14°

Arte-Cultura

Guareschi e "il Piave mormorò..."

Guareschi e "il Piave mormorò..."
0

Egidio Bandini
A sentirla nominare, la data, in chi ha i capelli bianchi, qualcosa evoca ancora. Ai ragazzi, ai giovani, ai trentenni, dice nulla, o poco più. 24 maggio: l’entrata in guerra dell’Italia contro l’impero Austro-ungarico, nel 1915. «Il Piave mormorava calmo e placido al passaggio dei primi fanti il 24 maggio...».  Un tempo era festa nazionale, ma dal 1956 è stata abolita e pure l’altra data riferita alla grande guerra, il 4 novembre, oggi è la «Giornata dell’Unità Nazionale» e, in second’ordine «Festa delle Forze Armate». Della vittoria, di quella guerra che restituì Vittorio Veneto al nostro Paese, nessuno parla più. Eppure il Piave era il «fiume sacro»: Trento, Trieste, Ala, Monfalcone, Avio erano le località per le quali l’Italia si batteva attraversando il Piave «...per raggiunger la frontiera per far contro al nemico una barriera...».
 Oggi rimane poco o niente di quella memoria, di quella canzone che, tutti lo ricorderanno, aveva commosso alle lacrime il battagliero Peppone nel suo comizio contro le guerre e aveva fatto piangere anche don Camillo, che dagli altoparlanti della chiesa sparava le note del «Piave» sulla piazza.
Su «Candido» numero 23 del 1956, Giovannino Guareschi scriveva, a proposito di quella «Canzone del Piave»: «Mormorò anche dopo quel 24 maggio. A ogni 24 maggio noi lo udimmo mormorare, lo udimmo raccontare la patetica storia. Ma adesso l’ha finita di mormorare: la Repubblica gli ha tolto la parola perché, a conti fatti, quella del 24 maggio è risultata una data aggressiva. Il calendario segna in rosso ancora la data del 4 novembre, ma, o non si pronuncia approfittando del fatto che, quest’anno, il 4 novembre cade in domenica, oppure si limita a spiegare che si tratta della Giornata dell’Unità Nazionale. Hai finito di raccontarci la tua patetica storia, o vecchio Piave, fra le musiche e le bandiere del 24 maggio. Oggi anche il 24 maggio è un “ex” perché il fante di cui racconta la tua canzone, il povero fante che, alla fine della guerra vittoriosa veniva liquidato con un taglio d’abito e un fazzoletto giallo recante impressa la carta geografica d’Italia, e se ne tornava a casa a lavorare senza neppur sognarsi di pretendere qualcosa d’altro, è un superatissimo. [...] o vecchio Piave, che un tempo, fosti il fiume sacro. Oggi il fiume sacro non sei più tu e non lo è neppure Il biondo Tevere che, sotto sotto, puzza di impero e di quadrate legioni. Il fiume sacro è un altro. Galleggiano su quelle acque, il cadavere dell’Agricoltura italiana, il cadavere dell’Italia di Vittorio Veneto, il cadavere dell’Economia nazionale, il cadaveruccio dell’Onestà. Fra i gorghi di quelle acque limacciose si dibattono disperatamente l’Iniziativa Privata, la Libertà di Stampa, la Libertà di Parola. Seduti sull'una e su l’opposta sponda del fiume cupo gli uni contro gli altri armati (di lenza), gli uomini di parte nera e gli uomini di parte rossa, pescano nell’acqua torbida e si buttano in faccia le porcherie uncinate dall’amo, conservando invece i pesci grassi che poi vanno a mangiare assieme in Trastevere. Questo è il fiume sacro dell’Italia dei politicanti: l’acqua torbida puzza di sangue e di petrolio e il suo nome è Cloaca Massima. Il fiume sacro scorre fra l’Italia ufficiale e l’Italia reale: di lì non passa lo straniero. E lo straniero siamo noi, gli italiani dell’Italia reale. Cosa possono le nostre barchette di carta contro le massicce galere dell’Italia ufficiale? Addio, vecchio Piave: ti salutiamo noi, profittatori della guerra 15-18 perché, con la stoffa del pacco di nostro padre, ci facemmo il primo vestito nuovo. Ma non ci soffiammo mai il naso col fazzoletto giallo recante impressa la carta d’Italia, perché ci pareva dì commettere un sacrilegio».  Era il 24 maggio 1956, o è il 24 maggio 2013?
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

1commento

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0  Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video) - Pacciani: "Poco brillanti, ma conta la vittoria" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

2commenti

parma-feralpi

D'Aversa. "Risultato importante, ma vorrei più personalità" Video

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

11commenti

gazzareporter

Il soffitto della palestra "Del Chicca" perde i pezzi

1commento

Carabinieri

Legna e pellet non pagati: commerciante di Parma raggirato nel Reggiano

Bagnolo in Piano: denunciato un 52enne di Crotone, la nipote e il suo compagno

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

1commento

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

1commento

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

brescello

Ristoratore respinge due rapinatori armati di scacciacani

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

SEI NAZIONI

L'Italia perde lottando a Twickenham

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia