-2°

Arte-Cultura

Malerba parole e immagini

Malerba parole e immagini
0

di Laura Orfini

Duemilaotto-duemilatredici: cinque anni senza Luigi Malerba. Senza il suo «polimorfismo», la sua versatilità, la sua varietà, la sua «irriverenza», la sua capacità di scrivere. E d’inventare, di creare, di sperimentare: in tutti i campi (tanti: dalla letteratura al cinema, alla televisione, al giornalismo, e molto altro ancora) in cui si è cimentato, lasciando un segno forte nella cultura del nostro Novecento. Particolarmente gradita, in questo quinto anniversario, la pubblicazione con cui l’editore Diabasis lo ricorda: «Simmetrie naturali. Luigi Malerba tra letteratura e cinema», a cura di Nicola Catelli, riflette sull’autore bercetese in uno spettro amplissimo, riuscendo da un lato a rendere appieno l’idea della sua poliedricità (poliedricità di alto livello, condotta con risultati eccellenti e con pochi eguali nella cultura del secondo Novecento) e dall’altro a far emergere in modo inequivocabile il ruolo di assoluto rilievo che gli spetta nel panorama novecentesco, e che non sempre – nonostante i numerosi premi vinti – gli è stato riconosciuto nei giusti termini. Autore celebre ma talora in parte sottovalutato, Malerba: la pubblicazione di Diabasis può dare un contributo significativo in questo senso, facendo il punto sulla figura dell’autore de «La scoperta dell’alfabeto» e de «Il pianeta azzurro» ma anche, per certi versi, rilanciando. Avanzando anche – come sottolineano Luigi Allegri e Gabriella Ronchi nella presentazione – «nuovi sguardi critici» sul suo lavoro, e proponendosi come operazione tutt’altro che statica: punto di arrivo e punto di partenza insieme.
Il volume – parte della collana «Carte di lavoro» dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma - raccoglie gli atti del convegno di studi «Luigi Malerba. La letteratura e il cinema», organizzato dai Dipartimenti di Italianistica e di Beni culturali e dello spettacolo dell’Università e dal Comune di Parma l’8 e il 9 ottobre 2009, a un anno dalla scomparsa dell’autore: una «due giorni» malerbiana di notevole spessore, con il coinvolgimento di alcuni dei suoi maggiori studiosi. Da Walter Pedullà a Francesco Muzzioli, da Romano Luperini a Dominique Budor, a Renato Barilli, a Gian Piero Brunetta, gli interventi proposti indagano la personalità di Malerba a 360 gradi, attraversando così oltre mezzo secolo di cultura italiana e di stili, modi, tendenze: dal neorealismo alle neoavanguardie, fino al postmoderno e oltre.
Novecentesco, certo, Malerba: pienamente novecentesco. E il volume lo testimonia con efficacia: non foss’altro per quel «narratore diviso» di cui ben tratta Muzzioli, o per quella «disintegrazione molecolare dell’identità» (così nel saggio di Giovanni Ronchini) che colloca i suoi personaggi in una schiera illustre nella quale trovano spazio, ad esempio, Mattia Pascal e Zeno Cosini, o per l’«inesauribile sperimentalismo narrativo» evidenziato da Budor, o ancora per gli accenti kafkiani rilevati da Rinaldo Rinaldi.Ma novecentesco non senza radici: tutt’altro. 
E anche su questo aspetto il libro è illuminante, nel sottolineare a dovere tutti i puntelli che Malerba ha nel passato: dall’attenzione ai dialetti e alla civiltà contadina fino alla passione per il Medio Evo. Quel Medio Evo che è riferimento letterario costante e che Malerba porta anche al cinema con «Donne e soldati», diretto con Antonio Marchi. Ecco, il cinema: l’altro fuoco dell’ellisse. Cinema (e televisione) da sceneggiatore e da regista, oltre che da critico. Cinema come «palestra» per la narrativa ma non solo. Cinema come altro mezzo con cui inventare: a partire dal linguaggio. Anche su questo ci si sofferma parecchio, con i bei saggi di Gian Piero Brunetta, Roberto Campari, Michele Guerra e Pier Paolo De Sanctis (che s’aggiungono al suggestivo racconto di chi - Fabio Carpi – con Malerba ha collaborato a lungo), scandagliando a fondo un ambito forse meno conosciuto di quello letterario ma pieno di sorprese e di scoperte per chi legge.
Così è del resto l’intero volume, approfondimento appassionato e ritratto a tutto tondo - da Parma a Roma, a Parigi - impossibile davvero da sintetizzare e tutto da leggere. Un lavoro prezioso che fortunatamente ha trovato pubblicazione, a quattro anni dal convegno, e che diventerà senz’altro punto di riferimento critico su Malerba. 
Simmetrie naturali - Diabasis, pag. 184, 18,00
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti presenta la candidatura: "Una città dove le persone sono al centro" Diretta

Amministrative 2017

Pizzarotti presenta la candidatura: "Una città dove le persone sono al centro" Diretta

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

Prende corpo l'ipotesi di una lite per motivi personali

14commenti

Parma

Palazzo Pallavicino sarà donato alla Fondazione Cariparma

Rimini

I gelati migliori d'Italia: Parma e Salso al top nella guida del Gambero Rosso

Gli ispettori della guida hanno assegnato i "tre coni" a 36 gelaterie in tutto il Paese

2commenti

Piovani

"Cura D'Aversa efficace. E da confermare a Venezia" Video

Questa sera Bar Sport (Tv Parma 20.30): mercato, big match, Evacuo e tanto altro

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

sponsor tecnico

Nazionali di volley, un quadriennio olimpico con l'Erreà

L'azienda di Parma firmerà le nuove divise da gara e la linea di abbigliamento fino al 31 gennaio 2021

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

4commenti

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Ecco i cuccioli sopravvissuti fra le macerie dell'albergo di Rigopiano Foto

Stati Uniti

Chelsea Clinton difende Barron, il figlio piccolo di Trump

SOCIETA'

Anniversari

Il frisbee compie sessant'anni

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

uefa

25 anni di Champions: il Parma è 85°. 7° in Italia

VENEZIA

Insulto razzista a un giocatore 13enne: rissa fra genitori sugli spalti

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)