-2°

Arte-Cultura

Malerba parole e immagini

Malerba parole e immagini
Ricevi gratis le news
0

di Laura Orfini

Duemilaotto-duemilatredici: cinque anni senza Luigi Malerba. Senza il suo «polimorfismo», la sua versatilità, la sua varietà, la sua «irriverenza», la sua capacità di scrivere. E d’inventare, di creare, di sperimentare: in tutti i campi (tanti: dalla letteratura al cinema, alla televisione, al giornalismo, e molto altro ancora) in cui si è cimentato, lasciando un segno forte nella cultura del nostro Novecento. Particolarmente gradita, in questo quinto anniversario, la pubblicazione con cui l’editore Diabasis lo ricorda: «Simmetrie naturali. Luigi Malerba tra letteratura e cinema», a cura di Nicola Catelli, riflette sull’autore bercetese in uno spettro amplissimo, riuscendo da un lato a rendere appieno l’idea della sua poliedricità (poliedricità di alto livello, condotta con risultati eccellenti e con pochi eguali nella cultura del secondo Novecento) e dall’altro a far emergere in modo inequivocabile il ruolo di assoluto rilievo che gli spetta nel panorama novecentesco, e che non sempre – nonostante i numerosi premi vinti – gli è stato riconosciuto nei giusti termini. Autore celebre ma talora in parte sottovalutato, Malerba: la pubblicazione di Diabasis può dare un contributo significativo in questo senso, facendo il punto sulla figura dell’autore de «La scoperta dell’alfabeto» e de «Il pianeta azzurro» ma anche, per certi versi, rilanciando. Avanzando anche – come sottolineano Luigi Allegri e Gabriella Ronchi nella presentazione – «nuovi sguardi critici» sul suo lavoro, e proponendosi come operazione tutt’altro che statica: punto di arrivo e punto di partenza insieme.
Il volume – parte della collana «Carte di lavoro» dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma - raccoglie gli atti del convegno di studi «Luigi Malerba. La letteratura e il cinema», organizzato dai Dipartimenti di Italianistica e di Beni culturali e dello spettacolo dell’Università e dal Comune di Parma l’8 e il 9 ottobre 2009, a un anno dalla scomparsa dell’autore: una «due giorni» malerbiana di notevole spessore, con il coinvolgimento di alcuni dei suoi maggiori studiosi. Da Walter Pedullà a Francesco Muzzioli, da Romano Luperini a Dominique Budor, a Renato Barilli, a Gian Piero Brunetta, gli interventi proposti indagano la personalità di Malerba a 360 gradi, attraversando così oltre mezzo secolo di cultura italiana e di stili, modi, tendenze: dal neorealismo alle neoavanguardie, fino al postmoderno e oltre.
Novecentesco, certo, Malerba: pienamente novecentesco. E il volume lo testimonia con efficacia: non foss’altro per quel «narratore diviso» di cui ben tratta Muzzioli, o per quella «disintegrazione molecolare dell’identità» (così nel saggio di Giovanni Ronchini) che colloca i suoi personaggi in una schiera illustre nella quale trovano spazio, ad esempio, Mattia Pascal e Zeno Cosini, o per l’«inesauribile sperimentalismo narrativo» evidenziato da Budor, o ancora per gli accenti kafkiani rilevati da Rinaldo Rinaldi.Ma novecentesco non senza radici: tutt’altro. 
E anche su questo aspetto il libro è illuminante, nel sottolineare a dovere tutti i puntelli che Malerba ha nel passato: dall’attenzione ai dialetti e alla civiltà contadina fino alla passione per il Medio Evo. Quel Medio Evo che è riferimento letterario costante e che Malerba porta anche al cinema con «Donne e soldati», diretto con Antonio Marchi. Ecco, il cinema: l’altro fuoco dell’ellisse. Cinema (e televisione) da sceneggiatore e da regista, oltre che da critico. Cinema come «palestra» per la narrativa ma non solo. Cinema come altro mezzo con cui inventare: a partire dal linguaggio. Anche su questo ci si sofferma parecchio, con i bei saggi di Gian Piero Brunetta, Roberto Campari, Michele Guerra e Pier Paolo De Sanctis (che s’aggiungono al suggestivo racconto di chi - Fabio Carpi – con Malerba ha collaborato a lungo), scandagliando a fondo un ambito forse meno conosciuto di quello letterario ma pieno di sorprese e di scoperte per chi legge.
Così è del resto l’intero volume, approfondimento appassionato e ritratto a tutto tondo - da Parma a Roma, a Parigi - impossibile davvero da sintetizzare e tutto da leggere. Un lavoro prezioso che fortunatamente ha trovato pubblicazione, a quattro anni dal convegno, e che diventerà senz’altro punto di riferimento critico su Malerba. 
Simmetrie naturali - Diabasis, pag. 184, 18,00
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Oggi speciale su cani, gatti & Co. con la Gazzetta di Parma

Lealtrenotizie

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

elezioni

Salvini a Parma: "La flat tax per rimettere soldi nelle tasche degli italiani"

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

BEDONIA

Furto all'agriturismo La Tempestosa

1commento

Lutto

Addio a padre Simoncini, ultimo gesuita di Parma

incidente

Pedone investito a Ramiola

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

Viabilità

Colorno, verifiche ai ponti dopo la piena

BORGOTARO

Addio ad Arnaldo Acquistapace

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

elezioni

Scuole seggio, chiuse dal 3 al 6 marzo. Per universitari fuorisede trasporti con tariffe agevolate

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

modena

Colpì una 15enne col manganello, chiesto processo per poliziotto

2commenti

SPORT

SPORT

Il ritorno del "Biscione" in Formula Uno: ecco l'Alfa Romeo C37 Foto

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

SOCIETA'

musica

Dopo quasi 30 anni tornano i primi dischi in vinile della Sony

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato