donne

Piccole storie di grandi parmigiane / 18

Giuditta Bellerio in Sidoli, Maria Semorile in Bensa e Drusilla Zileri

giuditta sidoli
0

Piccole storie di donne parmigiane - alcune note, altre no - che hanno fatto un pezzetto della nostra storia. Oggi il diciassettesimo degli appuntamenti settimanali che abbiamo voluto dedicare alle parmigiane di un passato più o meno recente, celebrandole sul nostro sito e raccontandole grazie al prezioso lavoro di Fabrizia Dalcò, che proprio a loro ha dedicato "Il dizionario biografico delle parmigiane", da cui queste schede sono tratte e che è stato voluto dalla Provincia di Parma. Ecco le tre protagoniste della settimana. 

Bellerio Giuditta in Sidoli
Milano 1804 - Torino 28 marzo 1871
Patriota. Figlia di Andrea Bellerio, magistrato nel regno Italico e barone dell’impero. Nel 1820 sposò, a soli sedici anni, a Reggio Emilia Giovanni Sidoli: era iscritto, con il nome Decade, in una delle tante società segrete di carbonari. L’anno successivo è ricercato, e così si recò a San Gallo in Svizzera. Poco dopo aver avuto una figlia, Giuditta lo seguì. Rimasta vedova nel 1828, partecipò ai moti modenesi e fu obbligata a lasciare il ducato di Modena per la Svizzera. Strinse amicizia con il principe Emilio Barbiano di Belgioioso a Lugano e dopo essersi spostata a Ginevra, prese contatti con i rivoluzionari emiliani rifugiati a Marsiglia. Nel 1832 si stabilì in rue de Féréol a Marsiglia: nella sua casa trovarono asilo molti connazionali, come lei cacciati dalla patria, perseguitati dalla polizia d’Europa. Qui conobbe Giuseppe Mazzini: i due s’innamorarono e fondarono la Giovine Italia e Giuditta ne fu la responsabile e contabile. Nel giugno 1833 abbandonò Marsiglia e, insieme a Mazzini, si recò a Ginevra. Altra tappa Firenze, dove diventò amica del console inglese: controllata dalla polizia riuscì a fuggire, ma fu rintracciata alla dogana di Lucca. Espulsa, venne imbarcata per Napoli. Poi si recò a Bologna e a Modena per riabbracciare i figli: venne scovata e riportata alla frontiera. Nel 1836, a Genova, conobbe Maria Drago, la madre di Mazzini: le due partono per Parma e Maria Luigia concesse loro di vivere nel Ducato. Soggiornò a Parma fino al 1852 in una villa a lato della vecchia strada Zanchieri (poi via Sidoli). Francesco IV le accordò il permesso di entrare nel Ducato di Modena per vedere i figli, ma solo per due volte l’anno. A Parma, però, divenne duca Carlo III che inaugurò una caccia spietata contro i rivoluzionari. Così venne rinchiusa nel carcere di San Francesco per tutto il 1852. Dopo la prigionia venne tradotta in Svizzera, poi si trasferì a Torino: qui tenne un famoso salotto, frequentato da intellettuali e artisti. Nel 1868 si ammalò di tifo e non si riprese mai del tutto.
Bibl.: Marcheselli F. e T., Dizionario dei Parmigiani, Benedettina, 1997, p 289.
Sitografia: www.url.it/donnestoria/testi/trame/

Semorile Maria in Bensa
Recco (GE) 14 gennaio 1842 - Busseto 10 novembre 1921
Dama di corte e storiografa. Nata in una facoltosa famiglia genovese, giovanissima, sposò Enrico Bensa, fratello del senatore Paolo e segretario di re Vittorio Emanuele II, che seguì nelle sue missioni alle corti di Napoli, del Bey di Tunisi e di Spagna. L’attività diplomatica del marito e la vita stessa di corte la portarono a interessarsi di politica e a studiare a fondo la storia. Dedicò uno studio alla guerra russo-giapponese, i cui manoscritti andarono perduti. Fu a lungo con il consorte alla corte del re sabaudo: rimasta vedova, si ritirò a Busseto presso la figlia Enrichetta, moglie del generale Ronchini. Qui si dedicò a studi e ricerche storiche locali: fu autrice di una documentata Storia di Busseto pubblicata, nel 1911, a Parma da Egidio Ferrari.
Bibl.: Soresina D., Enciclopedia diocesana fidentina, 1961, p 66.

Zileri Drusilla
Parma 1 agosto 1839 - 3 agosto 1923
Religiosa. Figlia del conte Giulio e Lucrezia dal Verme degli Obizzi. Studiò nel Collegio delle Orsoline dal 1849 al 1851, poi nel collegio delle Figlie del Sacro Cuore di Piacenza, per ritornare nuovamente nel 1855 dalle Orsoline di Parma: qui entrò infine come novizia, prese i voti il 21 novembre 1859 con il nome di Maria Lucrezia. Fu nominata, alla fine del 1871, Direttrice dell’educandato e incaricata dell’insegnamento delle allieve, per cui istituì nel 1876 la Congregazione Mariana. Dopo il passaggio del Collegio, nel 1873, alle dipendenze del governo italiano, conseguì il diploma magistrale presso il Regio Istituto magistrale nel luglio del 1881. Venne eletta Priora generale il 22 aprile 1886 e si spese per ottenere l’autonomia dell’istituto, che riuscì a sottrarre all’ingerenza governativa nel 1898. La Congregazione religiosa, con il nome di Orsoline del Sacro Cuore, fu approvata nel 1898: ne redasse anche nuove regole approvate definitivamente l’8 maggio 1899. Sotto il suo governo la congregazione aprì nuove fondazioni (Modena nel 1903 e Collecchio nel 1905) e aumentò il numero di religiose. Fu rieletta altre volte alla massima carica. Scrisse Vittoria dei Conti Masi, fondatrice del Collegio di S. Orsola in Parma: breve storia della sua vita e della sua fondazione (Venezia 1891), in cui si propose di offrire alle consorelle un modello di vita perfetta. La fama di santità aumentò dopo la sua morte: negli anni 1938-1945 si tenne, presso la Curia diocesana di Parma: il 23 maggio 1975 la Sacra Congregazione per le Cause dei Santi emanò il decreto per l’introduzione della causa di beatificazione. Il 21 dicembre 1991 Giovanni Paolo II le ha riconosciuto il titolo di venerabile.
Bibl.: Calliari P., ad vocem in Dizionario degli istituti di perfezione, X, Milano, Edizioni Paoline, 2003, pp. 676-677; Lasagni R., Dizionario biografico dei Parmigiani, PPS Editrice, 1999, IV, pp. 855-856; Marcheselli T., Strade di Parma, Benedettina, II, 1989, p 127; Gambara L., Pellegri M., De Grazia M., Palazzi e casate di Parma, La Nazionale, 1971, p 557.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

1commento

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

1commento

Scompare frase parodia, per il web è censura

televisione

Heather Parisi e quell'elogio delle rughe che ha conquistato il web Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

ECONOMIA

In vigore il dl Fisco; Equitalia, 1 milione di accessi

Lealtrenotizie

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

referendum

Renzi si è dimesso. Oggi da Mattarella

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

Sorbolo

Strazio e pianto: Ilaria muore a 30 anni

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

Lega Pro

Come sarà il primo Parma di D'Aversa

PERSONAGGIO

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

Collecchio

Il parcheggio del cimitero è una discarica

Pellegrino

E' morto Fortini, il presidente della corale

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Lutto

Addio a Ronchini, al «pisonär»

referendum

Renzi si dimette: "La sconfitta è mia. L'esperienza del mio governo finisce qui"

Stravincono i No (leggi) a quasi il 60% - Euro ai minimi da 20 mesi: peggio che dopo la Brexit - Grillo: "Subito al voto con l'Italicum" - Shock nella Ue 

2commenti

referendum PARMA

In provincia vince (di poco) il No. In città il Sì Risultati comune per comune

463 sezioni su 470: 52.54 il No. In città Si al 50.33%. No, record a Albareto, il Si bene a Bore

2commenti

Torrile

Incidente a Bezze: auto finisce fuori strada, un ferito grave

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

Granata, friulani e veneti: successi importanti

4commenti

calcio

Parma, primo allenamento con D'Aversa e il nuovo staff Foto Video

youtube

"Esplora Parma", il nuovo video di Giulio Cantadori

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

7commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

10commenti

IL DISCO

“L'indiano” di De Andrè, 35 anni dopo

SPORT

rally

Monza, quinto successo di Rossi!

Basket

Basket, serie A: Brindisi schianta Sassari, ok Caserta

MOTORI

BOLOGNA

Esplora il Motor Show in meno di un minuto Video

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)