12°

23°

Musica

Dr Rock - Nirvana, l'ultimo grande incendio "rock"

Schede di archeologia pop, di Riccardo Venturella

Dr Rock - Nirvana, l'ultimo grande incendio "rock"
Ricevi gratis le news
0

Riccardo Venturella è un filologo musicale parmigiano, che al suo lavoro a Radio-Tv parma ha via via aggiunto nel tempo una serie di apprezzatissime iniziative anche pubbliche (come Controtempi) con un unico filo comune: lo studio e la passione per la musica, rock-beat-pop...... Ora ha accettato di aricchire il nostro sito con alcune "schede di archeologia musicale pop", per la rubrica "Dr. Rock". Ecco quindi la nuova scheda di Dr. Rock:

Nirvana, l'ultimo grande incendio "rock"

E' meglio bruciare che spegnersi lentamente, cantava il grande Neil Young nel suo peana rivolto al punk del 1979(Hey hey my my. out of the blue, per i pochi che non lo sanno), e la stessa frase la scriverà Kurt Cobain prima di scaricarsi un fucile addoso e porre fine alla sua breve ma intensissima vita. Gia perchè Cobain con i suoi Nirvana ha di fatto operato l'ultima grande rivoluzione rock guarda caso dopo il punk, ma purtroppo non è riuscito a vincere i fantasmi che lo tormentavano fin dall'infanzia.

Il piccolo Kurt infatti vide i genitori separarsi e fu cresciuto come un pacco postale rimpallato tra i due genitori troppo occupati a rifarsi nuove famiglie per dare al ragazzo un po' di affetto e considerazione. E dire che Coabin aveva manifestato fin da piccolissimo un talento non comune, (all'età di cinque anni disegnò al nonno incredulo una copertina di Topolino in maniera perfetta) e poi crescendo cominciò ad occuparsi oltre che di arte nel quale eccelleva anche di musica, imparando a suonare la chitarra e anche molto bene, come un'altro grande genio guarda caso nato non troppo distante da lui a Seattle, con un'adolescenza simile segnata dall'abbandono dei genitori e dal nomadismo presso amici parenti e anche la strada, e un futuro stellare nel rock, il suo nome era Jimi Hendrix.

Che Cobain abbia dormito sotto i ponti è piu una leggenda (anche se ad Aberdeen c'è il solito pellegrinaggio post mortem dei fan ); che di fatto però abbia vissuto un'adolescenza inquieta e segnata dal vagabondaggio è cosa nota e ciò ha alimentato la sua grande musica fatta di rabbia, disperazione ma anche una grande dolcezza (richiesta fin troppo chiara di essere amato). Cobain riuscirà a coniugare felicemente il pop Beatlesiano e il glam di Bowie e company con l'ardore Punk ma anche la rabbia noise degli anni 80 (l'hardcore dei Bad Religion, il rock strambo dei Meat Puppets, il noise psichedelico dei Sonic Youth, senza dimenticare i Pixies se vi serve qualche nome) compiendo l'ultima grande alchimia Rock (chiamatela Grunge se volete).

Tutto questo insieme ai i suoi sodali: il bassista Krist Novoselic (amico e alter ego fin da subito) e il batterista David Grhol, prima di lui c'erano stati dietro ai tamburi David Craver e Chad Channer che partecipò al primo album, ma è con Grhol che si forma il connubbio perfetto, battezzato ironicamente Nirvana ad evocare una pace interiore che il biondo Kurt non troverà mai. I Nirvana accasati alla Sub Pop etichetta con un'aurea cult indipendente e un catalogo di tutto rispetto (tra i essi i Mudhoney altra grande influenza dei nostri) ma anche non pochi problemi finanziari (pare che il fondatore Bruce Pavitt fece pagare ai Nirvana i costi di registrazione del primo album, salvo poi diventare straricco grazie al contratto con quest'ultimi) registrarono prima un'interessante singolo d'esordio,una stralunata e riuscita cover della Love Buzz degli olandesi Shocking Blue (si proprio quelli di "Venus”) e poi l'ottimo esordio "Bleach" targato 1989, disco che vendette discretamente e permise alla band un lungo giro di concerti anche in Europa (arrivarono anche dalle nostre parti).

Ma la vera svolta arriva col secondo album “Nevermind”,(nel frattempo i nostri hanno firmato per la Geffen records, su consiglio degli amici new yorkesi Sonic Youth) registrato nel 91 con Butch Vig in regia che segna la storia, fin dalla copertina, il celebre neonato che in insegue sott'acqua un 'esca con un dollarone (Cobain aveva in spregio totale la ricchezza comportandosi quasi come un barbone anche quando divenne ricchissimo) dentro la musica una riuscita sintesi tra rock psichedelico (potremmo dire Hendrix?) hard rock, ma anche pop (pensiamo a “Lithium” o “ In Bloom”) il tutto riletto con uno spirito punk che culmina nell'inno della cosiddetta generazione X “Smell Like Teen Spirit” (ispirato come da titolo al deodorante “Teen Spirit”) e destinato a fare il botto insieme all'album anche grazie allo splendido video .A questo punto cominciano i problemi: con la fama e la ricchezza, arrivano per il giovane Kurt anche la paura e frustrazione per una vita ,quella della rock star, che sembra proprio non congeniale. A ciò si aggiunga la sua paura di fallire (istillata dal senso di colpa causato dallo shock della separazione dei suoi, che ha fatto crescere in lui una profonda e crescente insoddisfazione e senso di fuga), a nulla servirà il rifugio famigliare che si creerà insieme alla popolare rock star Curtney Love (leader della band Hole, e con un trascorso adolescenziale simile a lui) e la figlioletta Frances Bean.

I fantasmi lo perseguiteranno spingendolo verso l'autodistruzione (diventerà eroinomane con la scusa di placare misteriosi dolori addominali di propabile natura psicosomatica).Arriva anche il terzo album “In Utero” ed un'altra messe di capolavori. dalla splendida “Heart Shaped Box" alle urticanti “Rape Me” e “Serve the Servant” presentata nel programma Rai della Dandini “Tunnel”  passando per le toccanti “Dumb” e “All Apologies” (quasi un epitaffio).Registrato nel '93, doveva chiamarsi in origine “I hate my self and I wanna Die” (odio me stesso e voglio morire) e la dice lunga su come il giovane musicista si sentisse a quel punto: neanche la musica riusciva piu a placare la sua ansia e il suo male di vivere, suonare fare concerti era diventato un fardello insostenibile, a nulla era servito diventare la piu grande rock star del pianeta, rivoluzionare la musica rock, crearsi una famiglia (come quella che non aveva avuto) bruciare era il suo destino e in una fredda mattinata di aprile del 1994,nella sua casa a Seattle Cobain mise fine alla sua folle fuga entrando nell'olimpo dei grandi del rock.

Pochi mesi prima negli studi di Mtv di New York, i Nirvana avevano registrato uno splendido special Unplagged, in formazione allargata con Pat Smear dei Germs (seminale formazione Punk degli anni settanta). In questa ora scarsa di performance senza più l'assordante elettricità che caratterizzava i live della band, Cobain dimostrò tutto il suo talento nel rielaborare i suoi pezzi e anche nel rileggere alcuni classici (da Bowie a Leadbelly passando per gli amici Meat Puppets e i Vaselines) oltre che far capire quanta poesia e profondità c'era nella sua musica intrisa di tanto, troppo dolor:e e a noi piace ricordarlo cosi.

“Devo essere uno di quei narcisisti che si godono solo le cose passate. Sono troppo sensibile”
Kurt Cobain (1967-1994)


Discografia consigliata
Bleach (1989 Sub pop)
Nevermind (1991 Geffen records)
In Utero (1993 Geffen records)
Mtv Unplugged in New York (1994 Geffen record)

Live consigliati
Live at Reading (1992) 
Mtv Unplugged in New York (1994) 

Vai alla sezione

DR. ROCK

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

AUTOVELOX

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

Lealtrenotizie

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

Trasporto pubblico

Autobus: accolto dal Tar il ricorso Tep

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

Dramma

Tragica maratona, muore 49enne di Polignano Video

L'esperto: "Non sottovalutare i campanelli di allarme" (Video)

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Solomon incapace di intendere e di volere

1commento

Tg Parma

Via Langhirano: 16enne a piedi travolta da un'auto, è al Maggiore Video

Parco Bizzozero

Donna presa a pugni dai tifosi pescaresi

5commenti

sicurezza idrica

Ecco come funziona la "diga" sulla Parma

A "lezione" dai tecnici dell'Aipo

Regione

Chiusura centri vaccini di Colorno, Salso, Fidenza e Busseto, protesta FdI-An

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

Catalogna

Due leader indipendentisti arrestati per sedizione

BUSTO ARSIZIO

La ventenne scomparsa si chiama Dafne Di Scipio. Aperto un fascicolo

SPORT

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SERIE B

Parma, bisogna cambiare rotta

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel