20°

36°

DONNE

Piccole storie di grandi parmigiane/ 16

Mauretta Pelagatti

Mauretta Pelagatti

Ricevi gratis le news
1

Piccole storie di donne parmigiane - alcune note, altre no - che hanno fatto un pezzetto della nostra storia. Oggi il sedicesimo degli appuntamenti settimanali che abbiamo voluto dedicare alle parmigiane di un passato più o meno recente, celebrandole sul nostro sito e raccontandole grazie al prezioso lavoro di Fabrizia Dalcò, che proprio a loro ha dedicato "Il dizionario biografico delle parmigiane", da cui queste schede sono tratte e che è stato voluto dalla Provincia di Parma. Ecco le tre protagoniste della settimana.

Mazzolini Ada
Fontanelle 12 settembre 1921 - Parma 2 agosto 2008
Sindacalista. Operò nel settore dell’agricoltura, dove prese avvio dalla metà degli anni ’40 anche il suo impegno come sindacalista. Un’epoca in cui questo significava tenere assemblee nelle sperdute corti delle campagne ad orari impossibili, anni in cui, soprattutto per una donna, era molto duro fare militanza. Attraverso l’attività politica, l’impegno nel partito Comunista, la sua grande curiosità e sete di conoscenza, aveva potuto ritagliarsi un ruolo di rilievo. Fu molto attiva: invitata dal PCI, a cui si era avvicinata nell’aprile del 1944, riuscì a raccogliere una ventina di aderenti e a ottenere buoni risultati, sia nell’appoggio ai partigiani sia nel settore del movimento: infatti aveva organizzato una manifestazione con molte centinaia di donne conclusasi con la distribuzione di burro e formaggio. Durante la resistenza fu impegnata nell’organizzazione del Soccorso rosso. Dopo la Liberazione divenne responsabile della sezione UDI di Roccabianca, da cui dipendevano 5 gruppi frazionali: riuscì a organizzare oltre 400 aderenti. Il 21 ottobre del 1952 fu la prima donna eletta segretaria della Camera del Lavoro di Parma. Nel 1946 fu eletta nel Consiglio comunale di Roccabianca: divenne vicesindaco e assessore alla pubblica istruzione. Le fu conferito un riconoscimento per il ruolo svolto come staffetta partigiana. Dal 1948 al 1958, fu responsabile della Federterra per la Camera del Lavoro di Parma. Nel 1954, alla prima assemblea generale delle donne della Cgil di Parma, portò un contributo significativo chiedendo che le donne percepissero un salario pari a quello degli uomini, e maggiori diritti e tutele per l’educazione e la salute dei bambini.
Bibl.: Manotti B., Un universo sommerso. Frammenti di vita di “sovversive” parmensi, in Giuffredi M. (a cura di), Nella rete del regime, Carrocci, 2004, pp. 157-158 n 13; Mora A., Per una storia dell’associazionismo femminile a Parma. GDD e UDI tra emancipazione e tradizione (1943-1946) in Sicuri F. (a cura di), Comunisti a Parma, Grafiche Step 1986, pp. 299-348.
Sitografia: www.senesonoandati-parma.blogautore.repubblica.it/

Nardini Liliana
Trieste 1920 - Bologna 18 settembre 1999
Assistente sociale. Si laureò in Lettere a Bologna dove il padre, funzionario statale, si era trasferito con la famiglia. Divenuta assistente sociale presso la Scuola Assistenti Sociali Onarmo di Roma, cominciò a lavorare nel servizio sociale di fabbrica a Bologna e divenne, in età giovanissima, caposede del servizio di fabbrica dell’Onarmo. Nel 1953, venne chiamata da padre Paolino Beltrami Quattrocchi, a dirigere la nuova Scuola superiore di servizio sociale dell’Onarmo, aperta a Parma. Si adoperò affinché la Scuola assumesse veste pubblica cosicché, nel 1969, venne trasformata in Scuola Speciale di Servizio Sociale nell’ambito della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Parma. Ebbe la docenza di Servizio sociale e il coordinamento di tutta l’attività didattica.
Bibl.: Liliana, una vita nel sociale, Gazzetta di Parma, 17 ottobre 1999.

Pelagatti Mauretta
Parma 1 aprile 1949 - 25 maggio del 1988
Insegnante. Dopo la maturità, conseguita presso il liceo classico Romagnosi, si laureò in Scienze Biologiche all’Università degli Studi di Parma. Insegnò, per diversi anni, nelle scuole della provincia di Milano, poi riuscì a riavvicinarsi a Parma e insegnò nella scuola media di San Secondo. La sperimentazione concreta della possibilità di educare nella differenza è sempre stata presente nel rapporto con gli studenti e le studentesse, a cui si è dedicata sempre con grande passione. Nei primi anni Settanta entrò nei gruppi di autocoscienza e, nel 1979 insieme ad altre donne, fondò la Biblioteca delle Donne di Parma. Sostenne sempre l’importanza di un collegamento vasto e articolato tra le donne della città. Per questo accettò di partecipare alla Commissione Pari Opportunità, pur avendo una diversa posizione politica, più radicale e non basata sulla rivendicazione. Consapevole che tutte avrebbero guadagnato intelligenza e forza dal riconoscimento reciproco, era impegnata a costruire, intorno alla Biblioteca, legami e scambi con le diverse realtà femminili di Parma. Sua, nel 1987, fu la proposta e la cura della prima rassegna di cinema femminile a Parma.Visse a Parma insieme a molte amiche e circondata dai suoi amati gatti. Le fu intitolata la Biblioteca delle donne di Parma: dal 1997 i libri e i documenti della Biblioteca delle Donne “Mauretta Pelagatti” sono conservati presso la Biblioteca Balestrazzi del Comune di Parma.
Fonte: notizie fornite da Clara Pelagatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Massimo

    11 Giugno @ 16.06

    Scaramelli Alfonsina. Accolse a fucilate l'invasore angloamericano, fu catturata e fucilata al campo sportivo di Parma il 26 aprile 1945. Anche lei ha dato la vita per la sua Patria e la sua città!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

AMICHEVOLE

Stasera il Parma affronta l'Empoli al Tardini

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Lavori in corso

Tutti i cantieri nelle strade della città

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti