22°

32°

Arte-Cultura

Quando arrivava la posta dal Cile

Ricevi gratis le news
0

Gianni Croci 

Quando arrivava posta con quelle buste dal bordo colorato e la scritta in alto a sinistra Air Mail Par Avion col disegno dell’aereo in volo, Gualtiero la nascondeva nel cassetto del comò, sotto le camice stirate. L’apriva alla sera quando si coricava a letto, accendeva la seconda sigaretta della giornata, una nazionale, ne fumava due al giorno, la prima a mezzogiorno dopo mangiato, e iniziava a leggere.  Gli scriveva il suo amico Teresio, sarto e con poco lavoro da quando le industrie dell’abbigliamento si erano sviluppate e sempre più i loro prodotti sarebbero stati sul mercato alla portata di tutte le tasche.
 Gualtiero pensava a quando si trovavano alla sera dopo le cinque nell’osteria di Bertozzi a giocare a briscola e a tre sette, e loro due facevano coppia insieme. Finita la partita si fermavano a parlare di lavoro, di futura speranza da quando la sorella di Teresio che da anni gestiva un Hotel a Santiago del Cile, aveva invitato il fratello ad emigrare. Aveva bisogno di aiuto, di personale fidato nella gestione dell’Hotel. C’era posto per lui e la sua famiglia. Il lavoro non mancava. C’era da vivere per tutti. Lavorando, seguendo i clienti dell’albergo. Decisa la partenza, Teresio aveva pianto. Non sarebbe più tornato all’osteria di Bertozzi a giocare a briscola. Non avrebbe più rivisto gli amici del gioco, ma soprattutto l’amico del cuore: Gualtiero. Non sarebbe più passato davanti al Duomo e al Battistero per recarsi all’osteria di Bertozzi, dove si era divertito, aveva giocato e riso in compagnia, bevuto il Trebbiano e la Malvasia frizzante con gli amici. Sentiva che tutto era finito. Irrimediabilmente. La vita era passata, mancava soltanto la parola fine che avrebbe scritto a Santiago del Cile, un paese straniero, una città sconosciuta. Teresio scriveva a Gualtiero che il lavoro in Cile andava bene, e così la famiglia che si era portato con sé. Mai l’avrebbe abbandonata. C’era da sgobbare, far sudare le mani e la fronte, ma lo stipendio correva e così la vita. Con sua sorella c’era accordo e l’Hotel faceva il pieno ogni giorno.  Aveva nostalgia dell’Italia Teresio, e non solo. Gli mancavano gli amici, la briscola, il ciapanò, l’osteria di Bertozzi, la pungente arlìa quando con Gualtiero li mettevano sotto tutti. Erano bravi in Italia. Teresio aveva trovato qualche amico a Santiago per la briscola e la scopa in compagnia, ma li batteva con facilità. C’era poco gusto a giocare con delle mezze calzette. 
 Il sogno latino-americano se ne andava tutti i giorni con i dollari che guadagnava e quelli che spendeva a mandare avanti la famiglia. Non avanzava niente da mettere da parte per il ritorno in patria. I prezzi erano alti, il dollaro costava, e il potere d’acquisto subiva i limiti che imponeva il mercato. La vita non era difficile e il lavoro non mancava. La politica non era ancora entrata nell’ottica del feroce dittatore e la vita scorreva senza sensibili sbalzi.
 Gli scriveva: ”Caro Gualtiero, ho fatto più strada in questi cinque anni di Cile che nei cinquantacinque e più trascorsi in Italia, ma non sono mai uscito dal cerchio da dove sono venuto e dentro al quale finirò a mettere fine ai miei giorni. Non si sfugge alla propria ragnatela personale, e l’uomo è uno strano individuo sempre pronto a non accettarsi per quello che è.”  Teresio inviava qualche dollaro a Gualtiero per bere un bicchiere di buon Trebbiano frizzante alla sua salute. Gualtiero li serbava e al momento giusto si comprava un maglione in una boutique alla moda. Poi un giorno arrivò improvviso il silenzio. 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rochetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

viabilità

E' tempo di nuove partenze: traffico rallentato in A1 e Autocisa Tempo reale

INCENDI

Vasti focolai sulle colline di Reggio Emilia. Squadre anche da Parma

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti