-2°

donne

Piccole storie di grandi parmigiane/23

Nuova uscita Dizionario
Ricevi gratis le news
0

Piccole storie di donne parmigiane - alcune note, altre no - che hanno fatto un pezzetto della nostra storia. Oggi il ventitreesimo degli appuntamenti settimanali che abbiamo voluto dedicare alle parmigiane di un passato più o meno recente, celebrandole sul nostro sito e raccontandole grazie al prezioso lavoro di Fabrizia Dalcò, che proprio a loro ha dedicato "Il dizionario biografico delle parmigiane", da cui queste schede sono tratte e che è stato voluto dalla Provincia di Parma. Ecco le tre protagoniste della settimana.

Capelli Antonietta
Milano 23 settembre 1896 - Passo di Treia (MC) 13 luglio 1974
Medico e attivista cattolica. Figlia di Adriano Cappelli e Agnese T. Giusti (la discrepanza dei due cognomi è dovuta a un errore anagrafico). La famiglia si trasferì a Parma nel 1902, per la nomina a Direttore dell’Archivio di Stato del padre. A tredici anni sentì la chiamata di Dio per “una vasta Opera di Salvezza”: trascorse l’adolescenza in un’intensa attività di studio e di apostolato nell’animazione dei circoli dell’Azione Cattolica femminile. S’iscrisse alla facoltà di Medicina e Chirurgia presso l’Università di Parma e dopo la laurea nel 1923, e il conseguimento della specializzazione, divenne aiuto presso la Clinica delle malattie mentali della stessa Università. Nonostante fosse molto apprezzata come medico, nel 1927 si dimise per dedicarsi completamente alla missione spirituale. Nel frattempo, la giovane dottoressa aveva avviato le settimane di cultura religiosa, a cui invitava rinomati conferenzieri. Nel 1927, avuto in dono una Casa, fondò l’Istituto di S. Giovanni Battista nella diocesi di Genova, e con la collaborazione delle prime figlie spirituali, intensificò la sua attività. Invitò e accolse nelle sue Case molte persone, anche stranieri, di qualsiasi religione. Molti, compresi ebrei, ortodossi o protestanti, affascinati dal suo carisma, dalla sua dottrina e spiritualità, si convertirono. Il Santo Padre Pio XI, informato della sua attività, prima la incoraggiò e poi l’accolse in udienza privata, chiedendo di essere costantemente informato. Ebbe in dono dal conte Ernesto Lombardo di Bergamo la villa Paganini di Gaione: venne utilizzata per i corsi di cultura teologica e per ospitare eminenti personalità religiose. Intanto il suo Istituto nato il 21 novembre 1927, denominato “Opera di Cultura Religiosa”, ebbe prima l’approvazione diocesana nel 1930 e quella di Diritto Pontificio con il Decretum Laudis nel 1942. Nel contempo si prese a cuore il clero: se ne occupò, sul piano culturale offrendo corsi di aggiornamento e approfondimento, e su quello spirituale. Infine fondò anche un ramo maschile con il titolo “Congregazione Sacerdotale S. Giovanni Battista Precursore”. Morì in odore di santità.
Sitografia: www.vitaconsacrataliguria.it

Marasi Ermina
Trecasali (PR) 20 novembre 1920 - Roncaglio (RE) 20 ottobre 2003
Cuoca. Fu titolare, insieme al marito Ugo Bertolazzi e alla cognata Anna, della trattoria Vecchio Molinetto in Viale Milazzo dal 1954 al 1995. Fu sempre in cucina e fu famosa per i suoi piatti, in particolare, le tagliatelle fatte alla maniera delle resdore. Ebbe moltissimi riconoscimenti: Medaglia d’Oro al Concorso Gastronomico del 1963 dell’Accademia Italiana della cucina; Attestato di civica benemerenza all’interno del Premio Sant’Ilario del Comune di Parma nel 1987; Diploma di merito per l’anno 1987 come miglior maestro di cucina parmigiana dall’Accademia Italiana della Cucina; Diploma di merito per l’anno 1989 per la “Buona Cucina Parmigiana” dall’Accademia Italiana della Cucina; Diploma di merito al Concorso Gastronomico del 1995. Il Presidente della Repubblica, Giovanni Leone, il 2 giugno 1973 le conferì l’Onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.
Fonte: notizie fornite da Claudia Bertolazzi.

Mazza Daniela
Milano 19 gennaio 1953 - Parma 1993
Si trasferì, giovanissima nel Parmense, dove iniziò, fin dalla metà degli anni ‘70, un’intensa attività politica e amministrativa: un percorso che la portò a essere, ben presto, una fra le più autorevoli figure politiche della provincia, conosciuta e stimata ben al di là di Parma. Dopo un primo incarico amministrativo nel Consorzio Socio Sanitario di Langhirano (con la delega alla Maternità e Infanzia), passò a occuparsi a tempo pieno di politica. Funzionario della Federazione provinciale del Partito Comunista Italiano, ricoprì dapprima l’incarico di Responsabile della Commissione Femminile del Partito Comunista Italiano di Parma. Nel Pci parmense ricoprì vari e prestigiosi incarichi: nel 1980 fu la prima donna a ricoprire l’incarico di Responsabile del settore Informazione e Feste de l’Unità. Con lei a capo di un settore tradizionalmente diretto da uomini, questi eventi popolari fecero un salto di qualità, sia nell’offerta culturale e degli spettacoli sia nelle dimensioni e nella creazione di allestimenti innovativi. Nel 1983 fu Responsabile dell’Organizzazione, una delle pochissime donne in Italia a rivestire questa carica, ed entrò nella Segreteria provinciale. Nel 1987 cambiò professione, senza però lasciare l’impegno politico. Si trasferì alla Cooperativa Il Cerchio (ora Proges), diventandone presto Presidente. Due anni dopo le venne chiesto di passare alla Pulix Coop, grande e storica cooperativa di pulizie e nel 1991 ne diventò Direttrice, l’anno dopo Presidente; contemporaneamente entrò nel Consiglio nazionale della Lega delle Cooperative. Anche in questo ambito emerse la sua capacità di dirigere e affrontare le difficoltà: amata dalle socie della Pulix coop, che ne riconoscono la forza, conquistò in fretta l’autorevolezza necessaria per portare avanti le proprie idee che renderanno Pulixcoop una delle maggiori cooperative di servizi della regione. Pur essendo quasi totalmente assorbita dagli impegni di lavoro, continuò a dare il proprio contributo anche nelle istituzioni pubbliche: fece parte del Consiglio di Amministrazione dell’Amnu, fu Presidente del Centro di Parità della Provincia e, dal 1990, Consigliera provinciale. Nel 1997 il Centro di Parità della Provincia istituisce il Premio di Laurea “Daniela Mazza” per tesi che indaghino condizioni e ruoli delle donne nelle società passate e contemporanee.
Fonte: notizie fornite da Cinzia Veroni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande