Arte-Cultura

Il viaggio di Ulisse in "Il mio nome è nessuno" di Manfredi

1

Giuseppe Marchetti
Valerio Massimo Manfredi, archeologo specializzato in topografia antica, è uno scrittore temerario.
Messosi sulle orme dell'antichità, dei suoi Dei e dei suoi Numi, non ha più abbandonato quel mitico territorio, percorrendolo in lungo e in largo con spavalda sicurezza e affascinante semplicità di narratore. 
Cospicua è, a tutt'oggi la sua bibliografia, che ora si arricchisce di un altro ponderoso racconto «Il mio nome è Nessuno. Il ritorno» (Mondadori editore): un racconto che porta al centro, come è facile immaginare, la figura di Ulisse gran condottiero e grande navigatore, ma soprattutto personaggio di leggenda, da Omero a Joyce, immortale cantore dell'umana astuzia e dell'infinito «nostos», cioè ritorno, che l'investe come un destino e un'impetuosa e impietosa sofferenza dall'antichità a oggi, senza respiro.
Manfredi ha creato, con il suo Nessuno, un'altra dimensione del racconto ulisseo, una dimensione di romanzo, che al fascino di Odysseo, Ulisse e Nessuno via via aggiunge un altra quasi incredibile vicenda: quella della narrazione vera e propria che come una misteriosa preghiera sulla vita e la morte entrambe le accoglie, le perfeziona nei loro ambiti di destino, scagliandole poi nel giro vorticoso della storia che a sua volta diventa l'unica storia possibile, cioè il gran rito del «nostos», il ritorno alla patria, all'Itaca regno e culla, famiglia e casa. Manfredi è narratore sapientissimo, acuto e abile nello scandire con saggia maniera i tempi del romanzo, quasi la voluttuosa e misteriosa rappresentazione dello sbigottimento e della solitudine che pervade il suo eroe che pure ambisce a «divenir del mondo esperto», tra realtà e sogni, tra memorie e rimorsi.
«Il mio nome è Nessuno», è, però, anche un romanzo di straziante verità poetica e sentimentale, quel che «i compagni vecchi e tardi» non comprendono ma che, tuttavia, resta il segno della vita, anzi il bagliore della vita che illumina il ritorno, l'amore per Penelope e Telemaco, il sempre represso grido di vittoria, quello che il buono e ospitale Telemaco definirà «una mensa in disparte» e una coppa di vino «del servizio reale».
Sono segni premonitori d'una futura battaglia da vincere. Così il viaggio di Odysseo diventa viaggio dell'uomo, anzi dell'umanità, e dell'eterno ritorno che Manfredi fissa, quasi moderno Femio, sulla ruota dei millenni dentro un'eccitazione fantastica e tragicamente vendicatrice: la sua gloria.
Il mio nome è Nessuno. Il ritorno - Mondadori, pag. 335, euro 19,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ravecca Massimo

    20 Ottobre @ 21.09

    Il "non finito" è la caratteristica del genio. Come il "non luogo", il "non nome", il "non tempo", ecc... L'astuto Ulisse crea un "non nome", Nessuno, per ingannare Polifemo, e un "non luogo", il cavallo di legno, per ingannare i troiani. Queste entità frutto di processi ricorsivi sono state usate anche da Gesù, Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti. Cfr. Ebook (amazon) di Ravecca Massimo: Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Calcio

Brodino per il Parma

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

14commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti