-2°

Arte-Cultura

I sogni di Bray? Musei aperti e accoglienti

I sogni di Bray? Musei aperti e accoglienti
Ricevi gratis le news
0

Silvia Lambertucci

Fondi europei per rilanciare i musei del Sud, un intervento di salvataggio per le fondazioni liriche «senza che resti a casa nessuno» e soprattutto nuove assunzioni, per archeologi, archivisti, bibliotecari e non solo. Incassati i consensi per il decreto Valore Cultura – che ora ha tempo fino al 9 di ottobre per diventare legge – Massimo Bray insiste e ribadisce anche dalle vacanze  il progetto di un cambio di pagina per la cultura. Dalla necessità di un turismo consapevole che passi per una valorizzazione non consumistica del patrimonio, al sogno «che deve diventare realtà» di musei con orari flessibili, librerie accoglienti, caffè d’appeal che non ci facciano più invidiare gli alti standard internazionali. Scelte di cambiamento, sottolinea in un’intervista all’ANSA il ministro dei beni culturali e del turismo, che «i cittadini chiedono a gran voce».  Il primo passo, mal di pancia del governo permettendo, sarà proprio lì, sulla discussione parlamentare e la trasformazione in legge del decreto presentato a fine luglio a Palazzo Chigi con il premier Letta accanto a metterci la faccia. In ballo ci sono decine di cose, dalle novità per la gestione di Pompei al rinnovo delle misure fiscali per il cinema, dal fondo di salvataggio per le fondazioni liriche sull'orlo del collasso all’assunzione di 500 under 35 per progetti destinati al Sud. Se andasse tutto in porto sarebbe una piccola rivoluzione. Soprattutto tenendo conto delle miserie in cui si è dibattuto il settore negli ultimi anni, con i conti del ministero sempre più in rosso. Bray risponde diplomatico: «sono sicuro che tutti daranno un contributo per migliorarlo.  Mi sembra che il Parlamento voglia favorire l’approvazione di provvedimenti per la Cultura, quelle scelte chiare di cambiamento che i cittadini chiedono a gran voce». E intanto rassicura i lavoratori della lirica. Anche con i tagli richiesti alle fondazioni in difficoltà, assicura, «lavoreremo perchè non resti a casa nessuno». Il personale in più verrà riassorbito da Ales, la spa del ministero, «ma anche gli enti locali faranno la loro parte come possibile. Il taglio degli integrativi è una richiesta necessaria fino a quando i conti non torneranno in ordine, per garantire la sopravvivenza delle Fondazioni. Ripeto, l’interesse è quello di mantenere i posti di lavoro». Altro capitolo caldo, il rapporto con i privati, per il quale Bray ha sempre detto di volere «regole chiare». A definirle, spiega ora il ministro, concorrerà in parte la nuova commissione per il codice dei beni culturali della quale faranno parte Giuliano Amato e Salvatore Settis: «Alcune di queste regole verranno stabilite dalla commissione, discusse con me e presentate al Parlamento», sottolinea, «in questo modo i privati conosceranno in modo chiaro e trasparente qual'è l’impostazione e le regole da rispettare».
In pentola c'è anche altro: «stiamo lavorando per creare le condizioni per poter assumere, dopo tanto tempo, il personale necessario», assicura il ministro. Intanto si lavora alla riforma del ministero.  Difende e rivendica la scelta del governo di unire cultura e turismo («è un segnale che ho intenzione di recepire al meglio») e torna, ribadendolo come un mantra, sul concetto di 'cultura per tuttì su cui arriveranno provvedimenti. Quando si parla musei e turismo, del resto, il ministro pugliese si accalora, spiega che vorrebbe si scoprisse «quella che è l’unicità del nostro Paese una rete museale straordinaria e di valore inestimabile» e che questo avvenisse «con un lavoro di divulgazione fatto tra il mio ministero e quello della Pubblica istruzione». Anche per realizzare quest’idea, ricorda, sono state stanziate nuove risorse e sbloccati fondi europei Poin per 372mln.  In concreto c'è per ora l’esperimento di apertura serale (l'ultimo sabato del mese, si ricomincia a fine agosto) che coinvolge 38 fra musei e aree archeologiche mentre dovrebbero ripartire le gare per l’assegnazione dei cosiddetti servizi aggiuntivi. Ma quello di trovare nei musei italiani, orari più elastici, caffetterie accoglienti e librerie attrezzate, insiste Bray, «è un sogno che deve diventare realtà. I privati che gestiscono i servizi aggiuntivi devono essere chiamati a rispettare standard di alta qualità». Obiettivo, lo standard del celeberrimo Met newyorchese. Lui lo promette: «Lavorerò affinchè l’Italia non abbia niente da invidiare a queste strutture». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Domani speciale su cani, gatti & Co.

Lealtrenotizie

Rubano alcune lanterne dai tavolini di un ristorante di via Mameli

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi in centro: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

1commento

PARMA

In stazione con un motorino rubato: denunciati un 20enne e un 17enne

I ragazzi abitano a Solignano

CULTURA

Parma capitale 2020: «Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

I giudizi del comitato scientifico

1commento

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

PARMA

Eramo, Lavagetto e Pezzuto: "Niente sala civica per Forza Nuova, bastava modificare il Regolamento"

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

2commenti

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

PARMA

L’anteprima di “Benvenuti a casa mia”: al cinema gratis con la Gazzetta

Il nostro giornale mette a disposizione 25 inviti per due persone

politica

Agenda elettorale: oggi Renzi a Parma, domani Salvini a Busseto e Traversetolo

INTERVISTA

Da Parma alla Norvegia: "Alle isole Lofoten, alci a passeggio fra le case..." Video Foto

Giovanni Garani spiega le emozioni del suo viaggio in Norvegia assieme a Fabio Fornasari

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

20commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

7commenti

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

PALERMO

Facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due clienti

1commento

SPORT

olimpiadi

L'atleta russo di curling Krushelnitckii è positivo al doping: aperta una procedura

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa