19°

Arte-Cultura

Gabbi: Parma capitale della cultura rivive attraverso lo stile del Bodoni

Gabbi: Parma capitale della cultura rivive attraverso lo stile del Bodoni
0

Pierluigi Dallapina

Per la Fondazione Cariparma l’arte e i beni culturali rappresentano un settore fondamentale per lo sviluppo e il benessere del territorio, tanto che i dati relativi al 2012 dimostrano come i contributi alla cultura siano secondi, da un punto di vista quantitativo, solo al sostegno economico riservato ai servizi alla persona. E’ in quest’ottica che la Fondazione presieduta da Carlo Gabbi figura fra gli organizzatori ed è il main sponsor della mostra «Bodoni Principe dei tipografi nell’Europa dei Lumi e di Napoleone», in calendario da sabato  prossimo al 12 gennaio, alla Biblioteca Palatina, al Teatro Farnese e alla Galleria Nazionale.
Presidente Gabbi, che cosa significa per la Fondazione essere fra gli organizzatori e i sostenitori della mostra su Giambattista Bodoni in occasione del bicentenario della morte di uno dei tipografi più apprezzati in tutto il mondo?
«La Fondazione Cariparma ha come sua mission il compito di contribuire alla crescita del nostro territorio, ed esaltare la figura di un personaggio del calibro del Bodoni non vuol dire limitarsi a mantenere una memoria storica, bensì rappresenta il sostegno ai valori di qualità, conoscenza e tecnica che lo hanno reso grande».
Perché ha ancora un senso celebrare un tipografo vissuto fra il 1740 e il 1813 nell’epoca dell’informazione digitale?
«Bodoni è stato un personaggio fondamentale nel percorso di sviluppo della cultura in Occidente. E’ stato un uomo che ha saputo rivoluzionare il mondo dell’editoria permettendo così anche l’espansione della democrazia attraverso la diffusione della cultura. I suoi caratteri resistono ancora oggi, in quanto sono il simbolo di bellezza e qualità. A tal proposito va menzionato l’editore Franco Maria Ricci, che ha utilizzato i tipi bodoniani per i suoi volumi, in quanto ne ha compreso l’eleganza e la bellezza. Voglio ricordare inoltre che Bodoni visse e lavorò a Parma, una città che all’epoca fu un punto di riferimento sotto il profilo culturale per Madrid, Vienna e Parigi, tre corti che dominavano non solo l'Europa, ma anche il mondo intero».
Che cosa contribuì al prestigio di Parma, sotto il profilo culturale, fra il diciottesimo e il diciannovesimo secolo?
«La nostra città fu un punto di riferimento di carattere europeo grazie a una classe dirigente capace. Le classi dominanti dell’epoca, sfruttando la presenza di un’università quasi millenaria, furono capaci di stabilire legami con nazioni che dominavano politicamente e militarmente il mondo, e questo ha permesso di esprimere le potenzialità del nostro territorio».
Nel 2013 si celebra un altro bicentenario importante per la nostra cultura, quello della nascita di Giuseppe Verdi. Questi due appuntamenti possono stimolare il settore artistico e culturale cittadino?
«Verdi e Bodoni rappresentano una terra che ha dato tanto sotto il profilo della cultura al mondo intero. Attualizzando il discorso, spero che l’Italia nel suo insieme e le sue città, Parma compresa, sappiano esprimere al meglio le qualità che possiedono proprio come hanno già fatto in altri momenti storici».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

4commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi: "Pochi in giro per paura di ritorsioni"

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano