ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI TUTTE  LE SEZIONI DEL SITO

Alba Parietti: "Non ne posso più del sesso"...e le sexy news della settimana
sesso notizie

Alba Parietti: "Non ne posso più del sesso"...e tutte le sexy news

 
Dipendenti comunali: burraco benefico
Parma

Dipendenti comunali: burraco benefico

 
Reading in memoria di Luzi
Libreria Diari di bordo

Reading in memoria di Luzi

 
BUONI A NULLA

BUONI A NULLA

 
Musulmani di Parma a Kuminda: foto di gruppo
Stranieri

I musulmani di Parma contro l'Isis: "No all'odio"

 
Regali dal telefonino,  con un'app tutta parmigiana
Hi-tech

Regali dal telefonino, con un'app tutta parmigiana

 
Golf TGI, quando il metano dà davvero una mano
MOTORI

Golf TGI, quando il metano dà davvero una mano

 
La chiusura della Borsa e l'economia di Parma
TV PARMA

La chiusura della Borsa e l'economia di Parma

 
Parma dormiente e incantata nelle fotografie di Pezzani
Portici del grano

Parma dormiente e incantata nelle fotografie di Pezzani

 
autunno figliage
viaggi

L'orizzonte tra gli aceri del Québec

 
smartphone
smartphone

La carica dei supertelefonini

 
La Gazzetta aderisce alla raccolta di Munus per gli alluvionati
Iniziativa

La Gazzetta aderisce alla raccolta di Munus per gli alluvionati

 
Mirànt, sèmma a sinch gàti zvélja ch' a n’é ora tato
Dialetto

Mirànt, sèmma a sinch gàti zvélja ch' a n’é ora tato

 
E' morta Lilli Carati
Lutto nel cinema

E' morta Lilli Carati

 
 Gioacchino Giovanni Iapichino
Le nostre iniziative

Riso dall'antipasto al dolce con il libro della Gazzetta

 
«Mollo tutto e vado in Australia con la mia moto»
I nuovi emigrati

«Mollo tutto e vado in Australia con la mia moto»

 
Offerte di lavoro
occupazione

Offerte di lavoro

 
Alluvione a Parma: la settimana più lunga
cronaca di 7 giorni

Alluvione: la settimana più lunga

 
"Noi in prima linea contro l'Ebola: portiamo cibo a orfani e famiglie"
Salute

"Noi in prima linea contro l'Ebola: portiamo cibo a orfani e famiglie"

 
I ragazzi dell'Istituto Mainetti di Traversetolo
Traversetolo

Scuola, il Mainetti all'avanguardia

 
La miss che non sa leggere la schedina
gaffe

La miss che non sa leggere la schedina Video

 
Mamma Rosa

Mamma Rosa

 
Las Karne Murta, sostegno dal palco
Venerdì prossimo

Las Karne Murta, sostegno dal palco

 
Donne: tutte le news al femminile
la città rosa

Donne: tutte le news al femminile

 
Fai affari con Kauppa, il social commerce alla parmigiana!
Kauppa

Fai affari con Kauppa, il social commerce alla parmigiana!

 

C inema

ALTMAN

ALTMAN

Genere Documentario

Durata 95

 

Economia

Indennità per tubercolosi: necessari 52 contributi

0

Sono una collaboratrice domestica che si è ammalata di tubercolosi.  Cosa devo fare per ottenere l’indennità prevista per questa malattia?
S.B. - Parma

Risponde Carlo Padovani

Le indennità antitubercolari sono prestazioni concesse dall’Inps dopo l’accertamento dei requisiti contributivi e sanitari e sono, nella prima fase, un’indennità giornaliera poi un’indennità post-sanatoriale e infine, in determinate condizioni, un assegno di cura e sostentamento. La persona che si ammala all’atto della domanda deve avere versato almeno 52 contributi nell’arco della vita lavorativa mentre il requisito sanitario verrà accertato dal Centro Medico Legale della Sede Inps. Il diritto all’indennità viene esteso anche ai famigliari nel caso in cui venissero colpiti dalla malattia indipendentemente dalla loro iscrizione all’Inps.
La domanda deve essere presentata in via telematica o direttamente dal soggetto interessato tramite Pin attraverso il portale dell’Istituto o attraverso il Contact Center Multicanale al numero verde n. 803164, solo per gli utenti dotati di Pin dispositivo, oppure l’assicurato può rivolgersi ad un Ente di Patronato. Al soggetto che ne fa richiesta spetta, quando non ha diritto all’intera retribuzione,  un'indennità giornaliera per il periodo delle cure ospedaliere o ambulatoriali dal giorno dell’inizio della malattia tubercolare.
L'indennità  viene concessa fino alla stabilizzazione o alla guarigione clinica ed è:  pari a quella che sarebbe stata corrisposta, nel caso di malattia comune, dall’Ente presso il quale l’assistito è assicurato contro le malattie;   in misura intera, nelle stesse percentuali della malattia comune; si riduce, dal 181° giorno, nella misura fissa;  non può essere, in nessun caso, inferiore alla misura fissa;  ai titolari di pensione, categoria SO, la misura fissa si riduce del 50%; ai famigliari (se colpiti da malattia) spetta in misura fissa del 50%.
Dal giorno successivo la guarigione clinica o la stabilizzazione, a condizione che risultino almeno 60 giorni di cura (ricovero o cura ambulatoriale)  e di assenza dal lavoro anche se si ha diritto all’intera retribuzione o ad altre prestazioni previdenziali non tubercolari, spetta un’indennità post-sanatoriale in misura fissa per 24 mesi; rimane sospesa nei casi di ricovero, di cura ambulatoriale o domiciliare inferiori a 60 giorni, si interrompe oltre i  60 giorni. Ai famigliari la misura fissa si riduce del 50%.
Se la capacità di guadagno si riduce a meno della metà per effetto o in relazione alla malattia e se non viene percepita una normale retribuzione continuativa viene riconosciuto, in misura fissa, un assegno di cura e sostentamento. L’accertamento decorre: dal giorno successivo alla fine dell’indennità post-sanatoriale  se la domanda viene presentata entro 90 giorni; dal giorno successivo alla fine del precedente assegno se viene presentata entro 90 giorni; dal 1° giorno del mese successivo alla presentazione della domanda qualora questa venga presentata dopo il 90° giorno. Viene corrisposto per 24 mesi dopo la fine di quella post-sanatoriale, è rinnovabile di 24 mesi in 24 mesi, senza limiti di tempo fino a quando permangono i requisiti amministrativi e sanitari.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0