-2°

Donne

Piccole storie di grandi parmigiane/15

Nuova puntata delle Parmigiane

Borbone Parma Isabel Maria Antonieta di Jean Marc Nattier (Versailles)

Ricevi gratis le news
0

Piccole storie di donne parmigiane - alcune note, altre no - che hanno fatto un pezzetto della nostra storia. Oggi il quindicesimo degli appuntamenti settimanali che abbiamo voluto dedicare alle parmigiane di un passato più o meno recente, celebrandole sul nostro sito e raccontandole grazie al prezioso lavoro di Fabrizia Dalcò, che proprio a loro ha dedicato "Il dizionario biografico delle parmigiane", da cui queste schede sono tratte e che è stato voluto dalla Provincia di Parma. Ecco le tre protagoniste della settimana.

Borbone Parma Isabel Maria Antonieta

Madrid 31 dicembre 1741 - Vienna 27 novembre 1763

Figlia di Filippo e Luisa Elisabetta di Francia. Fino al 1748 visse alla Corte spagnola. Giunse a Parma alla fine del 1749, dopo l’assegnazione al padre dei Ducati di Parma, Piacenza e Guastalla. La sua educazione fu seguita da precettori e, in particolare da Madama Gonzales, ex dama di Corte della prima moglie di Filippo V. Nel 1760 Maria Teresa d’Austria inviò a Parma il principe Giuseppe Venceslao di Liechtenstein con richiesta di matrimonio per il figlio Giuseppe. Le nozze furono celebrate il 7 settembre 1760: poco dopo Isabella raggiunse lo sposo alla Corte di Vienna, dove non fu felice. Lo si scopre leggendo le pagine del suo diario che riporta una giovane donna schiacciata dal peso dei compiti di moglie e madre. Amò l’arte e, in particolare, l’incisione. Morì di vaiolo lasciando una figlia, Maria Teresa di un anno. La morte improvvisa lasciò una scia molto dolorosa nella Corte di Vienna, dove la sua grazia restò presente nel ricordo della famiglia imperiale: infatti la giovane aveva affascinato tutti. L’imperatrice Maria Teresa volle far pubblicare un’operetta di spiritualità composta dalla nuora: le Méditations chrétiennes furono tradotte in italiano, per incarico del ministro Du Tillot, dal cappuccino Adeodato Turchi e pubblicate anche a Parma nel 1764. L’esile operetta ebbe grande fortuna in Italia, dove assurse a simbolo della devozione religiosa delle famiglie degli Asburgo e dei Borbone, e fu ristampata più volte.

Bibl.: Lasagni R., Dizionario biografico dei Parmigiani, PPS Editrice, 1999, I, pp. 636-638; Montanari M.,Isabella di Borbone, Aurea Parma, VII, 1923, pp. 101-111; Zapperi R., ad vocem in Dizionario biografico degli Italiani, XII, 1970, pp. 497-499. 

Galli Italia

Parma 1907

Bustaia. Partecipò allo sciopero delle mille operaie bustaie cominciato con la serrata del 30 luglio 1907. Il 16 settembre fu presente all’accordo, in rappresentanza della Lega Bustaie di Parma, firmato dalle ditte Mantovani & C., F.lli Mantovani, Giuseppe Bortolini e Italo Moraschi, e dal segretario della Camera del Lavoro di Parma Alceste De Ambris. Le lavoratrici ottennero aumenti salariali, un tariffario unificato, la regolamentazione del lavoro straordinario.

Bibl.: Lenzotti S., Spocci R., Se ben che siamo donne… La Lega delle bustaie e lo sciopero del 1907, Tecnografica, 2007, p 77; Spaggiari P.L., Dalla decadenza alla rivolta. Fatti e figure di Parma dal 1859 al 1908, Azzali, 1995, pp. 183-184.

Orland Elisa

Macerata o Parma 1811 - Reggio Emilia 11 novembre 1834

Soprano. Figlia del compositore Ferdinando, studiò canto con il maestro Nardelli. Nel 1829 fu scritturata, dall’impresario Bandini di Padova, per tre anni. Nel novembre debuttò in Tancredi al Teatro Comunale di Bologna, e nel Carnevale 1829-1830 fu al Teatro Ducale nel Turco in Italia: si mise in evidenza e fu invitata varie volte nelle accademie della Corte della Duchessa Maria Luigia. Nella primavera del 1830 fu alla Canobbiana di Milano nel Crociato in Egitto, nell’Aureliano in Palmira e nell’Olivo e Pasquale. Subito dopo fu a Brescia con la Francesca da Rimini e fu un grande successo. Dal 26 dicembre 1830 al 20 marzo 1831 fu scritturata al Teatro Carcano di Milano dove cantò in sette opere, tra le quali l’Anna Bolena di Donizetti. Il 27 marzo 1831 prese parte a un grande concerto musicale di beneficienza a favore degli impiegati e operai teatrali. Nel Carnevale 1832-1833 trionfò al Teatro Valle di Roma nel Furioso e nella successiva primavera ed estate tornò alla Canobbiana di Milano, dove tenne a battesimo il Contrabbandiere di Cesare Pugni. In estate tornò a riposarsi in campagna vicino a Parma. Fu chiamata per la stagione di autunno al Teatro Sociale di Rovigo: fu applaudita interprete dell’Anna Bolena di Donizetti. Questa fu l’ultima esibizione dell’Orlandi. La sera in cui doveva interpretare la Norma, mentre si stava vestendo in camerino fu assalita da violenti dolori, per cui intraprese il viaggio di ritorno a casa. Dopo otto giorni di malattia morì a soli 23 anni d’età.

Bibl.: Lasagni R., Dizionario biografico dei Parmigiani, PPS Editrice, 1999, III, pp. 693-694; Vetro G. N.,Dizionario dei musicisti di Parma dalle origini al 1950, Tecnografica, 2008, pp. 250-251.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

8commenti

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

SPORT

nuoto

Europei, bis d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

SOCIETA'

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260