Arte-Cultura

"Realtà? Sì, ma con fantasia"

"Realtà? Sì, ma con fantasia"
0

Stefania Provinciali

A far da scenografia l’immagine in bianco e nero di Oliviero Toscani con Andy Warhol, insieme nella Factory. Sul palco il celebre fotografo intervistato da Luca Sommi, nel primo appuntamento di «Oltre il giardino», gli incontri alla Reggia di Colorno, gli incontri condotti ed a cura del giornalista parmigiano che si protrarranno fino al 25 luglio. Oliviero Toscani è stato ed è ancora protagonista, attraverso l’obiettivo della macchina fotografica e scelte ardite, di mezzo secolo di immagini pubblicitarie ma non solo. I suoi volti, la sua interpretazione della moda, le copertine dei più celebri magazine raccontano il mondo, quello patinato ma con un guizzo in più e quello che ci circonda, fatto di sguardi, di storie, di attualità. Una ragione fra tante che hanno portato l’intervistatore a domande ampie e «indiscrete», tanto da sollecitare un punto di vista. Una fotografia sull’Italia di oggi, per cominciare. «Non è diversa da quella di vent’anni fa - risponde col suo sorriso un po’ ironico e un po’ divertito Toscani -. Siamo stati rovinati dall’avvento della tv privata. Lì è cominciato il declino morale, etico ed estetico. Non si crede più alla vita reale ma questa deve essere confermata dalla televisione. Una deviazione culturale. La politica, non so se lo sapete, ma non si fa più in parlamento ma in televisione». Ma dov’è la nostra tanto declamata creatività? Un accenno va alle periferie, alle nuove costruzioni e, di conseguenza, alle nostre meraviglie passate, alla cupola del Brunelleschi, di Santa Maria del Fiore, a Firenze. «La cupola forse più pazza ed avanzata rispetto alla tecnologia del tempo» la definisce. «Proporzionalmente noi cosa dovremmo fare dopo cinquecento anni - dice - ci guardassero attraverso gli ultimi settant’anni di architettura nel nostro paese il giudizio non sarebbe mai stato così basso nella storia». Ma cosa è successo al Bel Paese? Toscani parla di mafia in senso lato, delle caratteristiche cioè di un paese che vive di favori. Si esprime così, senza mezzi termini, come è sua abitudine e il pubblico applaude. «Siamo geniali a fare cosa? Borse, scarpe, forse qualche foulard, ma la tecnologia la fanno gli altri e stiamo perdendo quote di mercato. Siamo il paese più bello grazie ai nostri nonni». Sommi lo sollecita: «La storia  insegna che dalle origini fino agli anni Cinquanta del Novecento si è costruito in Italia tanto quanto nell’ultimo cinquantennio: perché tanto cemento?». «L’arte - risponde Toscani- è la voglia umana di andare alla ricerca della perfezione forse ce l’abbiamo questa voglia ma facciamo delle cose oscene perché non si decide per la capacità ma in base al partito politico, ad un sistema». Note di cronaca che si intrecciano con immagini impresse nella memoria di tutti, pubblicità che hanno fatto storia; volti, occhi, gestualità perché ad Oliviero Toscani piace l’uomo, piacciono gli occhi sempre «sinceri», sempre forti di una personalità che rende ciascuno diverso dall’altro. E poi la campagna pubblicitaria per i jeans Jesus, realizzata negli Usa quando aveva poco più di vent’anni, quella per Benetton con un malato di Aids, due cavalli che si accoppiano e via, con immagini, forti ma reali, prese dalla vita, senza distinzioni sociali o culturali, sempre destinate a sconcertare. Sommi prosegue chiedendogli un giudizio sui personaggi politici. «No, parliamo di prosciutti e culatelli» risponde Toscani. «Fai qualche fotografia verbale» lo incalza il giornalista. E lui si lascia trascinare. Il pubblico si diverte. La realtà attraverso gli occhi arguti del fotografo è servita. I nomi sono quelli di Bersani, Berlusconi, Monti e gli altri, raccontati attraverso aneddoti personali, di incontri e di scontri, sempre sul filo del divertimento. Così fino alla sequenza di immagini fotografiche che raccontano una fetta di storia della nostra fotografia, senza dubbi o incertezze, come Oliviero Toscani ha pensato le sue immagini, «davanti ad un foglio bianco, mettendo in scena la fantasia, l’immaginazione, così da tradurre il pensiero in arte». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

6commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nidi di rondine di nonna Ida

GUSTO

La ricetta della Peppa- Nidi di rondine di nonna Ida

Lealtrenotizie

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

seggi

Referendum, alle 12 al voto il 24,46% dei parmigiani. Istruzioni per l'uso

referendum

File infinite al Duc per la tessera. Un lettore: "Racagni, ascensore guasto: e i disabili?"

3commenti

Carabinieri

Vendono iPhone: ma è una truffa

3commenti

l'agenda

Atmosfere natalizie e sapori della tradizione: cosa fare oggi

RICERCA

Prevedere i terremoti: a che punto siamo

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

7commenti

Calcio

Brodino per il Parma. E intanto parte l'era D'Aversa

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

di corsa

I protagonisti del 2°Cross Country Montanari & Gruzza Foto

elezione

Beltrami nuovo vicepresidente nazionale della Federazione medici sportivi

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

1commento

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

12commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

2commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

modena

Parte il progetto dello chef Bottura: ogni lunedì a cena 60 persone in difficoltà

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

1commento

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes, Rossi: "Io al posto di Rosberg? Bello, non potrei dire no"

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti