Arte-Cultura

È morto Heaney, voce dell'Irlanda

È morto Heaney, voce dell'Irlanda
Ricevi gratis le news
0

Mauretta Capuano

Il mondo a Seamus Heaney, il poeta premio Nobel irlandese, morto ieri a 74 anni, si è sempre «presentato sotto forma di memoria», come diceva lui stesso. E da quella memoria veniva la carica emotiva di tutte le sue poesie che affondano le radici nel profondo legame con le cose semplici. Le origini, la sua terra e la lotta fratricida che ne ha segnato la storia sono il fondamento dei suoi versi come si vede in «North», la sua raccolta più famosa, del 1975, pubblicata in Italia da Mondadori. Considerato l’erede e il più importante poeta irlandese dopo William Butler Yeats, Heaney, nato il 13 aprile 1939 a Casteldawson, nell’Irlanda del Nord, viveva a Dublino, dove è morto. Stava lavorando a un nuovo libro di poesie e con Mondadori collaborava da tempo al Meridiano a lui dedicato, di cui è prevista l’uscita nel 2014 con un’introduzione del critico letterario Piero Boitani. I suoi ultimi importanti libri sono «Catena umana», uscito nel 2011 per Mondadori, e «District e Circle» (Mondadori, 2009), pubblicato in Inghilterra nel 2006, che fa riferimento ai nomi delle due linee metropolitane londinesi, scritto dopo gli attentati alla metro di Londra. Tra le principali raccolte: «Station Island»  in cui c'è un’ode al cugino ucciso dai protestanti, «Electric Light», «The Spirit Level». Primo di nove figli in una famiglia di origini cattoliche, Heaney ha trascorso l’infanzia nella casa colonica del podere di Mossbawn, dove il padre era fattore: «Ho cominciato – diceva - la mia vita in un’azienda agricola, con i piedi per terra, poi mi sono lasciato trasportare da altri argomenti, le guerre di resistenza, il gran numero di vittime nel mio paese». In molti suoi versi appare la figura austera della madre come prototipo della donna irlandese cattolica. Il poeta Nobel ha fatto di Belfast, dove si è laureato in letteratura inglese grazie a una borsa di studio, le radici culturali della sua poesia. «Penso alle tematiche personali e irlandesi come fossero le vocali e alla consapevolezza letteraria nutrita dall’inglese come se fosse le consonanti» scriveva della sua poesia. La sua prima raccolta «Death of a Naturalist» («Morte di un naturalista») è uscita quando aveva 26 anni e nei primi testi usava lo pseudonimo di «Incertus». La produzione giovanile risente di Robert Frost e Ted Hughes, ma diventano sempre più influenti Wordsworth, Manley Hopkins, Thomas Hardy e, dagli anni '70, Dante di cui raccontava di aver seguito l’esempio. «Quello che più mi ha emozionato è stato il modo in cui Dante affrontava i problemi e la malvagità delle persone. Non faceva mai commenti diretti sulla realtà politica, sulla sua città. Faceva parlare i suoi personaggi. In questo lo ho in un certo senso imitato» aveva spiegato Heaney nel 2012, in occasione dell’inaugurazione del Festivaletteratura di Mantova dove aveva ricevuto la cittadinanza onoraria. Grande lettore di poesia italiana, Heaney apprezzava molto  Eugenio Montale e recentemente aveva scoperto e stava traducendo «Myricae» di Giovanni Pascoli.  All’intera opera poetica di  Seamus Heaney  sarà dedicato un Meridiano a cui la Mondadori lavorava da tempo con la collaborazione del poeta. «Di solito l’uscita pregiata dei Meridiani è il Natale, ma faremo in modo di pubblicare quello di Heaney il 30 agosto 2014, per onorare il primo anno dalla sua scomparsa» dice   il parmigiano Antonio Riccardi, direttore letterario della Mondadori e poeta. A cura di Piero Boitani, autore anche dell’introduzione, il Meridiano avrà anche una preziosa nota scritta appositamente da Heaney.  «Heaney era molto contento di questa uscita, me lo ha detto più volte - spiega Riccardi - Mondadori è da tanti anni il suo editore e questo ci sembrava giustissimo e doveroso per un autore così rilevante non solo dal punto di vista della poesia». Da «Death of a Naturalist» («Morte di un naturalista») del 1966 all’ultima raccolta «Catena umana» uscita nel 2011, il Meridiano raccoglie l’intera opera poetica di Heaney, non le sue prose. «Heaney è stato anche un grande teorico della letteratura però è ovvio che la sua matrice profonda e la ragione per cui si è occupato di letteratura è la poesia -  sottolinea Riccardi -. Nel discorso per il Nobel  ha detto una cosa formidabile e cioè che la poesia non può far altro che dire la verità in modo feroce ma lo fa in forma obliqua. È la definizione più fulminante del lavoro di poeta». Fondamentale, inoltre,  il suo rapporto con la memoria «che - conclude Riccardi - ha raggiunto una forza e coloritura universale che è la ragione per cui è diventato la voce di un popolo. Questo accade quando la letteratura fa il suo dovere al meglio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Parma-Cesena: occasioni per i crociati ma ancora niente gol

STADIO TARDINI

Parma-Cesena: occasioni per i crociati ma niente gol Foto

Il primo tempo finisce 0-0. Crociati a un passo dal gol con Di Gaudio e Scavone. Scintille in campo fra Scozzarella e Jallow

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

tg parma

Ponte chiuso fra Colorno e Casalmaggiore: protesta sulle due sponde del Po Video

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

ALLUVIONE

Tra ruspe e "angeli del fango": a Lentigione si lavora senza sosta Foto

Messa domenicale sul sagrato della chiesa

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

8commenti

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

PISA

Capotreno aggredito e due agenti di polizia feriti: fermati 4 minorenni

2commenti

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande