-2°

Arte-Cultura

Mantelli, un asso dell'aria

Mantelli, un asso dell'aria
0
Giorgio Gandolfi
Ripercorrendo le umane vicende di certi parmigiani ci si accorge che hanno vissuto contemporaneamente diverse 
vite. Se non proprio le famose e sconosciute vite parallele, una forma irripetibile di storie che difficilmente (forse anche per fortuna) si ripeteranno. 
E' il caso di Adriano Mantelli, parmigiano di Cortile San Martino, anno 1913, dunque centenario se non fosse scomparso a Firenze esattamente diciotto anni fa. Era figlio di un impresario edile e di una commerciante di San Leonardo. L’eroe o lo stregone dell’aria, come lo chiamavano, a seconda dei punti di vista. Un altro dei "fuoriclasse" nostrani che la politica ha voluto mettere in castigo, com'era avvenuto per il primo campione di ciclismo partecipante a un’Olimpiade, Francesco Del Grosso, l’ardito di San Secondo. Quando decisero di dedicargli una strada, la confinarono quasi nel Reggiano e senza il puntiglio e l’impegno di Pino Valenti, uno degli animatori dell’AeroClub, là sarebbe rimasta. Poi il buon senso ha prevalso e il re dell’aria viene ricordato a due passi dall’aeroporto dove una settimana fa anche le Frecce Tricolori l’hanno salutato. 
L'ostinato progettista, lo spericolato aviatore che quasi cinquantenne raggiunse col suo velivolo leggero l’altezza di 6.700 metri e che, non contento, trasformò un vecchio aliante "Canguro" in monoposto ad ala media, applicandogli un motore a reazione conquistando il primato mondiale di quota assoluta per veicoli di peso inferiore a 800 kg a pieno carico, superando l’altitudine dei 10mila metri, 10.200 per l’esattezza. Nel '64 con l’AM-12 Argentina realizzò il record internazionale per velivoli del peso massimo di 500 kg 
al decollo con un volo di quasi 9 km. Uno nato con la passione del volo al punto che da ragazzo, quando frequentava l’Istituto Toschi, al pomeriggio inforcava la sua vecchia bicicletta - parliamo dei primi anni '30 - e pedalava sino a Cantù, per 
frequentarvi la scuola di volo ed 
ottenere a diciannove anni il diploma, progettando il primo di tanti alianti. 
Che passione genuina! Alcuni anni dopo lo troviamo sottotenente di complemento nell’Aeronautica con la quale si distinse, come volontario, nella guerra di Spagna ricevendo un’alta onoreficenza, l’Aureada. Nel '39, ufficiale effettivo, diventa collaudatore nel Centro sperimentale di Guidonia rimanendovi sino al 1942. 
E’ stato uno dei tre piloti scelti dall’Istus per l’aliante olimpionico col quale aveva vinto i Littoriali di volo a vela. Fu a Napoli in quel periodo che collaudò aerei da combattimento e dove costruì il suo primo aereo leggero, l’AM 6. Nel dopoguerra si ripetè con l’innovativo AM-8 cui seguirono alcuni biposto realizzati in Argentina dove si era temporaneamente trasferito. Fu là nella pampa che realizzò il record italiano di distanza libera per alianti monoposto volando da Merlo (Buenos Aires) a La Paz (Entre Rios) per complessivi 440 km.,  Rientrato in Italia diede vita al Centro Militare di volo a vela con sede dapprima all’aeroporto dell’Urbe e poi a Guidonia.
 Impegnato nel migliorare i record dei volo a vela, ne superò ben ventisette. Si deve praticamente a lui la nascita dell’aeroporto di Parma il cui terreno era destinato all’attività agricola. Davanti al sottosegretario della Difesa, Brusasca, riuscì a fare decollare un suo aereo partendo da una striscia di terreno sul quale era difficile camminare: fece anche una serie di acrobazie convincendo il rappresentante del Governo che l’area era adatta per un aeroporto. Nel 1962 e poi nel 1964, poco dopo la conquista dei primati internazionale di altezza con il suo AM-12, gli vennero consegnata le medaglie della Fondazione Luise Bleriot, massima onoreficenza della Federazione aeronautica internazionale. Il prototipo dell’AM-12 si trova esposto nel Museo di Vigna di Valle, la località nella quale nel '54 aveva stabilito il primato italiano di durata per alianti monoposto con 24 ore e 15' di volo. 
Un Linderbergh nostrano! Non fu quello il suo unico premio perché ci fu la medaglia d’oro del Coni, quella dell’AeroClub e tante altre. Il suo cuore, che aveva resistito a voli impossibili, si arrese durante un viaggio da Roma verso Varese dove, col grado di generale, era atteso per un raduno dei pionieri dell’aria. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Piazzale S. Lorenzo:  festa al «Piano A»

Pgn

Piazzale S. Lorenzo: festa al «Piano A» Foto

maria chiara cavalli 1

Strajè

"Costretta" a fare ricerca all'estero. Il sogno di Maria Chiara: tornare a Parma Video

1commento

Lady Gaga: soffrodi disturbi psichici

RIVELAZIONE

Lady Gaga: soffro di disturbi psichici

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Ospedale

Reparti soppressi, allarme al Maggiore

Sono cinque le strutture coinvolte: semeiotica, ortopedia, centro cefalee e due chirurgie

Viale Mentana

Un'altra rapina in farmacia: è sempre lo stesso bandito

Al via la stagione

A Schia una «valanga» di novità

Criminalità

Felino, il bar Jolly senza pace: quarto furto in dieci mesi

promozione

Il Fidenza chiama Massimo Barbuti in panchina

lega pro

Daniele Faggiano è il nuovo direttore sportivo del Parma Video

8commenti

Salso

Dotti, una vita sulle navi da crociera

IL CASO

Tangenziale di Collecchio: ora la gente chiede la rotatoria

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

Campus

Sfera Ebbasta, dal rap al trap

Restauro

Zibello, il battistero torna a risplendere

Funerale

Sorbolo: rose bianche e musica per l'addio a Ilaria Bandini

tg parma

Travolto a Lemignano: Mihai Ciju resta gravissimo Video

COLLECCHIO

Scoppia il caso delle cartelle del Consorzio di bonifica

Funerale

"Ciao Lorenzo, ora vivi nella serenità": commosso addio al 15enne di Salso

Terremoto

Nuova scossa in Appennino: magnitudo 2.2

Epicentro vicino a Solignano e Terenzo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi: perché ha perso, perché può rivincere

di Michele Brambilla

10commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

roma

Oggi fiducia sulla manovra e la direzione del Pd

Ventimiglia

Brucia la villa dei cognati e muore asfissiato

SOCIETA'

lettere

Cane ucciso da un cacciatore: "Terribile e inaccettabile"

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

SPORT

Altri sport

Federica Pellegrini vince i 200 sl

Formula uno

Fernando Alonso non andrà alla Mercedes

FOTOGRAFIA

Parma

Acqua, luce, metamorfosi: le foto di Nencini in San Rocco

Fotofestival

Fra metafisica e Storia: un mese di mostre fotografiche a Montecchio