16°

31°

Arte-Cultura

Malerba parole e immagini

Malerba parole e immagini
Ricevi gratis le news
0

di Laura Orfini

Duemilaotto-duemilatredici: cinque anni senza Luigi Malerba. Senza il suo «polimorfismo», la sua versatilità, la sua varietà, la sua «irriverenza», la sua capacità di scrivere. E d’inventare, di creare, di sperimentare: in tutti i campi (tanti: dalla letteratura al cinema, alla televisione, al giornalismo, e molto altro ancora) in cui si è cimentato, lasciando un segno forte nella cultura del nostro Novecento. Particolarmente gradita, in questo quinto anniversario, la pubblicazione con cui l’editore Diabasis lo ricorda: «Simmetrie naturali. Luigi Malerba tra letteratura e cinema», a cura di Nicola Catelli, riflette sull’autore bercetese in uno spettro amplissimo, riuscendo da un lato a rendere appieno l’idea della sua poliedricità (poliedricità di alto livello, condotta con risultati eccellenti e con pochi eguali nella cultura del secondo Novecento) e dall’altro a far emergere in modo inequivocabile il ruolo di assoluto rilievo che gli spetta nel panorama novecentesco, e che non sempre – nonostante i numerosi premi vinti – gli è stato riconosciuto nei giusti termini. Autore celebre ma talora in parte sottovalutato, Malerba: la pubblicazione di Diabasis può dare un contributo significativo in questo senso, facendo il punto sulla figura dell’autore de «La scoperta dell’alfabeto» e de «Il pianeta azzurro» ma anche, per certi versi, rilanciando. Avanzando anche – come sottolineano Luigi Allegri e Gabriella Ronchi nella presentazione – «nuovi sguardi critici» sul suo lavoro, e proponendosi come operazione tutt’altro che statica: punto di arrivo e punto di partenza insieme.
Il volume – parte della collana «Carte di lavoro» dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma - raccoglie gli atti del convegno di studi «Luigi Malerba. La letteratura e il cinema», organizzato dai Dipartimenti di Italianistica e di Beni culturali e dello spettacolo dell’Università e dal Comune di Parma l’8 e il 9 ottobre 2009, a un anno dalla scomparsa dell’autore: una «due giorni» malerbiana di notevole spessore, con il coinvolgimento di alcuni dei suoi maggiori studiosi. Da Walter Pedullà a Francesco Muzzioli, da Romano Luperini a Dominique Budor, a Renato Barilli, a Gian Piero Brunetta, gli interventi proposti indagano la personalità di Malerba a 360 gradi, attraversando così oltre mezzo secolo di cultura italiana e di stili, modi, tendenze: dal neorealismo alle neoavanguardie, fino al postmoderno e oltre.
Novecentesco, certo, Malerba: pienamente novecentesco. E il volume lo testimonia con efficacia: non foss’altro per quel «narratore diviso» di cui ben tratta Muzzioli, o per quella «disintegrazione molecolare dell’identità» (così nel saggio di Giovanni Ronchini) che colloca i suoi personaggi in una schiera illustre nella quale trovano spazio, ad esempio, Mattia Pascal e Zeno Cosini, o per l’«inesauribile sperimentalismo narrativo» evidenziato da Budor, o ancora per gli accenti kafkiani rilevati da Rinaldo Rinaldi.Ma novecentesco non senza radici: tutt’altro. 
E anche su questo aspetto il libro è illuminante, nel sottolineare a dovere tutti i puntelli che Malerba ha nel passato: dall’attenzione ai dialetti e alla civiltà contadina fino alla passione per il Medio Evo. Quel Medio Evo che è riferimento letterario costante e che Malerba porta anche al cinema con «Donne e soldati», diretto con Antonio Marchi. Ecco, il cinema: l’altro fuoco dell’ellisse. Cinema (e televisione) da sceneggiatore e da regista, oltre che da critico. Cinema come «palestra» per la narrativa ma non solo. Cinema come altro mezzo con cui inventare: a partire dal linguaggio. Anche su questo ci si sofferma parecchio, con i bei saggi di Gian Piero Brunetta, Roberto Campari, Michele Guerra e Pier Paolo De Sanctis (che s’aggiungono al suggestivo racconto di chi - Fabio Carpi – con Malerba ha collaborato a lungo), scandagliando a fondo un ambito forse meno conosciuto di quello letterario ma pieno di sorprese e di scoperte per chi legge.
Così è del resto l’intero volume, approfondimento appassionato e ritratto a tutto tondo - da Parma a Roma, a Parigi - impossibile davvero da sintetizzare e tutto da leggere. Un lavoro prezioso che fortunatamente ha trovato pubblicazione, a quattro anni dal convegno, e che diventerà senz’altro punto di riferimento critico su Malerba. 
Simmetrie naturali - Diabasis, pag. 184, 18,00
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Terrorismo, posizionate le fioriere antintrusione in centro

sicurezza

Terrorismo, posizionate le fioriere antintrusione in centro Video

COLORNO

"E' morto assiderato", il pranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

2commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

6commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

1commento

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

2commenti

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

7commenti

ITALIA/MONDO

danimarca

Trovato decapitato il corpo di Kim, la giornalista scomparsa sul sottomarino

taranto

Gioca 2 euro al 10eLotto e vince 1 milione

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti