17°

Arte-Cultura

Dopo l'uscita dal museo

Dopo l'uscita dal museo
Ricevi gratis le news
0

Gianni Croci

«Cosa mi porti a vedere», scattò Barbara,  voce alterata e spigolosa, alzando la testa mentre si sedeva in auto dalla parte del viaggiatore.
«Tu, in questi graffiti ci vedi la suprema arte dell’amore, io non la penso come te e credo abusasse sulla povera carne del corpo, quel popolo, per affermare la massima civiltà raggiunta col loro potere».
Barbara esplodeva facilmente con Gerardo quando le sue opinioni non combaciavano con quelle del suo uomo.
Vivevano insieme, in libera convivenza da otto anni, e Barbara non era in pari col sesso, la sua educazione cattolica, nonostante la sua vita fuori dal matrimonio canonico, non le permetteva altrettanta libertà nei rapporti sessuali con Gerardo.
Era uno spigolo. Insuperato.
Come se un demonio o nostro Signore la tenessero stretta per mano e la bloccassero quando il dunque pretendeva la follia di un gesto, di un grido, che solo il giorno dopo si sarebbe chiesta in solitudine come aveva potuto perdere così vistosamente i lumi della ragione e perdersi nel tunnel del piacere che mai aveva provato sulla carne, ma che paventava e che un giorno o l’altro il coraggio, che non le mancava, l’avrebbe aiutata ad attraversare il guado del piacere senza rimorsi.
Gerardo aveva preso la palla al balzo mentre si trovava in vacanza al mare con Barbara per portarla a visitare i Musei Erotici.
 Graffiti, incisioni su mura e pietra, pitture murali, affreschi, con figure di uomini e donne che si amano liberamente come la natura e l’apporto intelligente degli esseri umani può esercitare al di là del bene e del male e della stupida e volgare pornografia. Così la pensava Gerardo.
Erano rientrati in albergo tutti e due immusoniti.
Per le parole di Barbara, altrettanto per i silenzi di Gerardo che non muovevano né l’aria né il suo modo di pensare all’amore, con quel pizzico di libertà che sottintendeva il piacere come una conquista, la perdita del pudore ch’era soltanto paura, timore di offendere, di sentirsi sporco di una virtuale volgarità che esisteva solo nella mente di Barbara, nel suo modo di affrontare la propria coscienza pulita e incontaminata, innocente come la candida verginità dei suoi pensieri, del suo amore verso di lui.
A tavola, però, nonostante le discussioni di Barbara e le glissate di Gerardo, avevano mangiato con appetito e di gusto.
Branzino al sale e verdure al forno, Vermentino frizzante secco, gelato abbondante con panna per Barbara e caffè per due.
Saliti in camera Barbara si tolse la camicetta di seta e i pantaloni di lino beige, si sedette sullo sgabello del bagno, sfilò i sandali dai piedi uno alla volta e li fece volare verso la porta smerigliata del box doccia. Finì di svestirsi mostrando la schiena nuda e abbronzata a Gerardo, che già l’attendeva a letto. Indossò il pigiama e abbassò la tapparella. «L’amore pretende quel qualcosa in più che lo rende unico e inimitabile con altre passioni che non siano legate all’uomo e alla donna, al maschio e alla femmina. Quel qualcosa è il linguaggio, la sintassi della verità e del gusto, una nuova sintesi di dare e prendere. L’avventura erotica, se così la vuoi chiamare, è sempre una storia che dà forma all’amore, la completa col carattere di una libertà che fino a un momento prima c’era del tutto sconosciuta. Ci è indispensabile per esprimere il meglio di noi stessi».
«La donna - disse Barbara - aspetta troppo o troppo poco. I suoi tempi non sono regolati da nessun orologio. Non c’è misura e spazio per il suo piacere».
Barbara si era avvicinata e gli stringeva la mano mentre Gerardo nudo e sicuro di sé era già pronto a cascarle addosso, coprirla con i suo corpo, la sua carne, il suo sangue, il suo fiato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro