12°

droga

Portavano eroina rosa e brown sugar anche a Parma: un altro arrestato

Portavano eroina rosa e brown sugar anche a Parma: un altro arrestato
Ricevi gratis le news
0

E’ stato arrestato nell’ambito dell’operazione “Bisht” (“codino” in albanese, dal soprannome di uno degli arrestati) che ha smantellato un’organizzazione criminale dedita alla detenzione e allo spaccio di eroina. Cinquantaquattro ordinanze di custodia cautelare, 48 corrieri arrestati in flagranza, 162 indagati e oltre 26 chili di droga sequestrata, di cui 23 suddivisi tra eroina “brown sugar” e “rosa”, 3 chili di hashish e 700 grammi di cocaina, oltre a 70 chili di sostanza da taglio. Questi i numeri dell’operazione Bisht condotta nel settembre del 2013 in nove città: Modena, Bari, Ferrara, Milano, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Siracusa e Trieste. Le indagini consentirono di individuare un gruppo a composizione mista, capeggiato da vari soggetti di spicco della criminalità albanese dediti all’attività illecita di narcotraffico internazionale e composto, altresì, da nordafricani in grado di rifornire la regione Emilia Romagna e gran parte del Nord Italia di eroina “rosa” e “brown sugar”. Proprio per questi fatti commessi a Modena tra il novembre e il dicembre del 2010 un 30enne cittadino albanese è stato arrestato dai Carabinieri di Cadelbosco Sopra che hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Modena. L’uomo nel luglio del 2014 è stato condannato dal Tribunale di Modena a 5 anni di reclusione per il reato di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La condanna divenuta esecutiva il 25 marzo 2015 ha visto l'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura di Modena emettere un ordine di esecuzione per la carcerazione che è stato trasmesso ai Carabinieri della Stazione di Cadelbosco Sopra nel cui comune il 30enne risiede. Ricevuto il provvedimento i Carabinieri di Cadelbosco Sopra vi davano esecuzione arrestando l’uomo condotto in carcere per l’espiazione del residuo pena pari a 4 anni, 7 mesi e 29 giorni. Al termine delle formalità di rito e dopo le procedure di foto segnalamento, l'uomo veniva condotto in carcere per l'espiazione degli oltre 4 anni di reclusione comminatigli per i reati di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Modena, in raccordo con la Direzione Centrale per i Servizi Antidroga e il Servizio Centrale Operativo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha consentito di sgominare l’organizzazione con base logistica a Modena e collegamenti con tutte le regioni del Nord, che utilizzava la rotta “turco-albanese” per l’ingresso della droga in Italia. Nel corso delle perquisizioni sono state sequestrate nove auto, due motoveicoli, 50.000 euro in contanti, armi tra cui una pistola semiautomatica, modello 7,65 con matricola abrasa e relativo munizionamento.
fermato alla guida di un’autovettura Mercedes S 320 con una targa abbinata ad un numero di telaio che in effetti non appartenevano all’auto che conduceva il cui reale numero di telaio abbinato ad altra targa indicava il veicolo essere rubato. In suo possesso anche due carte di circolazione in bianco risultate rubate alla motorizzazione della provincia di Lodi nel 2003. Proprio per questi fati risalenti al 2007 un 47enne correggese è stato arrestato dai Carabinieri di Correggio che hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine. L’uomo nel maggio del 2012 è stato condannato dal Tribunale di Tolmezzo a 2 anni e 11 mesi di reclusione per i reati di riciclaggio, ricettazione ed uso di atto falso accertati nel novembre del 2007 in provincia di Udine. La condanna divenuta esecutiva il 19 aprile 2013 ha visto l'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura di Udine emettere un ordine di esecuzione per la carcerazione che è stato trasmesso ai Carabinieri della Stazione di Correggio nel cui comune il 47enne risiede. Ricevuto il provvedimento i Carabinieri di Correggio vi davano esecuzione arrestando l’uomo condotto in carcere per l’espiazione del residuo pena pari a 2 anni, 10 mesi e 26 giorni. L’uomo l’11 novembre 2007 lungo l’autostrada A23 era stato fermato alla guida di un’autovettura Mercedes S 320 con una targa abbinata ad un numero di telaio che in effetti non appartenevano all’auto che conduceva il cui reale numero di telaio abbinato ad altra targa indicava il veicolo essere stato rubato nell’ottobre del 2007 a Milano. In suo possesso anche due carte di circolazione in bianco risultate rubate alla motorizzazione di Lodi nel 2003. Arrestato in flagranza del reato di riciclaggio dopo 4 giorni è stato rilasciato in attesa del processo. Quindi la condanna e l’odierno arresto. Al termine delle formalità di rito e dopo le procedure di foto segnalamento, l'uomo veniva condotto in carcere per l'espiazione degli oltre due anni di reclusione comminatigli per i reati di riciclaggio, ricettazione e uso di atto falso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

1commento

capodanno

Ecco le locandine: Fedez si fa. Ma dove? Domani la risposta

1commento

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

solidarietà

"Parma facciamo squadra" in campo per i bimbi poveri

Campagna fondi al via: Barilla, Chiesi, Fondazione Cariparma e Forum Solidarietà in prima linea

GAZZAREPORTER

Problemi alle luminarie: vigili del fuoco in via D'Azeglio Foto

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS