19°

Arte-Cultura

Soneri indaga nei misteri nascosti nel «grande fiume»

Soneri indaga nei misteri nascosti nel «grande fiume»
0

di Giuseppe Marchetti
Imperterrito, Valerio Varesi segue il suo commissario Soneri in  un'altra  avventura, «La casa del comandante» edito come sempre da Frassinelli, e scende con lui in riva al Po. Magico fiume,  magica atmosfera, questa, che ha dato spirito, forma e immagini  a centinaia di racconti e romanzi, e a quella specie di leggenda  delle «strie» e della «leggera» che Alberto Bevilacqua ha magistralmente usato in molte sue pagine di una trentina d'anni fa.  Ma Varesi va ben presto al sodo e comincia a parlare di cadaveri.  Il Po ne nasconde di ogni razza e categoria, suicidi, assassinati,  fucilati, annegati imprudenti, giustiziati ai tempi del Triangolo  Rosso e giovani di ogni fuggiti da chissà dove e finiti tra le acque  limacciose del fiume che tutti li custodisce e li seppellisce.
Ma non per sempre. Accade poi anche che Varesi, innamorato  com'è della propria terra, non esiti a specchiarvisi completamente sino ad una vera e propria visita di luogo in luogo, di  memoria in memoria, di casa in casa. E, se è vero come dice  Varesi, che il suo commissario non si abitua mai al senso di  assurdità che ogni morte porta con sé, è pur vero anche che  questo «habitat» di fiume consente allo scrittore di rimettere in  circolazione tutti o quasi gli elementi del «giallo» tradizionale.  Con una distinzione, però, non di poco conto. Ancora una volta,  infatti, il narratore cammina per luoghi noti, anzi notissimi e  approfitta di nomi che perfettamente conosce, e conosciamo  anche noi. C'è il ristorante di Bruno a Sacca, lo «Stendhal» (una  delle trovate più clamorose degli Anni Cinquanta, quando a  Parma si tenne il famoso convegno su «La Chartreuse» e il suo  autore); c'è l'ex comandante partigiano Manotti morto di solitudine e di vecchiaia; c'è la nebbia che mantiene il buio, gli odori  e le puzze persistenti; ci sono gli argini, i pioppeti; c'è l'Angela che  tra un rimprovero e l'altro accompagna finalmente il suo Soneri  sul Po «presa dalla smania di correre via da ogni situazione per  vivere tutto quello che era possibile nello spazio di una notte»; ci  sono gli ormai famigliari collaboratori del Soneri; e c'è persino  Zavattini in un ritratto «rivolto verso il Po». La storia si dipana  poco alla volta, Varesi è abilissimo nel dosare incontri e scontri,  spesso si nasconde dietro il proprio protagonista un po' sornione  e affamato sempre, altre volte gli scarica addosso l'ira degli agenti  o quella di Capuozzo, o l'angoscia che gli trasmettono le indagini  e gli interrogatori, specialmente quando riguardano le donne e i  giovani. Ma in sostanza l'arte narrativa di Varesi-Soneri è netta,  precisa e calcolata. La Bassa che si intravvede tra queste nebbie è  un canone elegante e carico di allusioni e di inviti anche quando  si riempie di pioggia e sopraggiunge la piena. In questo particolare e straordinario momento di congiuntura negativa,  Varesi colloca una  novità, cioè il fatto che per la prima volta nelle  vicende che racconta Angela viene ad assumere un ruolo di  primo piano. Lei e il Frescaroli. Lei e l'omicidio Guidotti. Lei, il  Nocio e il giro sotto l'acqua fino alle  Vedole per mangiare col  commissario un piatto di rane o di lumache. E' spesso l'Angela  che anticipa o conclude segmenti d'indagini e di sospetti.
 Questo arricchirsi dall'avventura - arricchimento che è tuttavia anche una complicazione - salva «La casa del comandante»  dal configurarsi solo come un romanzo giallo legato ai soliti  stacchi, alle solite alternanze e all'avvicendarsi dei ruoli previsti  dal meccanismo consolidato. Varesi appare qui sempre più consapevole della necessità che le vicende non scivolino mai verso le  soluzioni più scontate, e quindi il ritmo del suo racconto si salva  connaturandosi a esiti sempre più razionali, e al tempo stesso più  imprevedibili della realtà.
La realtà e la storia - quella di ieri e di oggi - risultano alla fine  come gli elementi più solidi e drammatici della vicenda che  Soneri impersona e vive. Lui, il commissario, si troverà davanti  accusati che si considerano prigionieri politici «come i partigiani  che vennero catturati qui nel '44. Adesso come allora il compito è  lo stesso, contro questo Stato borghese»  afferma Consolini. Ma  Soneri non crede più a questo tipo di affermazioni che sanno di  volantini e di indottrinamenti libreschi. Soneri è già lontano e  conta di perdersi nella nebbia della propria umiltà la sua più cara  abitudine, il suo rifugio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

4commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

LONDRA

Ventottenne bolognese ferita ma già dimessa

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano