23°

32°

Arte-Cultura

I sogni di Bray? Musei aperti e accoglienti

I sogni di Bray? Musei aperti e accoglienti
Ricevi gratis le news
0

Silvia Lambertucci

Fondi europei per rilanciare i musei del Sud, un intervento di salvataggio per le fondazioni liriche «senza che resti a casa nessuno» e soprattutto nuove assunzioni, per archeologi, archivisti, bibliotecari e non solo. Incassati i consensi per il decreto Valore Cultura – che ora ha tempo fino al 9 di ottobre per diventare legge – Massimo Bray insiste e ribadisce anche dalle vacanze  il progetto di un cambio di pagina per la cultura. Dalla necessità di un turismo consapevole che passi per una valorizzazione non consumistica del patrimonio, al sogno «che deve diventare realtà» di musei con orari flessibili, librerie accoglienti, caffè d’appeal che non ci facciano più invidiare gli alti standard internazionali. Scelte di cambiamento, sottolinea in un’intervista all’ANSA il ministro dei beni culturali e del turismo, che «i cittadini chiedono a gran voce».  Il primo passo, mal di pancia del governo permettendo, sarà proprio lì, sulla discussione parlamentare e la trasformazione in legge del decreto presentato a fine luglio a Palazzo Chigi con il premier Letta accanto a metterci la faccia. In ballo ci sono decine di cose, dalle novità per la gestione di Pompei al rinnovo delle misure fiscali per il cinema, dal fondo di salvataggio per le fondazioni liriche sull'orlo del collasso all’assunzione di 500 under 35 per progetti destinati al Sud. Se andasse tutto in porto sarebbe una piccola rivoluzione. Soprattutto tenendo conto delle miserie in cui si è dibattuto il settore negli ultimi anni, con i conti del ministero sempre più in rosso. Bray risponde diplomatico: «sono sicuro che tutti daranno un contributo per migliorarlo.  Mi sembra che il Parlamento voglia favorire l’approvazione di provvedimenti per la Cultura, quelle scelte chiare di cambiamento che i cittadini chiedono a gran voce». E intanto rassicura i lavoratori della lirica. Anche con i tagli richiesti alle fondazioni in difficoltà, assicura, «lavoreremo perchè non resti a casa nessuno». Il personale in più verrà riassorbito da Ales, la spa del ministero, «ma anche gli enti locali faranno la loro parte come possibile. Il taglio degli integrativi è una richiesta necessaria fino a quando i conti non torneranno in ordine, per garantire la sopravvivenza delle Fondazioni. Ripeto, l’interesse è quello di mantenere i posti di lavoro». Altro capitolo caldo, il rapporto con i privati, per il quale Bray ha sempre detto di volere «regole chiare». A definirle, spiega ora il ministro, concorrerà in parte la nuova commissione per il codice dei beni culturali della quale faranno parte Giuliano Amato e Salvatore Settis: «Alcune di queste regole verranno stabilite dalla commissione, discusse con me e presentate al Parlamento», sottolinea, «in questo modo i privati conosceranno in modo chiaro e trasparente qual'è l’impostazione e le regole da rispettare».
In pentola c'è anche altro: «stiamo lavorando per creare le condizioni per poter assumere, dopo tanto tempo, il personale necessario», assicura il ministro. Intanto si lavora alla riforma del ministero.  Difende e rivendica la scelta del governo di unire cultura e turismo («è un segnale che ho intenzione di recepire al meglio») e torna, ribadendolo come un mantra, sul concetto di 'cultura per tuttì su cui arriveranno provvedimenti. Quando si parla musei e turismo, del resto, il ministro pugliese si accalora, spiega che vorrebbe si scoprisse «quella che è l’unicità del nostro Paese una rete museale straordinaria e di valore inestimabile» e che questo avvenisse «con un lavoro di divulgazione fatto tra il mio ministero e quello della Pubblica istruzione». Anche per realizzare quest’idea, ricorda, sono state stanziate nuove risorse e sbloccati fondi europei Poin per 372mln.  In concreto c'è per ora l’esperimento di apertura serale (l'ultimo sabato del mese, si ricomincia a fine agosto) che coinvolge 38 fra musei e aree archeologiche mentre dovrebbero ripartire le gare per l’assegnazione dei cosiddetti servizi aggiuntivi. Ma quello di trovare nei musei italiani, orari più elastici, caffetterie accoglienti e librerie attrezzate, insiste Bray, «è un sogno che deve diventare realtà. I privati che gestiscono i servizi aggiuntivi devono essere chiamati a rispettare standard di alta qualità». Obiettivo, lo standard del celeberrimo Met newyorchese. Lui lo promette: «Lavorerò affinchè l’Italia non abbia niente da invidiare a queste strutture». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti