ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI LE altre SEZIONI

Percorsi non verbali per il benessere - “Grafologia”
Incontri divulgativi

Percorsi non verbali per il benessere - “Grafologia”

 
Gazzetta lavoro
lavoro

Gazzetta lavoro

 
65 offerte per trovare un lavoro
la bacheca

65 offerte per trovare un lavoro

 
Volkswagen Passat "Auto dell'Anno 2015"
ginevra

Volkswagen Passat "Auto dell'Anno 2015"

 
Gallinari show nella Nba: guarda che canestro
video mondo

Gallinari show nella Nba: guarda che canestro

 
NATIONAL THEATRE LIVE - UOMINI E TOPI

NATIONAL THEATRE LIVE - UOMINI E TOPI

 
E' vero che i fiocchi di neve sono tutti diversi?
gazzetta università

E' vero che i fiocchi di neve sono tutti diversi?

 
Simone: Parma  tra ironia e critica
Musica

Simone: Parma tra ironia e critica Videointervista

 
Google premierà le notizie affidabili
GUERRA ALLE BUFALE

Google premierà le notizie affidabili

 
Conchita Wurst diventa bionda
look

Conchita Wurst diventa bionda

 
Non solo favole ma tanta solidarietà
bambini

Non solo favole ma tanta solidarietà

 
viadotto tangenziale via mantova
traffico e viabilità

Via Mantova: traffico rivoluzionato

 
Cambiare scuola? Entro il 15 non si perde l'anno
Scuola

Cambiare scuola? Entro il 15 non si perde l'anno

 
Divora 435 anolini in due ore: Mirko è ancora campione
bedonia

Divora 435 anolini in due ore: Mirko è ancora campione

 
Quelle foto che celebrano il Palio di Parma
Mostra

Quelle foto che celebrano il Palio di Parma

 
I «medaglioni» inediti di Fernanda Pivano
LIBRI

I «medaglioni» inediti di Fernanda Pivano

 
La Via Crucis delle vittime della crisi
IN STECCATA

La Via Crucis delle vittime della crisi

 
"Il lavoro era tanto, ma tasse e spese erano troppe"
economia

"Il lavoro era tanto, ma tasse e spese erano troppe"

 
E i mobili finiscono in strada
via rubini

E i mobili finiscono in strada

 
Alberta Ferretti
MODA milano

Alberta Ferretti Video

 
La Porta a Viarolo

La Porta a Viarolo

 
Expo, una lunga storia tra realtà e fantascienza
ARCHITETTURA

Expo, una lunga storia tra realtà e fantascienza

 
aurora boreale
VIAGGI

Nell'estremo nord della Norvegia

 
Un'ode di Orazio tradotta in dialetto
dialetto

Un'ode di Orazio tradotta in dialetto

 
Offerte Kauppa
scegli la tua

Offerte Kauppa

 
Donne: tutte le news al femminile
la città rosa

Donne: tutte le news al femminile

 

C inema

AUTOMATA

AUTOMATA

Genere Fantascienza

Durata 109

 

Economia

Dal lavoro cercato al lavoro creato

Dal lavoro cercato al lavoro creato
0

Stefano Rotta
Parla di «ritardo storico nella concezione del mestiere di imprenditore», e di «lavoro creato e non cercato», Marco Ferrari, a 27 anni fondatore di  Neo Network, divenuta in pochissimo una fra le aziende digitali leader in Italia, tanto da essere acquisita dal Gruppo De Agostini. Oggi la sua creatura si è trasformata - con il nome Zodiak Active - nella divisione globale per tutte le attività digital e brands di Zodiak Media, la multinazionale dei contenuti controllata dal Gruppo di Novara, 600 milioni di fatturato, fra le prime al mondo nel settore. Ferrari, nato, cresciuto e formatosi a Parma, ormai cittadino del mondo per impegni professionali, si può dire sia uno di quelli «che ce l’hanno fatta». Partendo da una start up. Spiega: «Fino a non molto tempo fa era una parola esotica, divertente, da smanettoni, oggi è una realtà molto concreta. Il mercato del lavoro è bloccato per i giovani. La riforma del governo non incentiverà ad assumerli. C’è una generazione che il lavoro non lo cerca, ma lo crea».
 L’analisi sulle start up, che per Ferrari è pure un «elemento culturale», si riassume con questa pennellata: «Finché l’imprenditore è visto come quello che, affamando i collaboratori, ha come obiettivo di vita evadere le tasse per comprare il Suv, non andremo da nessuna parte». Il mondo start up, per questo manager, che startupper lo è stato, «può esser visto anche come una moda, oggi, ma rimane chiave. Per quanto sconosciuto dai politici, è una delle prime fonti di nuova occupazione giovanile. Siamo indietro rispetto a Stati Uniti, Francia e Germania». La proposta: «Favorire questo mercato, sostenere l’imprenditoria giovanile, fare sistema con progetti di incubazione». Nel clima economico e politico italiano, quindi, «un giovane imprenditore resta un mezzo eroe, si è visti spesso con occhi di sospetto».
Mauro Del Rio, presidente e fondatore, nel 1999, di «Buongiorno», sposta invece l’attenzione sul tentativo di una generazione, nata fra gli anni Sessanta e Ottanta, di farsi strada, pur controvento: «Molti subiscono e subiranno i problemi del debito contratto dalle vecchie generazioni». E inoltre: «L’altro tema molto rilevante, di cui è bene discutere, è la crescita. L’attuale governo ha messo da parte l’emergenza, ora bisogna concentrarsi sulla crescita. Imprenditoria giovanile e start up, termine forse più accattivante, sono la stessa risposta a questi temi». Del Rio riprende uno dei motti più rappresentativi dell’epoca contemporanea, «pensare globalmente, agire localmente», e indica nel «biotech, nel food e nel turismo in chiave nuova» i settori nei quali investire. Conclude così: «Anche nella nostra città è necessario aiutare nuove aziende a partire. Mi auguro che chiunque sia il futuro sindaco, abbia questa come una delle priorità».

Oggi due pagine sulla Gazzetta di Parma in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0