-4°

DONNE

E Napolitano nomina Lucia Annibali Cavaliere

Il padre: "Sono molto orgoglioso di lei"

Lucia Annibali prima di essere sfigurata

Lucia Annibali prima di essere sfigurata

4

In occasione della "Giornata mondiale contro la violenza sulle donne", il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha conferito l’Onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana all’avvocatessa Lucia Annibali, l’avvocatessa di Pesaro sfregiata con l’acido per ordine del suo ex fidanzato.

 La nomina all’avvocatessa Annibali è stata motivata "per il coraggio, la determinazione, la dignità con cui ha reagito alle gravi conseguenze fisiche dell’ignobile aggressione subita". "Il comportamento di Lucia Annibali – si legge nella nota del Quirinale che riferisce la notizia –
costituisce un fermo invito a reagire e a guardare al futuro
rivolto a tutte le donne vittime della violenza maschile".
Nella stessa occasione il Presidente Napolitano ha assegnato la sua Targa di rappresentanza alla campagna "NoiNo.org" organizzata da una rete di uomini per sensibilizzare proprio gli uomini sulla necessità di isolare, condannare e rigettare ogni forma di violenza maschile sulle donne. La Presidenza della Repubblica con questa scelta emblematica – si legge nel comunicato del Quirinale –  esprime il proprio generale incoraggiamento alle campagne, alle iniziative, alle associazioni che si impegnano per contrastare un fenomeno così terribile e, in particolare, vuole sottolineare ancora una volta quanto sia importante l’adesione convinta e numerosa degli uomini alla irrinunciabile battaglia ricordata dalla Giornata di oggi.
 La nomina all’avvocatessa Annibali è stata motivata "per il coraggio, la determinazione, la dignità con cui ha reagito alle gravi conseguenze fisiche dell’ignobile aggressione subita". "Il comportamento di Lucia Annibali – si legge nella nota del Quirinale che riferisce la notizia –costituisce un fermo invito a reagire e a guardare al futurorivolto a tutte le donne vittime della violenza maschile".Nella stessa occasione il Presidente Napolitano ha assegnato la sua Targa di rappresentanza alla campagna "NoiNo.org" organizzata da una rete di uomini per sensibilizzare proprio gli uomini sulla necessità di isolare, condannare e rigettare ogni forma di violenza maschile sulle donne. La Presidenza della Repubblica con questa scelta emblematica – si legge nel comunicato del Quirinale –  esprime il proprio generale incoraggiamento alle campagne, alle iniziative, alle associazioni che si impegnano per contrastare un fenomeno così terribile e, in particolare, vuole sottolineare ancora una volta quanto sia importante l’adesione convinta e numerosa degli uomini alla irrinunciabile battaglia ricordata dalla Giornata di oggi.

IL PADRE: "SONO MOLTO ORGOGLIOSO DI LEI". «Sono molto, molto orgoglioso di lei, Lucia in questi mesi è sempre stata molto forte. Ora è anche "cavaliere", il secondo in famiglia, anche mio padre lo era». Lo ha dichiarato l’avvocato Luciano Annibali dopo aver appreso che sua figlia Lucia è stata nominata da Napolitano Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, nella Giornata contro la violenza sulle donne. «Lucia è a Parma con la madre - spiega l'avvocato in una dichiarazione diffusa dall'agenzia Ansa -. Deve subire un nuovo intervento chirurgico nel centro dove è in cura, per tentare di recuperare il più possibile. L’8 novembre ha dovuto fare anche il laser, di interventi ne fa quasi uno al mese, ma è una persona forte, e la nomina l’ha resa felice».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gazzetta

    25 Novembre @ 17.55

    REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Mi pare che la posizione ed il titolo che abbiamo dato fin da stamattina a Lucia Annibali oggi siano la risposta più eloquente alla sua osservazione. Sembra quasi che lei abbia visto solo la seconda notizia e non la prima. Credo che tutta la nostra home page (che contrariamente al solito non abbiamo più cambiato da stamattina) sia un omaggio a questa donna e alla lezione che ha dato a tutti. E dopo averla ascoltata in un paio di occasioni, credo proprio che Lucia sia la prima a non avere paura di una vecchia foto, se lei legge il titolo che abbiamo messo al prio posto prendendolo dalle sue parole. Credo che "l'insulto" a questa donna, pur se capisco il sentimento con cui lei ci ha fatto osservazione, sia più nel suo commento. Ma in realtà credo che siamo entrambi d'accordo sul fatto che oggi Parma ha ospitato una donna meravigliosa, indipendentemente dalla foto con cui la si mostra.

    Rispondi

  • Elisabetta

    25 Novembre @ 17.02

    Perché pubblicate ancora la foto di Lucia Annibali prima dell'incidente? Non é più lei, e quello non é più il suo volto. Credo che sia il peggior insulto che potevate fargli.

    Rispondi

  • The Jolly Joker

    25 Novembre @ 16.13

    Scusate, con tutta la comprensione di questo mondo, ma non pensate che il VERO MERITO vada al personale del Maggiore che l'ha curata?? penso che il reparto degli Ustionati meriti un plauso eccezionale... poichè hanno reso possibile che Lucia Annibali possa essere ancora tra di noi a raccontare la sua tragica storia!

    Rispondi

  • Francesco

    25 Novembre @ 15.22

    Finalmente Napolitano fa qualcosa di buono

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Falsi vigili svuotano una cassaforte

A Marore

Falsi vigili svuotano una cassaforte

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

L'odissea di un giardiniere

«Con il mio Euro2 non posso lavorare»

EMERGENZA

Parma si mobilita

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

Il racconto

«Quando Roosevelt si insedio al Campidoglio»

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Rigopiano (Pescara)

Hotel sommerso da una slavina: due vittime accertate, decine di dispersi Foto

2commenti

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

2commenti

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta