-3°

Arte-Cultura

Guttuso, impegno e vita quotidiana

Guttuso, impegno e vita quotidiana
Ricevi gratis le news
0

Pier Paolo Mendogni

Dopo la rassegna  romana che, lo scorso anno,  ne celebrava il centenario della nascita, anche Aosta ricorda  Renato Guttuso (1912-1987) con una mostra di singolare interesse in quanto molti dipinti provengono da gallerie d'arte e non da musei e pertanto non sono fra i più noti pur interpretando alcuni dei momenti più significativi della sua produzione. «Renato Guttuso. Il Realismo e l’attualità dell'immagine» si intitola la rassegna allestita (fino al 27 settembre) nella sede del Museo Archeologico Nazionale a cura di Flaminio Gualdoni con Franco Calarota e la collaborazione di Alessia Calarota ai quali si deve pure il catalogo della Silvana Editoriale. «Vivere è partecipazone, dipingere è partecipare. Cercare la bellezza significa cercare la libertà. Perciò credo che l’arte sia anche, di necessità, politica (non ideologica), coscienza (non falsa coscienza), comunicazione, continuo rapporto di dare e avere». Così l’artista ha interpretato col suo calore siciliano la fermentante stagione del neorealismo, come Pier Paolo Pasolini e Vittorio De Sica in campi paralleli. Le scene, gli avvenimenti attraverso l'irruenza gestuale e cromatica assumono spesso significati allegorici, costituiscono un veicolo mediante il quale «la idee ci raggiungono e ci commuovono». I temi trattati da Guttuso riguardano l’impegno sociale e politico, il lavoro, la quotidianità, il mondo femminile, ma anche il paesaggio e la natura morta nella sua concretezza. Fin dalle prime opere esposte, risalenti agli anni prebellici, l’artista dimostra di cogliere le cose nella loro corposa matericità, nella loro percettiva tangibilità, nei loro caratterizzanti colori. «Con pennellate vivaci sulla tela – ha scritto Franco Calarota – quella forma diventa altro da sé fino a svelare la sua essenza, la sua energia vitale rimasta nascosta nel momento vissuto, trova una sua ragione d’essere nello spazio del dipinto legandosi agli altri elementi e dando la vita ai significati, facendo venire alla luce un’emozione». E la sua alta capacità espressiva eccelle già in quella «Donna alla finestra» (1942) in cui il rosso caldo della maglietta infonde energia a tutta l’opera e trova un raffinato contrappunto nei riflessi delle bottiglie sul tavolo. «Case fra gli alberi» dell’immediato dopoguerra ci documenta come anche Guttuso sia stato colpito dalle nuove sperimentazioni sulla libertà del linguaggio, dall’informale, subito però abbandonate per seguire il realismo sociale imposto dal Partito Comunista che con lo stesso Togliatti «scomunicava» l’astrattismo e l’informale considerandoli borghesi e non impegnati. Ecco quindi la celebrazione dell’«Eroina» (1954), la vigorosa partigiana assassinata, caduta nuda per terra stringendo l’asta con la bandiera rossa. Dello stesso periodo sono l’umile «Sterratore» che si affatica su un arido terreno e la «Discussione» che vede i compagni dibattere i problemi seduti nel circolo politico. A questo filone legato ai temi sociali si collega «Comizio di quartiere» che, nonostante il palese intento celebrativo politico, non assume i caratteri di una pittura oleografica per la capacità di cogliere con spirito acuto i vari particolari che animano la scena. «Senza dubbio – commenta Daria Jorioz – il merito di Guttuso rimane quello di essere riuscito nella difficilissima operazione di dipingere nel modo più facile e comunicativo, rispettando in pari tempo la intrinseca difficoltà semantica dell’arte moderna». Significativa la tela intitolata «Omaggio agli impressionisti» che, in realtà, è un omaggio ai «postimpressionisti» in quanto si trovano chiari riferimenti a Van Gogh (nel sole e nell’orecchio), al divisionismo di Seurat, a Cézanne (giocatori di carte), al cubismo di Picasso. Negli anni Ottanta riesce ancora a comunicare sensazioni di gioiosa fragranza materica attraverso le succulenti nature morte ma anche di accentuato erotismo con seducenti forme femminili. La donna, nella sua provocante sensualità, è stata uno dei soggetti più rappresentati da Guttuso anche nei disegni in cui talvolta si richiama a Grosz nel rappresentarla giovane e nuda, «preda» delle voglie di attempati danarosi borghesi. E sempre giovane e nuda è la protagonista di una serie di litografie dedicate ai segni zodiacali con la presenza inquietante di animali di un’aggressiva mascolinità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

carabinieri sera

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

5commenti

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

2commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Evasione di tasse in Olanda: l'Unione europea apre un'indagine su Ikea

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento