13°

30°

Arte-Cultura

"Mario Rinaldi, la Resistenza analizzata senza veli"

"Mario Rinaldi, la Resistenza analizzata senza veli"
0

 Elena Formica

«Vieni fuori», disse Mario all’amico con cui, anche quel giorno, aveva appuntamento alla libreria Fiaccadori. Giuseppe uscì subito. «E’ tuo, fanne quello che vuoi»: rapidamente, con queste parole, Mario gli mise tra le mani un plico. «Ma fai presto. Ho un tumore, sono già morto». Quindici giorni dopo non c’era più.  Giuseppe Massari ricorda così la consegna del romanzo «La bottega di Aldo», l’ultimo di Mario Rinaldi, scomparso cinque  mesi fa all’età di 77 anni, uno dei massimi studiosi della Resistenza nel Parmense. Edito da Diabasis, di cui Massari è socio, il romanzo uscirà tra poche settimane. Rinaldi ci lavorava da anni. In un potente ricordo dell’amico pubblicato sulla rivista «Aurea Parma», Massari precisa, a proposito dell’attività di ricerca svolta da Rinaldi e della sua fondamentale produzione saggistica, ch’egli è stato «analista ma non, per una sua scelta “politica”, storico della Resistenza». 
E aggiunge: «Rinaldi situa il centro di gravità della sua composizione nello svelamento di storie e vicende – anzi delle loro motivazioni – tenute rigorosamente celate e sottotraccia dai molti – e qui il giudizio politico può anche apparire duro e impietoso – che hanno edificato il monumento resistenziale quale narrazione senza ombre e recessi: ascesa mistica della nazione verso intangibili empirei. Semplicemente, furono venti mesi di eroico furore (...)». E poi c’è la narrativa. «''La bottega di Aldo'' - spiega Massari - è il secondo e ultimo romanzo di Mario; in un certo senso è il seguito di ''Boogie Woogie'', anch’esso edito da Diabasis, ambientato nel periodo della lotta partigiana a Neviano degli Arduini, dove Mario era nato. Aldo Monica era il barbiere del paese, un grande appassionato di musica. Suonava la chitarra, i suoi figli sono poi diventati musicisti di valore. Il personaggio di Aldo compare già in ''Boogie Woogie'', dove esprime un giudizio sulla musica di Verdi: ''Ti mette l’angoscia'', diceva». 
Mario Rinaldi – continua Massari – era «un pessimista, ma un pessimista romantico, di un romanticismo epico, foscoliano. O verdiano, come Manrico nel Trovatore. Sì, Mario amava Verdi. La sua passione per il melodramma era contagiosa. Era riuscito ad avvicinare all’opera anche Maurizio Landini, il segretario generale della Fiom, che gli era stato presentato dall’avvocato Centurio Frignani, ex sindaco di San Polo d’Enza». Un dramma mordeva l’anima di Rinaldi, un dramma antico. 
«Da un lato – racconta Massari – Mario viveva nel mito di una madre forte, bella e coraggiosa, Camilla, antifascista e sorella di Giacomo Ferrari ''Arta'', comandante unico delle formazioni partigiane parmensi; dall’altro avvertiva un disagio profondo, incolpevole ma incancellabile, quello di non aver forse voluto bene al padre, Vincenzo, che era segretario comunale a Neviano, una brava persona, ma fascista. E poi c’era l’ammirazione per il fratello ''Toti'', poco più che adolescente in armi, fulgidamente eroico». 
 Nitida, in «Boogie Woogie», brilla la madre quale stella polare. Come ombre inquiete, plasmate però nella materia reale, sorgono in quel primo romanzo alcune importanti figure della Resistenza («Ilio», «Pablo», «Penola», «Nardo» e altri), che Mario aveva conosciuto da bambino, testimone insieme a Camilla di eventi tragici come l’eccidio del Comando Unico a Bosco di Corniglio, nel ’44, e di effimere, sorridenti tregue. Attorno una schiera di personaggi piccoli e veri, ma non per questo minori nel perenne ruotare del mondo attorno al proprio asse obliquo, pericolosamente oscillante tra il bene e il male. La guerra è, per lo scrittore, un «marasma umano». 
Anche la più giusta, se mai possibile, condanna chi l’ha voluta e le sopravvive ad espiarla giorno per giorno. Una desolata saggezza questa di Rinaldi, un’amarezza che scava il cuore. La cifra, per Massari, anche del secondo romanzo, «La bottega di Aldo», che si svolge nel dopoguerra. E che,  senza retorica, mette davanti alle più inconsolabili durezze della vita.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarpe a forma di piccione ... follie giapponesi

pazzo mondo

La signora con le scarpe a forma di piccione: dal Giappone al giro del web video

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

 Amici, vince il ballerino Andreas Foto Video

tv

Amici, vince il ballerino Andreas Foto Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

IL VINO

Le cantine Garrone, ultimo baluardo

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

sorbolo

L'ultimo binario dell'idiozia: dopo le auto, fingono di finire sotto il treno

INCIDENTE

E' morta l'anziana investita in via Pellico

truffa

Falso avvocato raggirava immigrati tra Parma e Reggio: denunciato

berceto

Tre motociclisti cadono uno dopo l'altro sulla strada del Cento Croci

Roncole Verdi

Il caso di don Gregorio fa discutere

Pasimafi

Liberi Ugo e Marcello Grondelli

Weekend

Street food, bancarelle e vino: l'agenda della domenica

Intervista

Bob Sinclar: «Grazie Parma»

COLLECCHIO

Auto danneggiate e un computer rubato nel parcheggio dell'EgoVillage

salso

Terme, via libera alla liquidazione

iren

Traversetolo, guasto all'acquedotto: possibile mancanza di acqua

PILOTTA

Chiude l'anno luigino: la memoria in tre libri

MEDESANO

Furto al cimitero, rubato un borsello da un'auto

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: ferito un 32enne. San Lazzaro: motociclista ferito Video

Un altro ciclista ferito a Lesignano. Incidente anche a Tizzano: un motociclista all'ospedale

8commenti

VIA GRENOBLE

Chiesa gremita per l'addio a "Camelot"

1commento

PARMA

E' morto Afro Carboni, storico gioielliere e volto della pesca su TvParma Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Computer in tilt, aerei della British Airways ancora a terra

URBINO

E' morto il bambino malato di otite e curato con l'omeopatia

4commenti

WEEKEND

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

Inghilterra

All'Arsenal l'FA Cup. Conte, sfuma la doppietta

F1 - MONACO

Pazza griglia di partenza, Ferrari imprendibili per rompere il digiuno di vittorie

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover