18°

Arte-Cultura

Guttuso, impegno e vita quotidiana

Guttuso, impegno e vita quotidiana
0

Pier Paolo Mendogni

Dopo la rassegna  romana che, lo scorso anno,  ne celebrava il centenario della nascita, anche Aosta ricorda  Renato Guttuso (1912-1987) con una mostra di singolare interesse in quanto molti dipinti provengono da gallerie d'arte e non da musei e pertanto non sono fra i più noti pur interpretando alcuni dei momenti più significativi della sua produzione. «Renato Guttuso. Il Realismo e l’attualità dell'immagine» si intitola la rassegna allestita (fino al 27 settembre) nella sede del Museo Archeologico Nazionale a cura di Flaminio Gualdoni con Franco Calarota e la collaborazione di Alessia Calarota ai quali si deve pure il catalogo della Silvana Editoriale. «Vivere è partecipazone, dipingere è partecipare. Cercare la bellezza significa cercare la libertà. Perciò credo che l’arte sia anche, di necessità, politica (non ideologica), coscienza (non falsa coscienza), comunicazione, continuo rapporto di dare e avere». Così l’artista ha interpretato col suo calore siciliano la fermentante stagione del neorealismo, come Pier Paolo Pasolini e Vittorio De Sica in campi paralleli. Le scene, gli avvenimenti attraverso l'irruenza gestuale e cromatica assumono spesso significati allegorici, costituiscono un veicolo mediante il quale «la idee ci raggiungono e ci commuovono». I temi trattati da Guttuso riguardano l’impegno sociale e politico, il lavoro, la quotidianità, il mondo femminile, ma anche il paesaggio e la natura morta nella sua concretezza. Fin dalle prime opere esposte, risalenti agli anni prebellici, l’artista dimostra di cogliere le cose nella loro corposa matericità, nella loro percettiva tangibilità, nei loro caratterizzanti colori. «Con pennellate vivaci sulla tela – ha scritto Franco Calarota – quella forma diventa altro da sé fino a svelare la sua essenza, la sua energia vitale rimasta nascosta nel momento vissuto, trova una sua ragione d’essere nello spazio del dipinto legandosi agli altri elementi e dando la vita ai significati, facendo venire alla luce un’emozione». E la sua alta capacità espressiva eccelle già in quella «Donna alla finestra» (1942) in cui il rosso caldo della maglietta infonde energia a tutta l’opera e trova un raffinato contrappunto nei riflessi delle bottiglie sul tavolo. «Case fra gli alberi» dell’immediato dopoguerra ci documenta come anche Guttuso sia stato colpito dalle nuove sperimentazioni sulla libertà del linguaggio, dall’informale, subito però abbandonate per seguire il realismo sociale imposto dal Partito Comunista che con lo stesso Togliatti «scomunicava» l’astrattismo e l’informale considerandoli borghesi e non impegnati. Ecco quindi la celebrazione dell’«Eroina» (1954), la vigorosa partigiana assassinata, caduta nuda per terra stringendo l’asta con la bandiera rossa. Dello stesso periodo sono l’umile «Sterratore» che si affatica su un arido terreno e la «Discussione» che vede i compagni dibattere i problemi seduti nel circolo politico. A questo filone legato ai temi sociali si collega «Comizio di quartiere» che, nonostante il palese intento celebrativo politico, non assume i caratteri di una pittura oleografica per la capacità di cogliere con spirito acuto i vari particolari che animano la scena. «Senza dubbio – commenta Daria Jorioz – il merito di Guttuso rimane quello di essere riuscito nella difficilissima operazione di dipingere nel modo più facile e comunicativo, rispettando in pari tempo la intrinseca difficoltà semantica dell’arte moderna». Significativa la tela intitolata «Omaggio agli impressionisti» che, in realtà, è un omaggio ai «postimpressionisti» in quanto si trovano chiari riferimenti a Van Gogh (nel sole e nell’orecchio), al divisionismo di Seurat, a Cézanne (giocatori di carte), al cubismo di Picasso. Negli anni Ottanta riesce ancora a comunicare sensazioni di gioiosa fragranza materica attraverso le succulenti nature morte ma anche di accentuato erotismo con seducenti forme femminili. La donna, nella sua provocante sensualità, è stata uno dei soggetti più rappresentati da Guttuso anche nei disegni in cui talvolta si richiama a Grosz nel rappresentarla giovane e nuda, «preda» delle voglie di attempati danarosi borghesi. E sempre giovane e nuda è la protagonista di una serie di litografie dedicate ai segni zodiacali con la presenza inquietante di animali di un’aggressiva mascolinità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Antonio Banderas, ho avuto un infarto ma sto bene

Cinema

Antonio Banderas: "Ho avuto un infarto. Ora sto bene"

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Il Parma torna alla vittoria: 4-1 a Gubbio. E' al secondo posto in classifica

LEGA PRO

Il Parma vince 4-1 a Gubbio e sale al secondo posto Foto

Gol di Calaiò e Nocciolini; autorete dei padroni di casa e infine gol di Iacoponi. Infortunio muscolare per Giorgino

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

6commenti

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

l'appello

La figlia del partigiano Ras: "Vorrei trovare la famiglia di Parma che lo ospitò" Video

1commento

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

6commenti

Dai lettori

"Borgo delle Colonne e piazzale D'Acquisto: parcheggi selvaggi ma niente multe di notte" Foto

esclusiva

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

16commenti

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

1commento

Il commosso addio di Collecchio a Graziella

Collecchio

Ladri incappucciati messi in fuga dai residenti  

1commento

podisti

Tutti i protagonisti della Manarace di Fontevivo Foto

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

commemorazione

Un anno senza Mario il clochard: il quartiere lo ricorda pensando agli "ultimi" Foto

gazzareporter

"Via Nenni e il divieto di sosta...."

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

A10

Tir si ribalta e uccide due operai: arrestato il camionista Foto Video

rimini

Cadavere di donna in trolley al porto. E' la cinese sparita durante crociera?

WEEKEND

la peppa

La ricetta della domenica - Tartine fiorite

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

formula 1

Trionfo rosso: Vettel domina il Gp d'Australia. Hamilton secondo

motomondiale

Speciale Vecchi “leoni” e giovanotti rampanti iniziata la caccia al titolo di Marquez

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso di può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017