-6°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Il ragazzo con il temperino

0

 Marta Silvi Bergamaschi

Una nuvoletta sola, morbida come una mammella, se ne andava lungo il turchino del cielo. –Quale bella visione, esclamò Luciana, è una splendida giornata. Sarà veramente l’inizio dell’estate?- 
-La primavera è quasi finita con tutti i suoi capricciosi giorni, ora caldi, ora freddi, molto spesso piovosi,- rispose Ettore, il marito. Era una domenica mattina: i due anziani sposi, insegnanti in pensione, avevano imboccato il lungotorrente, poco distante da casa loro. –Niente bar, per favore,- mormorò Luciana. –E allora?- rispose Ettore. –Allora ce ne andiamo al parco ducale e stiamo seduti su una panchina, vicino al laghetto, dove certo nuoteranno anatre e cigni.- - Bella idea, rispose Ettore, resti sempre la “mia piccola”, giudiziosa e serena: quanti anni siamo insieme!- -Sei forse stanco, mio dolce poeta? Saresti in contrasto con le tue belle parole stampate.- -Via, non scherziamo, non siamo troppo romantici: non ti sembra un po’ ridicolo?- 
-Affatto,- rispose lei. Giunsero stanchi al parco; gli anni pesavano, le gambe tremavano, i piedi erano pesanti come due ferri da stiro.  – S’invecchia,- disse Luciana. –E’ un obbligo, occorre lasciare posto ad altri- -Ma stai parlando di…- 
-Della ''vergine spenta'': per tutti uguale, poveri e ricchi. “La signora vestita di nulla” dice Gozzano.- 
-Smettila Ettore, non parliamo di morte, per favore. Osserva: un fiore di gaggia mi è caduto sulle mani, bianco, il piumino dorato, senti l’alito quale intenso profumo emana. Questa è la vita.- Sedettero su una panchina: sul lago, lentamente, si muovevano alcune anatre dai colori vivaci. Un cigno, solitario, era immobile: la testolina, decisamente alzata e attenta, sembrava osservasse il cielo turchino. Fu in quell’istante che s’avvicinò  un ragazzetto dal corpo ossuto, vestito di azzurro, un viso pulito che si sforzava di sembrare duro, minaccioso. Rigirava tra le mani un temperino, la minuscola lama fuori dalla custodia di osso. –Che cosa te ne fai di quell’antico arnese: ricorda la mia infanzia,- disse Luciana. –A lei può davvero interessare, rispose il ragazzo con una voce falsamente dura, lei, cara signora, ora mi allunga la sua bella borsetta.- Ettore stava per parlare, Luciana lo zittì. –Ma certo, rispose al ragazzo, avvicinati, guarda pure: contiene fazzoletti di carta, un burrocacao e un rossetto rosa chiaro. Non porto con me niente altro. Esco sempre con mio marito. Soldi non ne ho, mi spiace.- -Lei mente, rispose il ragazzo, i soldi non li ha? E’ elegante, profumata.- -Senti, intervenne Ettore, tu non hai l’aspetto del “ragazzo di vita” insomma, non possiedi affatto l’espressione del mascalzone. Mia moglie ti ha detto la verità.- -Anche lei mente. Non mi dica che non possiede un portafoglio.- -Proprio così, rispose Ettore, ho cinque euro in tasca. Pensavamo di gustarci un caffè.- -Mamma mia, quanto siete poveri: siete come mio padre che ha chiuso la sua modesta azienda: la crisi l’ha distrutta. Distrugge soltanto gli onesti, minuscoli lavoratori. Maledetta crisi. Maledetti coloro che speculano sulla pelle degli altri.- -Ora, disse Luciana, nascondi il temperino. Può essere pericoloso per te, se passa un vigile. Potrebbe scambiarlo per un taglierino. Quello può veramente ferire, ma i tuoi grandi, limpidi occhi mi assicurano che non faresti male a una mosca. Tu vuoi aiutare tuo padre, vero?- -Mi chiamo Luigi,- disse d’un fiato il ragazzo. –Siedi qui, tra di noi, siamo due insegnanti in pensione.- -Veramente?- 
-Veramente.- Luigi disse a Ettore:- Vorrei continuare a studiare: soltanto lo studio può aprirmi una strada…e io potrò aiutare papà. Non posso vederlo piangere. La mamma fa la sarta, ma lavora poco. Ho anche una sorellina di sei anni. Io ne ho tredici. Non si arriva alla fine del mese e nessuno di noi sarà mai capace di rubare.- -Ti aiuteremo. Intanto a studiare. Poi si vedrà. Ora vorremmo conoscere tuo padre e dargli un minimo di speranza. Occorre non dimenticare mai che “l’altro” ci aspetta. Sempre ci aspetta. –Quale meravigliosa domenica è mai questa- esclamò Luigi. I tre si alzarono, come vecchi amici. Un suono argenteo di campane, argenteo e fresco, si diffuse nell’aria. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

2commenti

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

"buona scuola"

La docente materana vince la causa: iIlegittimo trasferimento a Parma

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

15commenti

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

gazzareporter

Piazzale Borri, quelle dichiarazioni di (zero) amore...

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

1commento

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

SANT'ILARIO D'ENZA

Soldi e gioielli in freezer per "salvarli" dal mercurio: anziana truffata

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

tg parma

Lotta al doping, il Ris di Parma indagherà sul caso Schwazer

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video