22°

Arte-Cultura

Il pittore ed il collezionista

Il pittore ed il collezionista
Ricevi gratis le news
0

Stefania Provinciali

Chi visita in questi giorni estivi la Fondazione Magnani Rocca e la sua collezione permanente non può non soffermarsi sui dipinti e sulle carte di Filippo de Pisis presenti nella collezione permanente aperta al pubblico. Il pittore di Ferrara, protagonista dell’arte del Novecento, è infatti uno degli artisti ( il secondo dopo Giorgio Morandi) più rappresentati nella raccolta del raffinato collezionista Luigi Magnani. Le opere della collezione, parte della grande mostra su de Pisis che aprirà il 13 settembre, ripercorrono non solo alcuni aspetti della pittura depisisiana ma anche, in una lettura cronologica, l’amicizia che legò quest’ultimo al collezionista musicologo, a partire dal primo incontro romano nel 1941, al Teatro delle Arti, sulle note dell’opera mozartiana Bastiano e Bastiana.Tre sono i dipinti datati 1941 che entrano nella collezione della Villa dei Capolavori, a Mamiano. W Mozart appartiene alla serie di opere realizzate da de Pisis dopo il ritorno da Parigi, avvenuto nel 1939, e l’elezione di Milano a città di residenza e rappresenta non solo l’omaggio al musicista ma anche la nascita di un’amicizia legata da comune passione. Interno dello studio, il secondo dipinto destinato a Magnani nel 1941, coglie il pittore quando, reduce dai successi di Parigi e di Londra, si trasferisce nell’appartamento milanese di via Rugabella; quasi una sorta di rito iniziatico per prendere veramente possesso di qualcosa, fisicamente ed emotivamente. La scena è di gusto teatrale ed emerge la consapevolezza della caducità di ogni cosa creata, sentita o vista che spingeva il sensibilissimo e inquieto artista a cercare di sottrarre col pennello attimi d’incanto al tempo fuggente. Tacchino, il terzo dipinto per Magnani del 1941, mostra un volatile rigido e appeso – quasi un albatro giustiziato - che tanto ricorda gli animali martirizzati di Chaïm Soutine, del quale de Pisis era solito frequentare l’atelier ma anche le composizioni di Rembrandt, simbologie del destino dell’uomo. E proprio Gli albatri del 1945, riportano al senso di illusorietà della vita là dove la luce d’argento che trascolora dal cielo temporalesco evidenzia i corpi degli uccelli riversi sulla spiaggia, La collezione di Magnani di opere depisisiane comprende Pan (Figura con flauto), del 1944 che per atmosfera, soggetto e trattamento pittorico, rimanda all’opera di de Pisis illustratore de I carmi di Catullo. E ancora Tromba sulla spiaggia, eseguito nel 1946, dall’atmosfera metafisica e fantastica, in cui l’inedito rapporto che l’autore instaura tra la tromba e il paesaggio marino si tramuta in capacità di cogliere un respiro universale vicino alla concezione teorica e della pittura di de Chirico. Paesaggio e Ritratto, acquerelli del 1937, appartengono agli anni parigini dell’artista mentre l’acquerello Figura in un interno rientra tra degli infiniti fogli che compongono il corpus dell’impetuosa grafica depisisiana.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La cucina piace bella piccante

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Barchette di carciofi con curry e curcuma

di Silvia Strozzi

Lealtrenotizie

Lite con coltello in via Lazio: e così vien incastrato per furto

carabinieri

Lite con coltello in via Lazio: e così viene incastrato per furto

2commenti

basilicagoiano

Spaccata al bar: videopoker svuotati in un casolare

Calcio

Per il Parma un altro ko

10commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

11commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

41commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

6commenti

IL VIDEOCOMMENTO

Grossi: "Castigati da Caputo, inseguito a lungo dal Parma"

3commenti

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

terremoto

Messico, 20 bimbi e due maestre morti nel crollo della scuola. Le vittime sono almeno 217 Video

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...