-2°

intesa sanpaolo

Timori per esuberi a Banca Monte. Le parti trattano

E' scaduto l'accordo a dicembre

Timori per esuberi a Banca Monte. Le parti trattano
Ricevi gratis le news
1

 

Esuberi a Banca Monte Parma? I timori ci sono, ma la trattativa tra il Gruppo Intesa Sanpaolo (che controlla Palazzo Sanvitale con una quota del 78,6%) e i sindacati è solo agli inizi, dopo che il 31 dicembre è scaduto l'accordo stipulato nel 2012 al momento del salvataggio di Banca Monte da parte di Ca' de Sass. Tanto che le parti, in questo momento, preferiscono tenere le bocche cucite. Il Sole 24 Ore ipotizzava ieri 50 esuberi oltre ai 153 di Mediocredito e ai 35 di Mediofactoring (ma queste sono due partite che Intesa gioca su altri tavoli).
Il confronto va anche letto in un contesto più ampio nel quale il nuovo amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, ha detto chiaro e tondo lunedì scorso che il piano in arrivo in primavera non conterrà esuberi. Certo, questa è una trattativa diversa, ma l'unica azienda italiana inserita tra le cento aziende più sostenibili del mondo da Corporate Knights difficilmente vorrà forzare la mano.
Restano però da risolvere da un lato l'omogenizzazione dei trattamenti fra i dipendenti di Monte Parma e quelli del Gruppo e dall'altro un ulteriore taglio dei costi - si ipotizza 3 milioni di euro - imposto dal contesto economico. Traduzione possibile (ma non l'unica): 50 esuberi, che non significa licenziamenti ma non fa dormire sonni tranquilli ai quasi 500 dipendenti - dopo le ultime uscite - di Banca Monte Parma.
Due anni fa, del resto, ci si accordò per l'uscita di 57 lavoratori (contro una richiesta iniziale di 137) tra chi sarebbe andato in pensione incentivata o attraverso il «fondo di sostegno al reddito». Fu una trattativa difficile da digerire per i dipendenti di Palazzo Sanvitale, che accettarono un accordo «lacrime e sangue» con tagli ai premi e alle indennità, aggravati dal «sudore» di una migrazione nel Gruppo tutt'altro che semplice, complici la crisi economica e un personale ridotto all'osso.
I lavoratori vorrebbero vedere premiato l'impegno profuso in questi due anni - tra l'altro riconosciuto pubblicamente dal direttore generale Bruno Bossina - mentre Intesa Sanpaolo ha la necessità di contenere al massimo i costi. Non per niente sempre Messina lunedì scorso ha annunciato una serie di dismissioni delle attività non «core» perché Intesa Sanpaolo «è una banca, non una compagnia aerea».
Non solo: sul tavolo c'è anche un altro tema, quella della razionalizzazione dei brand regionali. Nella nostra regione Intesa Sanpaolo ne conta ben tre (oltre a Banca Monte anche Carisbo e Cariromagna) fatalmente destinati a convergere. A.T.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • limerick

    30 Gennaio @ 22.17

    Due anni fa si stipulò un accordo. Gli accordi sono fatti per essere rispettati. Ora una delle cento aziende più sostenibili del mondo decide unilateralmente di non rispettare l'accordo. Accordo che riguarda la vita e il lavoro di 500 persone. Tutto sostenibile e soprattutto tutto legale? Secondo me no.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande