18°

Arte-Cultura

Stampa mondiale, ritratti del Cigno

Stampa mondiale, ritratti del Cigno
0

 «Verdi, il volto musicale dell’Italia. Forma e significato dell’immagine di Giuseppe Verdi nella stampa periodica dall’Ottocento a oggi»  è il titolo della mostra organizzata dalla Casa della Musica di Parma e dal CIRPeM (Centro Internazionale di Ricerca sui Periodici Musicali) - e inserita nel programma ufficiale nazionale delle celebrazioni per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi - che si inaugurerà alla  Casa della Musica sabato alle  11 e rimarrà allestita fino al 31 dicembre. Attraverso la galleria di una sessantina di ritratti che provengono da giornali e riviste che vanno dal 1846, quando la notorietà di Verdi cominciò a uscire dai confini italiani, fino al 2001, in cui si celebra il centenario della morte, la mostra racconta come la figura, e il volto di Verdi in particolare, siano stati utilizzati in una progressiva messa a fuoco della rappresentazione simbolica del personaggio.
Tre le sezioni:  «La vita (1846-1900)» racconta di come fin dalla metà degli anni '40 dell'Ottocento Verdi inizi a essere identificato con la musica italiana tout-court: dapprima, come colui che più di tutti ne regge le sorti sulle spalle, poi, semplicemente come l'immagine della «Italian Music». Alla fine del secolo egli rappresenta ormai «la gloria vivente d’Italia», come leggiamo nella copertina di una Tribuna Illustrata della Domenica, ed è probabilmente l’italiano contemporaneo più famoso nel mondo. «La morte (1901)», cui i giornali del tempo danno un risalto straordinario, è salutata come quella «dell’ultimo rappresentante dell’italianità e di un secolo di idealismi, di dolori, di battaglie». Nell'ultima sezione, «La memoria (1902-2001)», la sua immagine di musicista e uomo di teatro è ormai indissolubilmente legata all’identità nazionale e alla sua capacità di rappresentarla nel mondo. Nel 1913, per il primo centenario della nascita, si celebra non solo il musicista, ma soprattutto il simbolo che rappresenta il collegamento fra l’Italia del re e l’Italia del popolo, come Giorgio Bocca scriverà nel 2001. «In questa fase – scrive Marco Capra, curatore della mostra insieme a Raffaella Carluccio - viene maturando la sua connotazione oggi più tipica, fondata sui due ritratti che Giovanni Boldini eseguì nel 1886: il grande ritratto a olio conservato a Milano nella Casa di Riposo per Musicisti, e il piccolo pastello conservato nella Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. Quest’ultimo, in particolare, diviene nella seconda metà del Novecento il marchio identificativo di Verdi. Non vi sono molti altri casi in cui i tratti fisici e simbolici distintivi di una persona si siano alla fine concentrati in modo così efficace in una sola, riconoscibile e condivisa rappresentazione iconografica. Quella del volto musicale dell’Italia». La mostra, a ingresso libero, è aperta da lunedì a giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 14.30 alle 18, il venerdì dalle 9 alle 13, il sabato dalle 10 alle 18 e domenica dalle 14 alle 18, ed è corredata da un catalogo edito da Grafiche Step Editrice a cura di Marco Capra e Raffaella Carluccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47 Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

L'INTERVISTA

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Il 31 marzo il comico sarà al Paganini

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

1commento

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

2commenti

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa