10°

22°

Arte-Cultura

Mantova, cinque giorni da sfogliare

Mantova, cinque giorni da sfogliare
Ricevi gratis le news
0

Vanni Buttasi

Una lettura lunga cinque giorni. Una città che diventa un cantiere di idee alla presenza di autori provenienti da tutto il mondo. Nell’edizione che in assoluto conta il maggior numero di presenze internazionali, grande spazio viene dato alla letteratura latinoamericana, con  un focus dedicato alla letteratura cubana con Atilio Caballero Menéndez, Wendy Guerra, Francisco López Sacha, Leonardo Padura Fuentes, Karla Suarez che racconteranno che cosa significa scrivere (e leggere) oggi a Cuba, in un momento cruciale per il futuro dell’isola.   Mantova non teme la scaramanzia e promette un'edizione numero 17 ricca di contenuti come non mai, dedicata ad una riflessione sulla letteratura. Da mercoledì 4 a domenica 8 settembre la città dei Gonzaga diventa la capitale. Più di duecento, come nella tradizione, gli incontri con gli autori senza dimenticare i numerosi eventi collaterali che fanno del Festivaletteratura un appuntamento unico nel suo genere. Senza scordare gli stessi luoghi dove avvengono gli eventi: location che, da sole, valgono il prezzo del biglietto. Piazza Leon Battista Alberti - meglio conosciuta come il retro della basilica di Sant'Andrea -, piazza Castello, palazzo di San Sebastiano, palazzo Ducale, il teatro Bibiena, piazza Virgiliana: ogni angolo della città pulserà di cultura. Come sempre, per i nostri lettori, proveremo a dare una breve «guida» (tutte le info sul sito www.festivaletteratura.it). Un'apertura in grande stile con un autore di richiamo come Roberto Saviano: l'incontro, dal titolo «La forza delle parole», si terrà mercoledì 4 settembre, alle 17, in piazza Castello.  Al palazzo Ducale, nelle sale del Capitano, alle 17.30, «Ri-tratto», un laboratorio per adulti con lo scrittore parmigiano Paolo Nori. Al palazzo di San Sebastiano, alle 19, «Tv e internet: per andare oltre il muro della maggioranza» con Carlo Freccero, un vero esperto in campo televisivo, e il filosofo Maurizio Ferraris. Infine, in piazza Castello, alle 21, due delle voci più apprezzate della letteratura europea: Almudena Grandes e Melania Mazzucco. 
Giovedì 5 settembre, alle 9, in piazza Alberti, Jhumpa Lahiri e Alberto Notarbartolo parleranno del futuro delle pagine della cultura sui giornali. Al palazzo di San Sebastiano, alle 14.30, «Incontri a bordo campo» con l'ex calciatore, comico e scrittore, il fidentino Gene Gnocchi, e il giornalista Adalberto Scemma. Lo stesso Scemma sarà protagonista con Gigi Garanzini, commentatore sportivo in radio e tv e autore di molti volumi sul calcio, e Franco Contorbia, docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea all'Università di Genova, di un incontro dal suggestivo titolo «Da Gianni Brera ai Senzabrera» (Evoluzione-involuzione del linguaggio sportivo): una lezione giornalistico-letteraria di un maestro che non ha lasciato allievi e che viene studiato come fosse un classico (cortile dell'Archivio di Stato, alle 17.15). 
La figura di Maria, madre di Gesù, tra devozione e storia, viene analizzata dallo studioso Marco Vannini e dal giornalista Corrado Augias, co-autori di «Indagine su Maria» (piazza Castello, alle 16.30). Nella tenda, in piazza Sordello, alle 17, l'intervista a Alessandro Bergonzoni: mezz'ora di domande del pubblico a ruota libera. Lo stesso Bergonzoni sarà protagonista di uno show in piazza Castello, alle 21.15. Infine «Un Dio d'acqua dolce» è l'ironico titolo dell'evento dedicato ad un viaggio lungo il Po per racconti, musica e acquerelli con Paolo Rumiz e Alessandro Sanna (teatro Ariston, alle 18).
Venerdì 6 settembre: «Dame della letteratura» è un appuntamento con Margaret Drabble, una delle maggiori autrici britanniche, e Ginevra Bompiani, uno dei punti di riferimento del mondo editoriale italiano (palazzo D'Arco, alle 10.15). Come lavora un giallista per preparare un bestseller? A rispondere al quesito lo scrittore britannico Peter May con «Delitti raccontati con cura»: con lui Marco Malvaldi (cortile dell'Archivio di Stato, alle 15).  J.R. Moehringer è noto in tutto il mondo per essere stato il ghostwriter di Andre Agassi: «Open», l'autobiografia del tennista americano è diventata un bestseller. Di storie americane parleranno lui, che ha vinto anche un Premio Pulitzer, e Beppe Severgnini (piazza Castello, alle 16). «Una storia partigiana» è un evento dedicato all'ultimo libro di Sergio Luzzatto, che narra un «brutto segreto» di Primo Levi (palazzo di San Sebastiano, alle 16.45). «Scrivo dei fatti della vita: se raggiungo certe sfumature dei sentimenti e riesco ad esprimerle, non ho diritto di tenerle per me»: questa è una frase di David Grossman che, insieme allo scrittore Giulio Busi, ripercorrerà l'intera sua carriera in un incontro in piazza Castello, alle 18.30. Sabato 7 settembre è il futuro dell'Italia il tema del confronto, in piazza Castello, alle 14.30, tra il giornalista Beppe Severgnini («Italiani di domani») e il cantautore Ivano Fossati: consigli per i giovani che vogliono realizzare i propri obiettivi nel nostro Paese.
 Dalla Swinging London degli anni '60 alla rabbia che ha accompagnato la nascita del punk: al centro della scena Barry Miles, uno dei massimi cantori della storia del rock, che sarà intervistato dal giornalista Enrico Franceschini (aula magna dell'Università, alle 14.45). A palazzo D'Arco, alle 18.30, la Parma di oggi (e non solo) sarà protagonista dell'incontro che Valerio Varesi avrà con il collega Maurizio De Giovanni, che narra la Napoli degli anni '30 (e non solo). Al teatro Bibiena, alle 22.30, «Il suono della notte: musiche per Marcel Proust»: un racconto-concerto con Luca Scarlini ed Emanuele Torquati. Infine, in piazza Virgiliana, sempre alle 22.30, per «Blurandevù», i ragazzi volontari del festival intervisteranno Lilian Thuram, ex difensore  del Parma e della Juventus nonché campione mondiale nel 1998 con la Francia. Lo stesso Thuram sarà protagonista di «Nero come i Grandi della Storia»: un incontro su come fermare il razzismo in programma domenica 8 settembre, alle 10, al palazzo di San Sebastiano. Il talento letterario di Mathias Énard, autore di «Zona» e «Parlami di battaglie, di re e di elefanti», francese di nascita e apolide d'adozione, è al centro dell'intervista dello scrittore Marcello Fois (cortile dell'Archivio di Stato, alle 17). «Cent'anni di confine»: in occasione del suo secolo di vita, Boris Pahor ritorna al festival per parlare con Bruno Gambarotta delle radici slovene, dell'amata moglie rada e di una vita testimoniata attraverso la letteratura (teatro Bibiena, alle 17.30). Il finale del Festivaletteratura, in piazza Castello, alle 18.30, è riservato a Emmanuel Carrère, che ha intrapreso un percorso assolutamente originale di riscrittura della vita degli altri: «Come definirei i miei libri? Dei ritratti. Se fossi un pittore, sarei sicuramente un ritrattista». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Crozza torna in Rai. Per Fazio

Fazio e Crozza sul palco di Sanremo 2013

televisione

Crozza torna in Rai. Per Fazio

1commento

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Platinette, rovinosa caduta giù dalle scale

tv

Platinette, rovinosa caduta dalle scale al "Tale quale Show" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

San Michele Tiorre, accoti i primi 8 migranti. Arrivano da Parma

tg parma

San Michele Tiorre, trasferiti da Parma i primi 8 migranti Video

2commenti

Via Burla

Rissa fra detenuti, agente ferito a Parma. Il Sappe: "Carcere praticamente in mano ai detenuti"

Il sindacato Sappe ribadisce i problemi di organico della polizia penitenziaria

PROVINCIA

Ponte di Colorno-Casalmaggiore: accelerati i lavori di verifica

Resta l'ipotesi del ponte di barche

PARMA

Tajani al Collegio Europeo: "Il voto tedesco impone Italia protagonista per la stabilità" Video

Il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, ha aperto l'anno accademico con una lectio magistralis

L'INTERVISTA

Casa: «Ecco la mia ricetta per la sicurezza»

20commenti

parma

In bici ubriaco: denunciato e due ruote sequestrata

7commenti

Tordenaso

Addio a Bortolameotti, uomo dal cuore grande

2commenti

PARMA

Nuovo rettore: mercoledì il primo turno delle elezioni, 6 candidati in lizza

Se nessuno otterrà la maggioranza assoluta, si tornerà a votare la prossima settimana

gazzareporter

Frigo e materassi in strada... Rifiuti abbandonati in via Pelacani

Tuttaparma

Portinerie e portinai di un tempo

1commento

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

Scuole

Studenti a rischio a Corcagnano

3commenti

"Robe da Circo"

Bimbi e fotografi ne combinano di "tutti i colori" Video

gazzareporter

In piazza Garibaldi è arrivato Capitan Acciaio Gallery

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

COLLECCHIO

Una discarica nel guado del Baganza, scatta la protesta

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

fisco

Caos Spesometro, "congelato" il sito di invio fatture

FIRENZE

Concorsi truccati, arrestati 7 docenti universitari

SPORT

tribunale Figc

Caso ultrà, Agnelli condannato a un anno. Juventus: 300 mila euro di ammenda

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

SOCIETA'

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano: 30 anni fa e oggi, le foto

1commento

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery