17°

Arte-Cultura

Il cosmopolitismo di Filippo de Pisis in 80 opere alla Magnani Rocca

Il cosmopolitismo di Filippo de Pisis in 80 opere alla Magnani Rocca
0

(Nicoletta Castagni - agenzia Ansa)

Lo spirito cosmopolita di Filippo de Pisis, l’attenzione viscerale per le atmosfere dei luoghi e la varia umanità, tale da influenzare profondamente l’intera sua pittura, sono al centro di una grande mostra che si aprirà il 13 settembre alla Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo. Nella bellissima dimora che fu di Luigi Magnani, amico e collezionista dell’artista ferrarese, saranno esposte circa 80 opere tra dipinti e disegni, concesse in prestito da collezioni pubbliche e private italiane e internazionali.
L'importante rassegna, intitolata "Filippo de Pisis en voyage. Roma, Parigi, Londra, Milano, Venezia", è stata curata
da Paolo Campiglio e realizzata della Fondazione Magnani Rocca in collaborazione con l’Associazione per Filippo de Pisis, mentre il coordinamento è stato affidato allo storico dell’arte Stefano Roffi.
Lo scopo è di evidenziare, grazie a una puntuale selezione delle opere, la modernità di de Pisis riassunta in quel suo incessante viaggiare per l’Europa degli anni '30 e '40. Autentico intellettuale senza frontiere in un periodo di crisi internazionale e chiusure nazionalistiche, l’artista aveva infatti scelto, in decisa controtendenza, di fare proprio delle principali capitali del vecchio continente le sedi più appropriate per la sua personale declinazione espressiva.
Ecco quindi la produzione degli anni parigini (1925-1939), fecondi di scoperte e maturazioni pittoriche, preceduti però dal periodo romano (1920-1924), quando de Pisis individua nella pittura il mezzo più consono alla sua creatività. Sono documentati anche i due soggiorni a Londra (1935 e 1938), importanti ai fini della precisazione del segno e della messa a punto di una personale tavolozza cromatica, nonchè gli anni del trasferimento a Milano (1940-1943), che preludono alla grande opera di Venezia (1943-1949), il momento più felice della sua maturità. Ma al centro di tutto c'è Ferrara, che resta per tutta la vita la Città dalle cento Meraviglie, vissuta nel giovanile incanto metafisico e filtrata prevalentemente attraverso la vena letteraria (in lui dominante fino alla metà degli anni '20), quasi una specie di aura che permea il suo sguardo sulle cose.
La mostra si concentra su alcune opere capitali di de Pisis realizzate durante i suoi soggiorni e ispirati ai generi che più l’hanno interessato: il paesaggio urbano, il ritratto e il nudo maschile, la natura morta. Del periodo romano spicca la "Natura morta con le uova" (1924) della Collezione Jesi (Pinacoteca di Brera), appositamente restaurata. Di segno metafisico, rivela i contatti del giovane artista con alcuni modelli contemporanei, tra cui Giorgio Morandi conosciuto a Bologna negli anni dell’università. A raccontare gli anni parigini ci sono i paesaggi urbani come il tormentato "Quai de la Tournelle" (1938) o il "Marinaio francese" (1930). Testimonia invece la permanenza londinese il dittico "La strada di Londra" e "La casa di Newton" (1935), immagini emblematiche delle atmosfere percepite in quegli anni.
Infine, sarà ricostruita per la prima volta (anche se solo in parte) la donazione che de Pisis fece nel 1941 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna, un nucleo di dodici dipinti che doveva rappresentare la sua complessa e incessante ricerca espressiva.
 

Guarda il servizio del Tg Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I Soul System, vincitori di X-Factor, a Radio Parma e stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Cantano i Soul System, da X-Factor a... Radio Parma Video

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi

Reggio

Fotografia Europea, 400 mostre "off": anche Parma fra gli eventi Foto

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Autobus

Trasporto pubblico

Addio Tep: i prossimi 9 anni saranno targati Busitalia

Tep ha 30 giorni per un eventuale ricorso al tribunale amministrativo

5commenti

Incidente

Bimbo investito da un'auto a Fontanellato

Scontro auto-scooter a Sanguinaro: un ferito

IL FATTO DEL GIORNO

L'omicidio di Alessia Della Pia: Jella è libero in Tunisia, interrogazione in Parlamento

Inflazione

A Parma i prezzi corrono più della media nazionale: +2,5% ad aprile, pesano i carburanti

Aumentano alimentari, ristorazione e servizi per la casa, calano i prezzi dei settori Comunicazioni e Istruzione

Bullismo

La vittima di una bulla: «Non voglio più andare a scuola»

9commenti

lega pro

Trasferta, crociati a Teramo in treno: ecco i convocati

Calcio

Derby, appello di Pizzarotti: "Sia una giornata di divertimento". Ai crociati: "I parmigiani credono in voi"

Il sindaco è intervenuto sul suo profilo Facebook

3commenti

meteo

Tra pioggia e arcobaleno in città, neve al Lago Santo Video

Elezioni 2017

Brunetta: "Con Laura Cavandoli possiamo liberare Parma dall'equivoco Pizzarotti"

sorbolo

Danni alla parete del nuovo edificio: il sindaco sequestra i palloni

8commenti

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

1commento

bologna

Aemilia, 7 imputati parmigiani al processo d'appello. La Procura generale vuole sentire Giglio

Bernini non è in aula 

1commento

MOTO

500 Miles: da Parma la 24 ore delle Harley

500 Miles: da Parmala 24 oredelle Harley

ordinanza

Niente alcol in lattine o bottiglie durante lo Street Food Festival

gazzareporter

Rottura a un tombino: cortile della Pilotta allagato Video

4commenti

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

2commenti

ITALIA/MONDO

FERRARA

I carabinieri cercano il killer Igor e trovano gli spacciatori

Mondo

Il Papa in Egitto: viaggio di unità e fratellanza Video

SOCIETA'

Fisco

"Amazon ha evaso 130 milioni"

USA

A Los Angeles un luogo per gli amanti del gelato Video

SPORT

TENNIS

La Sharapova continua a vincere

Formula 1

Gp di Russia, prove libere: le Ferrari davanti a tutti

MOTORI

IL TEST

Al volante di Infiniti QX30. Ecco come va Foto

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche