-6°

Arte-Cultura

Storici dell'arte medievale: Quintavalle confermato presidente

Storici dell'arte medievale: Quintavalle confermato presidente
0

 A Roma, a Palazzo Venezia nella sede dell’Istituto nazionale di Archeologia e Storia dell’arte si è tenuta la riunione dell’Associazione italiana storici dell’arte medievale  (Aisame) che, all'unanimità,  ha rieletto come presidente, per il triennio 2013-2016, il celebre studioso parmigiano Arturo Carlo Quintavalle.
«Quando, quattrodici anni fa - dice Quintavalle -  è stata fondata a Parma l’Aisame,  l’associazione che riunisce tanti colleghi italiani, europei, statunitensi, sembrava difficile mettere insieme modelli culturali diversi, quelli di studiosi che, nella migliore delle ipotesi, si parlavano attraverso saggi, o note di saggi, magari anche polemiche. Poi ha prevalso la consapevolezza, la collaborazione, il dialogo, e a Parma, per 14 anni, si sono succeduti i convegni che, con 13 volumi di Atti pubblicati, sono una specie di moderno luogo di confronto per tutti gli studiosi dell’arte medievale. Per realizzare questi convegni non dimentico la collaborazione e l’aiuto generoso di molti, in primo luogo dei  rettori dell'università; quindi dell’avvocato Walter Gaibazzi, che presiedeva la Fondazione Monte, del professor Carlo Gabbi che presiede quella della Cassa di Risparmio, e ancora dei diversi presidenti della Unione Parmense degli Industriali, da ultimo Giovanni Borri  e del professor Cesare Azzali che dirige l’Unione, per finire con il professor Andrea Zanlari che presiede la Camera di Commercio. Vi sarebbero da ricordare troppi altri, e i miei giovani allievi, devo dire, tutti uniti da una idea, far crescere la ricerca sulla civiltà medievale secondo modelli legati alla tradizione di ''Les Annales”. Ecco, l’aver forse mantenuto in tutti questi anni la fiducia dei maggiori studiosi ma sopra tutto quella dei giovani, e aver fatto in modo che i Convegni fossero la palestra per la crescita delle nuove generazioni offrendo loro visibilità internazionale, mi dà molta gioia. Magari potrò essere ancora utile per fare crescere fuori dei confini la consapevolezza dell’opera dei nostri studiosi e, forse, per realizzare quelle ricerche che, come sempre accade a noi vecchi, sono rimaste troppo a lungo nella “memoria” del computer. Penso, da ultimo, che l’incontro di Roma sia stato un modo per testimoniare il percorso che abbiamo compiuto insieme».
Nel corso della riunione sono stati  pure eletti alla unanimità gli altri componenti del direttivo della Associazione: vicepresidente Antonio Jacobini della Università di Roma La Sapienza; Giunta di Presidenza: Maria Andaloro, Università della Tuscia; Xavier Barral Y Altet, Università di Rennes e di Venezia; Manuel Castineiras Gonzales, Libera Università di Barcellona; Francesco Gandolfo, Università di Roma Torvergata.  L’associazione, fondata nel 1999, riunisce i maggiori storici dell’arte medievale italiana e una parte degli europei  e, come recita lo Statuto, intende «favorire lo sviluppo degli studi storici e metodologici dell’arte medievale; intraprendere iniziative per la conoscenza, valorizzazione e tutela delle testimonianze della cultura figurativa e urbanistica medievale; promuovere riunioni, seminari, convegni in ambito nazionale e internazionale; partecipare a iniziative di cooperazione nazionale e internazionale». La Aisame ha promosso finora 14 convegni internazionali di studi che si sono tenuti a Parma ogni anno pubblicando circa 700 relazioni edite in 13 volumi, in tutto oltre 8000 pagine e circa 14.000 illustrazioni; il 14° volume, dedicato al tema «Medioevo: Natura e Figura», è in stampa. L’Aisame ha inoltre promosso il dialogo fra le diverse scuole stimolando forme di collaborazione e ricerca che hanno trasformato l’indagine sulla storia dell’arte medievale nel nostro paese e ha favorito sempre un proficuo scambio con i maggiori studiosi europei e statunitensi. L’Aisame  inoltre intende ampliare la conoscenza del periodo della storia dell’arte in occidente che va dal tardoantico all’inizio dell’arte moderna, mille anni forse di storia rimasti fin troppo ai margini dell’attenzione degli storici dell’arte. Dunque mentre la storia dell’arte medievale in Italia è rimasta stritolata fra l’esaltazione, anche fascista, dell’arte romana e quella consueta dell’arte rinascimentale, fuori dei nostri confini il periodo medievale è il momento in cui nasce l’idea di nazione in Francia come in Inghilterra, in Spagna come in Germania. Da noi la contrapposizione risorgimentale fra Stato e Chiesa ha finito per emarginare le ricerche sull’arte del medioevo.
Recuperare la grande tradizione degli studi dell’arte medievale, quella di Pietro Toesca e di molti altri dopo di lui, è uno degli scopri della associazione che fra l’altro propone la ricerca delle tre culture sulle rive del Mediterraneo, la occidentale, la bizantina, l’islamica e le strade di terra e le vie del mare che hanno favorito gli scambi fra queste distinte civiltà. L’Aisame infine intende restituire peso e significato alla ricerca storiografica dando conto delle figure dei maggiori storici dell’arte di recente scomparsi con relazioni i cui testi vengono pubblicati negli Atti dei Convegni.  Per il settembre 2014 è stato infine programmato il XV Convegno Internazionale di Studi dal titolo «Medioevo: cibo e mercati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video