10°

20°

donne

Piccole storie di grandi parmigiane/23

Nuova uscita Dizionario
Ricevi gratis le news
0

Piccole storie di donne parmigiane - alcune note, altre no - che hanno fatto un pezzetto della nostra storia. Oggi il ventitreesimo degli appuntamenti settimanali che abbiamo voluto dedicare alle parmigiane di un passato più o meno recente, celebrandole sul nostro sito e raccontandole grazie al prezioso lavoro di Fabrizia Dalcò, che proprio a loro ha dedicato "Il dizionario biografico delle parmigiane", da cui queste schede sono tratte e che è stato voluto dalla Provincia di Parma. Ecco le tre protagoniste della settimana.

Capelli Antonietta
Milano 23 settembre 1896 - Passo di Treia (MC) 13 luglio 1974
Medico e attivista cattolica. Figlia di Adriano Cappelli e Agnese T. Giusti (la discrepanza dei due cognomi è dovuta a un errore anagrafico). La famiglia si trasferì a Parma nel 1902, per la nomina a Direttore dell’Archivio di Stato del padre. A tredici anni sentì la chiamata di Dio per “una vasta Opera di Salvezza”: trascorse l’adolescenza in un’intensa attività di studio e di apostolato nell’animazione dei circoli dell’Azione Cattolica femminile. S’iscrisse alla facoltà di Medicina e Chirurgia presso l’Università di Parma e dopo la laurea nel 1923, e il conseguimento della specializzazione, divenne aiuto presso la Clinica delle malattie mentali della stessa Università. Nonostante fosse molto apprezzata come medico, nel 1927 si dimise per dedicarsi completamente alla missione spirituale. Nel frattempo, la giovane dottoressa aveva avviato le settimane di cultura religiosa, a cui invitava rinomati conferenzieri. Nel 1927, avuto in dono una Casa, fondò l’Istituto di S. Giovanni Battista nella diocesi di Genova, e con la collaborazione delle prime figlie spirituali, intensificò la sua attività. Invitò e accolse nelle sue Case molte persone, anche stranieri, di qualsiasi religione. Molti, compresi ebrei, ortodossi o protestanti, affascinati dal suo carisma, dalla sua dottrina e spiritualità, si convertirono. Il Santo Padre Pio XI, informato della sua attività, prima la incoraggiò e poi l’accolse in udienza privata, chiedendo di essere costantemente informato. Ebbe in dono dal conte Ernesto Lombardo di Bergamo la villa Paganini di Gaione: venne utilizzata per i corsi di cultura teologica e per ospitare eminenti personalità religiose. Intanto il suo Istituto nato il 21 novembre 1927, denominato “Opera di Cultura Religiosa”, ebbe prima l’approvazione diocesana nel 1930 e quella di Diritto Pontificio con il Decretum Laudis nel 1942. Nel contempo si prese a cuore il clero: se ne occupò, sul piano culturale offrendo corsi di aggiornamento e approfondimento, e su quello spirituale. Infine fondò anche un ramo maschile con il titolo “Congregazione Sacerdotale S. Giovanni Battista Precursore”. Morì in odore di santità.
Sitografia: www.vitaconsacrataliguria.it

Marasi Ermina
Trecasali (PR) 20 novembre 1920 - Roncaglio (RE) 20 ottobre 2003
Cuoca. Fu titolare, insieme al marito Ugo Bertolazzi e alla cognata Anna, della trattoria Vecchio Molinetto in Viale Milazzo dal 1954 al 1995. Fu sempre in cucina e fu famosa per i suoi piatti, in particolare, le tagliatelle fatte alla maniera delle resdore. Ebbe moltissimi riconoscimenti: Medaglia d’Oro al Concorso Gastronomico del 1963 dell’Accademia Italiana della cucina; Attestato di civica benemerenza all’interno del Premio Sant’Ilario del Comune di Parma nel 1987; Diploma di merito per l’anno 1987 come miglior maestro di cucina parmigiana dall’Accademia Italiana della Cucina; Diploma di merito per l’anno 1989 per la “Buona Cucina Parmigiana” dall’Accademia Italiana della Cucina; Diploma di merito al Concorso Gastronomico del 1995. Il Presidente della Repubblica, Giovanni Leone, il 2 giugno 1973 le conferì l’Onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.
Fonte: notizie fornite da Claudia Bertolazzi.

Mazza Daniela
Milano 19 gennaio 1953 - Parma 1993
Si trasferì, giovanissima nel Parmense, dove iniziò, fin dalla metà degli anni ‘70, un’intensa attività politica e amministrativa: un percorso che la portò a essere, ben presto, una fra le più autorevoli figure politiche della provincia, conosciuta e stimata ben al di là di Parma. Dopo un primo incarico amministrativo nel Consorzio Socio Sanitario di Langhirano (con la delega alla Maternità e Infanzia), passò a occuparsi a tempo pieno di politica. Funzionario della Federazione provinciale del Partito Comunista Italiano, ricoprì dapprima l’incarico di Responsabile della Commissione Femminile del Partito Comunista Italiano di Parma. Nel Pci parmense ricoprì vari e prestigiosi incarichi: nel 1980 fu la prima donna a ricoprire l’incarico di Responsabile del settore Informazione e Feste de l’Unità. Con lei a capo di un settore tradizionalmente diretto da uomini, questi eventi popolari fecero un salto di qualità, sia nell’offerta culturale e degli spettacoli sia nelle dimensioni e nella creazione di allestimenti innovativi. Nel 1983 fu Responsabile dell’Organizzazione, una delle pochissime donne in Italia a rivestire questa carica, ed entrò nella Segreteria provinciale. Nel 1987 cambiò professione, senza però lasciare l’impegno politico. Si trasferì alla Cooperativa Il Cerchio (ora Proges), diventandone presto Presidente. Due anni dopo le venne chiesto di passare alla Pulix Coop, grande e storica cooperativa di pulizie e nel 1991 ne diventò Direttrice, l’anno dopo Presidente; contemporaneamente entrò nel Consiglio nazionale della Lega delle Cooperative. Anche in questo ambito emerse la sua capacità di dirigere e affrontare le difficoltà: amata dalle socie della Pulix coop, che ne riconoscono la forza, conquistò in fretta l’autorevolezza necessaria per portare avanti le proprie idee che renderanno Pulixcoop una delle maggiori cooperative di servizi della regione. Pur essendo quasi totalmente assorbita dagli impegni di lavoro, continuò a dare il proprio contributo anche nelle istituzioni pubbliche: fece parte del Consiglio di Amministrazione dell’Amnu, fu Presidente del Centro di Parità della Provincia e, dal 1990, Consigliera provinciale. Nel 1997 il Centro di Parità della Provincia istituisce il Premio di Laurea “Daniela Mazza” per tesi che indaghino condizioni e ruoli delle donne nelle società passate e contemporanee.
Fonte: notizie fornite da Cinzia Veroni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Spigaroli Murgia a Radio Parma

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Lealtrenotizie

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

5commenti

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

1commento

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Si rafforza la possibilità che possano così diventare di proprietà pubblica

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

economia

Derivati del pomodoro, cambia l'etichetta: bisognerà indicare l'origine della materia prima

I ministri Martina e Calenda hanno firmato il decreto

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

GERMANIA

Uomo attacca con un coltello a Monaco: 4 feriti

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

SPORT

Moto

Rossi: "Spero in una gara asciutta"

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: