Arte-Cultura

Brani di storia del ducato di Parma

Brani di storia del ducato di Parma
0

Ubaldo Delsante

Durante l’annuale seduta della sezione di Parma della Deputazione di Storia Patria,  è stato presentato, come di consueto, il volume che raccoglie le relazioni svolte dai soci nelle varie sedute del precedente anno 2011 per le sezioni di  Pontremoli, delle Terre Veleiati e di Piacenza (Tip. Riunite Donati, pagine 320). Si tratta di una ventina di saggi, che aprono spaccati di arte,  letteratura, economia e società di singole località dell’antico Ducato, uniti dal comune interesse per la storia locale inserita, però, in un contesto storiografico più ampio e multidisciplinare.
Il volume si apre con la commemorazione, curata da Giuseppe Benelli, del socio pontremolese Nicola Michelotti (1935-2010), autore di numerosi studi dedicati in particolare alle fondamentali genealogie delle famiglie lunigianesi e ai personaggi più illustri dell’Otto e del Novecento. I saggi prodotti dalla sezione di Pontremoli riguardano i Santi Patroni della città, come San Geminiano, che è il "patrono principale", San Francesco, venuto qui nel 1219 dopo aver fondato un convento a Sarzana e Sant'Orsola con le compagne compatrone invocate specialmente "per li bisogni della campagna"; gli ospedali di passo nell’alta Lunigiana dal Medioevo fino al Novecento; la storia climatica della regione durante la cosiddetta "piccola età glaciale" dalle incerte cronache del Quattrocento ai metodi strumentali successivi; le comunità di Dozzano e di Codolo nei documenti dell’Archivio di Stato di Pontremoli; la partecipazione della città al movimento risorgimentale; le proprietà agricole dei "burgenses" nell’Estimo del 1508; la famiglia di armaioli Piccinino attiva a Milano nel Cinquecento; lo storico e umanista Achille Neri (1842-1925) di Sarzana; la costruzione della linea ferroviaria Parma-Pontremoli-La Spezia già proposta nel 1845 e conclusa quasi cinquant'anni dopo. Autori ne sono Fabio Follini, Maurizio Ratti, Anita Bergamaschi, Matteo Bassioni, Giulio Armanini, Germano Cavalli, Giuseppe L. Coluccia e Carlo Bruno Brunelli.
Dalla sezione delle Terre Veleiati vengono presentati i contributi di Domenico Ponzini, Giorgio Petracco, Andrea Bergonzi e Giuliano Mortali sulla pieve di Sant'Antonino di Veleia e il ritrovamento del corpo del santo nel Quarto secolo; la storia più antica di Castell'Arquato secondo le evidenze della famosa Tavola bronzea di Veleia; i percorsi alternativi alla via Francigena nel tratto montano da Vigoleno a Gravago passando per Iggio e il castello di Golaso dove era posto il guado del Ceno, con un prezioso corredo cartografico e fotografico; il Risorgimento a Bedonia di cui sono protagonisti l’insegnante del seminario don Giovanni Agazzi, il podestà poi sindaco Francesco Serpagli, un altro più famoso sindaco, poi futuro senatore nell’Italia unita, Luigi Lagasi, senza dimenticare i fedeli al duca come il dottor Cesare Silva e l’arciprete don Stefano Raffi: una bella pagina di storia con tutte le sicurezze, ma anche le contraddizioni e le incertezze che gli studiosi colgono negli atteggiamenti degli uomini attivi sul territorio in quel difficile momento.
La sezione piacentina si è occupata della controversa attribuzione a Bartolomeo da Busseto degli stalli del cinquecentesco coro ligneo di San Sisto; l’antico castello di San Polo nei pressi di Podenzano della famiglia Anguissola con le sue pertinenze rurali documentate da una specifica cartografia; l’attività del musicista piacentino Hortensio Naldi a Cento di Ferrara all’inizio del Seicento; l’archivio della Congregazione della B.V. della Purificazione detta anche "dei Mercanti" che conserva documenti dal Sei all’Ottocento; uno studio sul Manierismo nell’architettura piacentina; il curioso Statuto-regolamento della Società di mutuo soccorso dei finanzieri in congedo fondata nel 1913 dal capitano Dario Botti. Firmano i saggi Luca Ceriotti, Anna Còccioli Mastroviti, Marco G. Genesi, Valentina Inzani, Valeria Poli e Enrico Fuselli.
Completano il libro le rubriche dedicate da Francesca Sandrini all’attività del Museo Glauco Lombardi, da Maria Luisa Simoncelli a quella della sezione di Pontremoli e la bibliografia con schede di Antonio Bazzigalupi, Sara Bertocchi, Giuseppe L. Coluccia, Paola Bianchi e Marco Angella. I saggi della sezione di Parma, incentrati sul cessato ruolo di capitale intervenuto a Parma dopo il 1859 sono stati raggruppati, invece, in un apposito volume curato da Leonardo Farinelli dal titolo «Parma capoluogo di provincia del Regno d’Italia».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika su Rai Due

su Rai Due

L'Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

nostre iniziative

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

22commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Gli errori, la sconfitta e la possibile rivincita

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

1commento

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

storia

Scoperta la mummia della regina Nefertari al Museo di Torino

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

ANIMALI

sos animali

Di chi è questo pappagallo?

sos animali

I due cagnolini Kay e Tata cercano una famiglia