12°

22°

Arte-Cultura

Le forme dell’astrazione

Le forme dell’astrazione
0

Stefania Provinciali

 
E' l’astrazione il punto focale che unisce Alfonso Borghi, Candida Ferrari, Nunzio Garulli e Aldo Orlandi nel secondo appuntamento di Autoritratti d’artista, negli spazi dell’Associazione Remo Gaibazzi, in borgo Scacchini. E’ il momento visivo  che segue alle conferenze e mette in mostra le autentiche protagoniste di qualunque riflessione sull’arte e sulle arti. Un appuntamento che tuttavia non è solo  immagine, bensì propone uno scorcio sull’arte «in corso» nel territorio attraverso i suoi artisti.    Se si considera il punto di riferimento della nascita dell’astrattismo  il testo «Astrazione ed Empatia» del 1908 di Wilhelm Worringer, nel percorso  è possibile approfondire il proseguo di una visione dell’arte che apre l’astrazione a nuove intenzioni, fino a comprende la ricerca della forma pura per tramite di colori e forme geometriche (Piet Mondrian), e altre esperienze non figurative come l’espressionismo astratto (Kandiskij). Ecco allora spiegati i rapporti tra gli artisti presenti che «delle astrazioni» sono testimoni. Alfonso Borghi lavora ormai da tempo la materia con professionalità e passione, introducendo nel gesto il sentimento, un’emozione vissuta o inattesa ma in grado di partecipare di un racconto personale che si esplica e si completa in ogni opera. E’ la materia che si piega alla mano dell’autore; è la materia che irrompe sul supporto della tela fra luci, ombre, forme appena solo accennate ma forti di una intrinseca leggibilità, se chi la guida è in grado di gestirne la potenza; è la materia che può costruire un racconto affidato non solo all’emozione ma anche ad una struttura di base che la forma e la indirizza. All’opposto si potrebbe dire è l’agire artistico di Candida Ferrari che forma materiali inusitati, dove la trasparenza degli stessi diventano elemento fondante della costruzione dell’opera. Segni e colore appaiono sulle superfici, attraversano la «materia» e si combinano con altre cromie interne, in un gioco creativo dove la luce acquista una valenza universale. Il tempo e lo spazio si aprono alla luce stessa e la visione acquista significati diversi secondo l’occhio che la guarda, la luce che filtra o che la attraversa così da dar voce ad un infinito inatteso. Nunzio Garulli sembra invece guardare il mondo con occhio stupito, nel desiderio di un raffronto tra la solidità di una pittura che è colore ed una forma volta oggi a cogliere dalla tecnologia  ma che  la creatività dell’uomo riesce a scomporre così da  renderle diverso destino. E’ come se l’artista negasse e nel contempo si appropriasse di una realtà esistente per darle poesia, quella stessa necessaria alle arti, quella stessa che la vita impone per mantenere intatta la voce più intima dell’essere umano. Emerge la «magia» dell’oggetto, carpito al suo destino e riconsegnato all’uomo capace di guardare oltre i singoli significati. Aldo Orlandi «è approdato, ora, alla visione di quella realtà interiore del sentire più intimo di un artista: ritrovare l’immagine illesa di un mondo che svela, in una trama di geometrie euclidee, i segni dell’enigma, i miraggi del mistero» scrive Gianni Cavazzini, in un’attenta lettura dell’opera. Con le opere esposte, Orlandi pare affinare questa sua ricerca scavando nella leggerezza delle cose o meglio delle loro interiora, quasi a combinare tra cromie delicate e forme fluttuanti una sorta di Dna ideale, capace di indirizzare l’uomo verso la saggezza.
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

imprese

Polo Industriale Chiesi: sottoscritto l’accordo di programma per l’ampliamento

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

politica

Bilancio di fine mandato, Pizzarotti: "Attuato il 73% del programma" Video

carabinieri

Il Nucleo Antifrode sequestra 126 kg di latte liofilizzato per l'infanzia

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

1commento

sos animali

Bocconi sospetti ritrovati al Montanara: parco chiuso  Foto

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

risposta a un tifoso

Lucarelli su Fb: «Non volevo andare sotto la curva per decenza»

1commento

Albareto

L'alpino «Livio» morto a 101 anni

La curiosità

Paracadutista a 96 anni grazie a un parmigiano

IL CASO

Manno a Istanbul: ambasciatore di legalità

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

torino

Stamina, nuova inchiesta: fermato Vannoni. Stava per lasciare l'Italia

INCIDENTI

Scontro tra mezzi ferroviari: due operai morti sulla Bolzano-Brennero Foto

SOCIETA'

gran bretagna

10 anni dal caso Maddie. E ora Scotland Yard segue una nuova pista

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

1commento

SPORT

36^Giornata

Parma - Sudtirol 0-1: gli highlights del match Video

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

1commento

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport