10°

22°

Arte-Cultura

Settembre '43, esame di fuga

Settembre '43, esame di fuga
0

Gustavo Marchesi

L’alba del 9 settembre 1943 la Wehrmacht occupò Sorba, sulla riva destra del Po. Nella caserma di fanteria, i più risoluti dei nostri militari uscirono dal tetto e strappandosi le divise saltarono sulle case vicine. I tedeschi, che tiravano dal basso, lasciarono i feriti sotto scorta all’ospedale civico. Gli altri, rinchiusi in caserma, ebbero l’ora d'aria nel cortile al pomeriggio.
All’ingresso, alle spalle del piantone, un armadio con la «maschinenpistole», Renato sbirciava i pochi passanti. Una ragazza si fermò a rassettarsi: «Ghe bisogn ‘d quel?» disse come tra sé. Renato fece segno che avrebbe smammato volentieri. Lei indugiò a sistemarsi le calze e tenne la sottana alzata il tempo che lui, da dietro al piantone, sgusciò in strada e svoltò fra la caserma e il duomo. Al ponte del parco fu raggiunto da un plotone di prigionieri. Il comandante, un vecchio caporale, ringhiava a fatica: «Seite destr’, destr'». Renato, da solo, piegò indifferente a sinistra e marciò senza affrettarsi lungo il ponte. Oltre il parco si mosse più spedito verso le golene.
In un casolare, tra gente che non sembrava di fiume, ritrovò la ragazza della caserma. La Tina, si chiamava, gli cambiò la divisa con degli abiti arrangiati. Nessuno dei due appariva sorpreso, neanche se avessero combinato di incontrarsi. Sono i momenti in cui ci si aspetta di tutto. Quella che doveva essere la padrona, o proprio la madre della Tina, portò un uovo con una fetta di polenta fredda e del mezzovino. Renato buttò giù e chiese da dormire. Letti non ce n’erano e si aggiustò sul cassone della farina.
All’alba si avviò con dei boscaioli nel fitto, a una base d’appoggio della Resistenza. Prima del bosco una pattuglia tedesca che rastrellava manovalanza li trasferì con altri alla Sacca, in un camion coperto. Avrebbero traghettato il Po sul barcone a motore dei sabbiaroli. Aspettavano che ci fosse meno luce per ingannare gli «sputafuoco»  inglesi.
Una volta imbarcati, gli uomini si agitarono. I due tedeschi di guardia li minacciavano. Renato non aveva dubbi, se andavano in Germania, di là non tornava. «Fa' come me, vieni indietro e buttati piano», bisbigliò a Civilén, uno della sua fila con la faccia da bambino smarrito; detto fatto si calò leggero come uno straccio, nuotando subito sotto. Civilén lo seguì, ma diede un tonfo. I tedeschi spararono in basso all’impazzata. Civilén urlando annaspava.
La corrente spinse Renato a riva, in direzione opposta al barcone, non lontano dalla Sacca. Sapeva di essere prossimo a Concordia, un paese dalla torre alta che dominava due province. Malgrado la penombra intravide la torre e filò da Scorbetto, il barbiere della Concordia. Gli saltò in casa mezzo nudo, mentre stavano a cena. Raccontò tutto e cadde stremato. Il giorno dopo tornò al casolare che per lui aveva nome Tina.
La ragazza lo tirò in un recinto di frasche, dietro al pollaio: «Qui sei più sicuro», e gli prese un uovo di misura speciale. Renato si meravigliò: «Avete anche le oche?».
«No, sono grossi ma sempre di gallina. Possono esserci anche due balle».
«Ma guarda. Complimenti».
«Tu sei stato molto bravo. Ce l’hai fatta due volte... E mi hanno detto che suoni il piano». «No, solo per leggere la musica. Ho fatto l’esame, di fuga, si chiama...».
Lei sorrise divertita: «Oh, la fuga, mi sono accorta».
«Poi però devo dare il diploma, da compositore».
La Tina sgranò gli occhi: allora le avrebbe scritto una canzone. «La prima, finita la guerra», promise Renato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'abbraccio di Samuele Bersani

PILOTTA

L'abbraccio di Samuele Bersani

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo con Emmanuel

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

Consiglio

Il bilancio del Comune, Dall'Olio: "Multe per 13 milioni". Duro scontro Bosi-Nuzzo

Nel 2016 avanzo di 54 milioni. Parcheggi sotterranei mai costruiti: il Comune pagherà 661mila euro anziché 192mila

3commenti

droga

Spacciava cocaina a Colorno: arrestato

3commenti

Parma

Finto dipendente dell'acquedotto truffò un'anziana: condannato a 8 mesi

L'uomo era riuscito a farsi aprire la porta di casa e a prendere gioielli in oro per un valore di circa 10mila euro. a una 80enne

4commenti

CREMONA

Grande commozione all'addio a Alberto Quaini

Anno 2016

Emilia-Romagna, distretti industriali in crescita. I salumi di Parma tra i migliori

lettere al direttore

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

3commenti

LEGA PRO

Via alla prevendita dei biglietti per il derby Parma-Reggiana

il caso

«Mio nipote sequestrato», scatta la denuncia della nonna

1commento

CRIMINALITA'

Scippo, anziana ferita in via Palestro

3commenti

La storia

San Secondo, a scuola in trattore

tg parma

1° Maggio: presentati gli appuntamenti di Cgil, Cisl e Uil. Manca il concertone.. Video

Università

I volti dei cadaveri diventavano maschere: libro e mostra sullo studioso Lorenzo Tenchini

In un volume la collezione ottocentesca dell’anatomico dell’Ateneo di Parma. E a ottobre al Palazzo del Governatore la mostra. “La Fabrica dei Corpi. Dall’anatomia alla robotica”

INCHIESTA

Chi chiami per salvare un animale selvatico?

3commenti

imprese

Polo Industriale Chiesi: sottoscritto l’accordo di programma per l’ampliamento

2commenti

carabinieri

Il Nucleo Antifrode sequestra 126 kg di latte liofilizzato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

cinema

Morto Jonathan Demme, il regista del "Silenzio degli Innocenti"

Autostrada

Ancora uno scontro fra camion in A1: un morto a Modena

SOCIETA'

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

TECNOLOGIA

Smartphone, i giovani italiani sono meno "dipendenti" in Europa

SPORT

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

Moto

Tragedia nel motociclismo, morto Dario Cecconi

MOTORI

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling

OPEL

La Insignia tutta nuova è Grand Sport