carcere e quasi altrettanti di preghiera». È il 17 aprile del 1991 quando Pietro Maso, un ragazzo di paese come tanti, orrendamente uccide i suoi genitori con l’aiuto di tre amici. Pietro vive a Montecchia di Crosara e immagina un futuro diverso da quello di mamma e papà. Guarda la televisione e sogna belle macchine, soldi in abbondanza, donne affascinanti. Maso sogna la ribellione, non vuole diventare un contadino, mira a una vita da star «...una vita di successo. Oltre oceano gli uomini avevano bicipiti abbronzati e scolpiti, e non anonime braccia votate alla fatica. Dicevi Miami e tutti sapevano dov’era. Dicevi Montecchia di Crosara e non riuscivi a trovarla neppure sulla cartina. Anonimo il paese, anonime le vite che lo abitavano. Appartenevano a una generazione che non si riconosceva più nei nonni, nei padri».

La soluzione più facile  gli sembra  uccidere, per denaro e per il miraggio di un’esistenza diversa; ma quel crimine infinitamente atroce segna l’esistenza di Pietro che viene condannato a trent’anni di carcere (con l’indulto e gli sconti di pena per buona condotta sono diventati ventidue). Da poche settimane Maso è un uomo libero, un uomo diverso che, attraverso le pagine crude di questo suo memoriale, racconta il travaglio passato, i sensi di colpa, la durezza della reclusione e infine il conforto della preghiera, la salvezza trovata nella fede. Una testimonianza aspra, folle e al tempo stesso lucidissima che induce il lettore a diverse riflessioni. Dinnanzi alla descrizione del Male, che in Pietro ha preso vita in molteplice forme, viene da chiedersi il perché, e l’attenzione  va alla frase di Bertolt Brecht che appare all’inizio della prefazione di Raffaella Regoli: «Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati».

Il male ero io
   Mondadori, pag. 189, € 17,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande