-5°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - L'onorevole Topogrigio è stato in città

0

 Marta Silvi Bergamaschi

Topogrigio era stato alcuni mesi in città. Quando tornò in paese, esibiva baffi lisci lisci, un’andatura molto composta ed era, in verità, molto erudito. Il suo tempo lo aveva trascorso in Parlamento dove si parlava a lungo, tra un pisolino e l’altro. Aveva anche curato la propria immagine da un bravo maestro. I genitori quasi non lo riconoscevano, intimiditi dall’aria da gran signore di Topogrigio:- Che cosa hai visto in città? 
-Ho visto, rispondeva con sufficienza Topogrigio, solai tenuti come sale da pranzo, formaggi dal sapore inimmaginabile e gatti così democratici che salutano perfino i topi.- 
I genitori ascoltavano: il loro Topogrigio possedeva un’intelligenza superiore, usava un linguaggio mai udito e con quei baffi lisci era davvero molto elegante. Si convinsero che Topogrigio era diverso dagli altri topi e lo dissero a tutti i conoscenti. Gli amici vennero a salutare Topogrigio, lo salutarono con molta cordialità, ma esso rispose con freddezza e quando Toponero lo accarezzò sulla spalla, si scostò e disse:- Quanta confidenza!- Eppure quel suo fare “aristocratico” e quel suo parlare forbito conquistarono i topi del paese. Si sentivano così meschinelli accanto a Topogrigio. Gli chiedevano:- Raccontaci le tue favolose storie.- 
-Un giorno fui invitato dalla contessa Topabianca; abitava in un solaio tutto dipinto di rosa. Ebbi tanti onori dalla contessa, ma tanti onori che ne rimasi commosso.- 
-Che cosa sono “gli onori”? - chiese un topolino di pochi mesi con l’innocenza dei piccolini. 
– Gli onori, rispose Topogrigio...mah...gli onori...ehm...sono gli onori.- 
-Allora, si mangiano?- continuò il topolino.- 
-Fatelo tacere, disse Topogrigio molto arrabbiato, non vedete che mi disturba?- 
-Taci, esclamarono i topi, taci Topobianchino, non  vedi  che lo disturbi?-  Bianchino tacque,  ma non  era  soddisfatto:  non sapeva  che cosa fossero gli onori. 
-Un’altra volta, continuò Topogrigio, andai dal Ministro dei topi. Era così democratico che riceveva tutti, ma proprio tutti. Possedeva tanto di quel formaggio che sarebbe bastato per ogni topo del paese. Me ne mise accanto un enorme pezzo e disse: mangia. Lo mangiai e gli dissi grazie. Figurati, rispose, quando hai fame vieni pure. Mangeremo insieme.- 
-Che bella città, sospirò la Topaanziana ch’era sempre vissuta tra gli stenti.- 
-Che cosa fa un ministro?- chiese Bianchino che non aveva mai udito una simile parola. –Un ministro, bofonchiò Topogrigio, è un topo che…non è più un topo…ma è…un ministro.- 
-Non ho capito,- disse Bianchino. 
–Fatelo tacere, urlò Topogrigio, disturba…disturbaaa.- I topi fecero tacere Bianchino, che non era per nulla soddisfatto. Topogrigio, ora ch’era tornato dalla città “onorevole”, non voleva più saperne di andare in giro a cercare il cibo. I vecchi genitori andarono per lui. Tornavano così sfiniti, poverelli, che non avevano più la forza di parlare. I topi del paese venivano a trovarlo con pezzi di formaggio e altre cosette estrose. Occorreva ricompensarlo per tutto quel parlare, il caro Topogrigio:- I gatti di città, diceva lui, come sono educati. Rispettano i topi: se t’incontrano, ti fermano e chiedono: come stai, dove vai? –Che bella città,- sussurrava la Topaanziana alla quale il Gattorosso aveva divorato il marito in un sol boccone. Topogrigio usciva verso sera con un codazzo di amici silenziosi e deferenti. Una specie di scorta. Camminava con movenze sinuose e muoveva appena la coda, perché i topi di città, specialmente i Ministri e altri di cui ricordava il nome, la coda se la portavano come uno strascico, con grazia e misura. I topi di paese ci provarono, ma la coda, impertinente, se ne andava qua e là come un’anguilla. E’ davvero un topo superiore, pensavano di Topogrigio. Soltanto Bianchino non ammirava Topogrigio. –Perché non l’ammiri,- gli chiesero scandalizzati i topi grandi. –Perché è noioso, si fa mantenere da voi, poveretti, dice sempre le medesime cose e se gli chiedi che cosa significano risponde: ehm…ehm…mah.. .
La fama di Topogrigio giunse alle orecchie tese del Gattorosso. –Vedessi come è grasso, pulito e importante.- Il Gattorosso lo vide sui tetti, una sera. Camminava lento, muovendo appena l’educatissima coda. Con un balzo gli fu addosso e lo mangiò.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

Marche

SOCCORSO ALPINO         

Neve altissima sull'Appennino marchigiano

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

9commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

EMERGENZA

Parma si mobilita per l'Italia centrale

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

1commento

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

1commento

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Stati Uniti

Oggi Donald Trump diventa presidente Video

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SPORT

sport

Tragedia al rally di Montecarlo, morto spettatore

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta