11°

Politica

Dimissioni inevitabili

L'editoriale di Giuliano Molossi sul caso Gentile

Dimissioni inevitabili

Il senatore Antonio Gentile

Ricevi gratis le news
1

«E' la stampa, bellezza, e tu non ci puoi fare niente». A Luciano Regolo, direttore del quotidiano «L'Ora della Calabria», sarebbe piaciuto imitare Humphrey Bogart e mandare al diavolo il suo interlocutore facendogli sentire, attraverso la cornetta del telefono, il rumore delle rotative. Ma non potè farlo perché, a causa di un improvviso e misterioso guasto, quella notte le macchine non stamparono il giornale. Era il 19 febbraio. La notizia che il quotidiano calabrese avrebbe dovuto pubblicare, con grande evidenza in prima pagina, riguardava un'inchiesta della Procura di Cosenza che vedrebbe indagato il figlio del senatore Antonio Gentile, esponente del Nuovo Centrodestra, e fedelissimo di Alfano.
A distanza di pochi giorni dall'increscioso episodio, il senatore Gentile era stato nominato sottosegretario alle Infrastrutture nel nuovo governo Renzi. E subito si era scatenato l'inferno. Il «caso Gentile» ha rappresentato la prima grossa grana per il nostro giovane e spregiudicato premier. E' questo il nuovo che avanza? Inserire nella compagine governativa uno che fa in modo, attraverso pressioni di amici, di impedire l'uscita di un giornale? La vicenda era già finita sui giornali e Renzi non poteva non conoscerla. Il senatore Gentile è un uomo di potere in Calabria e porta migliaia di voti ad Alfano. Si può quindi capire perché il ministro dell'Interno abbia insistito tanto per farlo sottosegretario. Quello che invece non si capisce è perché Renzi non abbia trovato la forza per dirgli di no, per dirgli che quel nome era impresentabile. La permanenza al governo di un personaggio come Gentile era scomoda e imbarazzante per il premier. Glielo avevano detto, in un appello comune, i direttori dei grandi giornali, glielo aveva detto il suo partito, avrebbe dovuto dirglielo anche il buon senso.
Ma fino a ieri sera, prima di convincere Gentile a gettare la spugna e a dimettersi, Renzi aveva dato l'impressione di prendere tempo per non irritare Alfano.
«Prima viene la legge elettorale», aveva detto il premier. No: prima viene la libertà di stampa, quella calpestata dal sottosegretario Gentile e dal suo entourage.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • presente

    04 Marzo @ 12.08

    Gentile Direttore, scusi l'ardire della mia replica... Ma allora cosa dovrebbero fare altri sotto segretari addirittura indagati?

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva Francesca Brambilla stasera alla discoteca Primo Piano

L'INTERVISTA

Arriva Francesca Brambilla stasera alla discoteca Primo Piano Fotogallery

Gianni Morandi "D'amore d'autore" il nuovo album di inediti  in uscita venerdì 17 novembre

MUSICA

Gianni Morandi, nuovo album e nuovo tour Videointervista

È morto Lil Peep, giovane promessa del rap Usa: forse un’overdose

musica

È morto Lil Peep, giovane promessa del rap Usa: forse un’overdose

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

TRIBUNALE

Tre anni e sei mesi a Jacobazzi

Scuola

Il Romagnosi sarà anche linguistico

FECCI A ROMA

Delrio: «La tangenziale di Noceto si farà»

SALSO

Si fingono i vicini di casa: anziana derubata

Ponte chiuso

Casalmaggiore chiede lo stato d'emergenza

Intervista

Il «Re Leone»: nello sport non contiamo più nulla

ECONOMIA

Lanzi, via al collegamento tra l'interporto e la Norvegia

Lutto

E' morta Liliana, la maestra di Lagrimone

tg parma

Renzi alla Galloni di Langhirano: "Esempio per l'Italia" Video

FRONERI

I sindacati vedono Renzi. L'azienda ribadisce la chiusura, "Soluzioni attive per i lavoratori"

Il segretario: "Salvaguardare le nostre migliori capacità produttive"

Mafia

Morto all'ospedale di Parma Totò Riina

Il boss era detenuto da anni nel carcere di via Burla

10commenti

IL CASO

Ricorso accolto, non paga la Tari

3commenti

carabinieri

Sotto sequestro il campeggio di Berceto

2commenti

Tg Parma

Sicurezza, decoro urbano, disabilità e inclusione: i quattro delegati

2commenti

FONTEVIVO

Sabato i funerali di Mattia Carra

1commento

Carabinieri

Inseguimento all'auto rubata

Il ladro molla la vettura e fugge a piedi

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

WEEKEND

La top 5 del fine settimana

ITALIA/MONDO

ULTIMA ORA

Allarme bomba a Milano, trovata granata

La lettera

La moglie di Brizzi: "Barricata in casa con mia figlia: è un tribunale mediatico"

2commenti

SPORT

rugby

Roselli: "Il rugby italiano sta facendo bene, occorre tempo" Video

Rugby

Parisse sogna un'altra impresa

SOCIETA'

A macchia d'olio

Violenze, accuse (anche) a Stallone. Lui: "Falso e ridicolo"

MILANO

Berlusconi, stop al mensile da 1,4 milioni a Veronica. Lei dovrà anche restituire 60 milioni

1commento

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto