donne

Piccole storie di grandi parmigiane/14

Nuova puntata delle Parmigiane
Ricevi gratis le news
0

Piccole storie di donne parmigiane - alcune note, altre no - che hanno fatto un pezzetto della nostra storia. Oggi il quattordicesimo degli appuntamenti settimanali che abbiamo voluto dedicare alle parmigiane di un passato più o meno recente, celebrandole sul nostro sito e raccontandole grazie al prezioso lavoro di Fabrizia Dalcò, che proprio a loro ha dedicato "Il dizionario biografico delle parmigiane", da cui queste schede sono tratte e che è stato voluto dalla Provincia di Parma. Ecco le tre protagoniste della settimana.

Perla Nera
San Pancrazio P.se 12 aprile 1923 - Parma 19 novembre 2012
Partigiana. Nome di battaglia Lidia, dedicato alla sorella a cui fu sempre molto legata. Appartenne a una famiglia antifascista: un giorno davanti al Podestà, quando con la madre andò a chiedere un piatto di minestra, si sentì rispondere che una che, di cognome, faceva Perla non aveva certo bisogno di chiedere. Fu staffetta durante il periodo della Resistenza: portava messaggi sfidando il pericolo come quella volta che un tedesco volle aiutarla, sollevandole la bicicletta, la pistola nascosta sotto al sellino, per salire sulla barca e attraversare il fiume. Presso l’Archivio dell’Istituto Storico della Resistenza è stata rinvenuta una lettera, sequestrata e mai pervenuta alla madre Bice Mutti, in cui “Perla”, fuggito perché ricercato da fascisti e da nazisti, le comunicava che, pur non sposandola (aveva già altra compagna) avrebbe riconosciuto sua figlia.
Fonte: notizie fornite dalla famiglia.

Benedetti Agnese
Parma 1428/1433
Badessa del monastero di San Paolo. Nel 1428 contestò l’elezione a badessa di Caterina Castrobarco: non ebbe ragione delle sue proteste, ma ottenne dal vescovo Delfino della Pergola il permesso di lasciare il monastero e di ritirarsi nella casa del fratello. Non rientrerà neppure nel 1433, durante l’elezione della nuova badessa. Il Capitolo delle monache la votò a maggioranza: ebbe sette voti contro i sei destinati alla concorrente Selvaggia Arcimboldi. Cominciò un lungo braccio di ferro fra le due per ottenere l’incarico: la famiglia Arcimboldi puntò sulla scomunica della Benedetti, definita indegna e irascibile, la famiglia Benedetti si appellò alla giovane età dell’avversaria non ancora trentenne. Agnese avrà la meglio.
Bibl.: Bandini L., La nomina delle badesse nel monastero di S.Paolo. Maristella Aldighieri e Agnese Benedetti (1404-1433), Aurea Parma, XXVIII, 2004, II, pp. 245-256.

Belli Pierina
Castelvetro Piacentino (PC) 27 novembre 1883 - 13 giugno 1977
Figura importante del movimento cattolico fidentino, presente e attiva anche ai vertici dell’Azione Cattolica nazionale. Nel 1908 fu a fianco di Armida Barelli - di cui fu grande amica - quando l’Unione Donne d’Azione Cattolica cominciò a muovere i primi passi: promosse la costituzione degli altri rami dell’associazionismo cattolico, come la Gioventù femminile nel 1918. Durante la prima guerra mondiale fondò l’Ufficio notizie per i militari e le loro famiglie e s’impegnò nella raccolta di mezzi e indumenti per i militari al fronte. In quel periodo continuò a occuparsi dell’Unione Donne prestandosi alla fondazione di nuovi Comitati nei principali centri della Diocesi: Fidenza, Busseto, Monticelli d’Ongina. Nel corso del 1918 nasce anche a Fidenza l’associazione diocesana della Gioventù Femminile, fondata da Pierina Belli contemporaneamente all’associazione milanese, fondata dall’amica Armida Barelli. Terminata la guerra Papa Benedetto XV le chiese di estendere l’associazione in tutta Italia e fu una delle più assidue attiviste. Il periodo 1919-1924 fu per lei periodo d’intensa attività apostolica: le sono affidate alcune diocesi delle regioni del sud Italia, della Sardegna e della Sicilia. Collaborò con padre Gemelli per la fondazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Per molti anni ricoprì la presidenza della Gioventù Femminile, delle donne e dei fanciulli: con grande impegno si dedicò all’Opera per le Vocazioni ecclesiastiche e al seminario, continuando un’intensa attività caritativa. Papa Pio XI la decorò della croce Pro Ecclesia et Pontifice, riconoscimento che il cardinale Pacelli, segretario di Stato, definì meritato. Nel 1962 la sua opera venne riconosciuta dall’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra che la decorò con la Medaglia d’oro. Continuò il suo apostolato finché le forze la sostennero e si spense a 94 anni.
Bibl.: Lasagni R., Dizionario biografico dei Parmigiani, PPS Editrice, 1999, I, p 373; Soresina D., Enciclopedia Diocesana Fidentina, Fidenza, 1972, pp. 51-55.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene,la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo

parmense

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

maltempo

Emergenza elettricità: 8mila utenze isolate nel parmense

1commento

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno  

1commento

ITALIA/MONDO

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS