20°

31°

opinioni

Natale, il bisogno di chi ha fede e la nostalgia dei laici

Il messaggio del vescovo Solmi e l'editoriale del direttore Brambilla

Le scuole disertano i presepi
2

"Abbiamo bisogno del Natale": lo dicono, i due punti di vista e parlando di - ed a  - credenti e laici, il vescovo Enrico Solmi e il direttore della Gazzetta di Parma. Ecco i loro editoriali.

Il messaggio del vescovo Solmi

"Il Natale è come l’alta marea: raggiunge tutti. Così diceva sessanti anni fa don Mazzolari. È ancora vero? Per certi versi, sì. Il Bambino che nasce è un messaggio universale che tocca il cuore di tutti e accomuna mamme che, sotto il profilo teorico, potrebbero non trovarsi d’accordo sull’essere donna, moglie o compagna. Ma essere mamma è la stessa esperienza e gli occhi di un bambino visti per la prima volta sono una cosa che solo loro sanno dirci. Poi risveglia in tutti sentimenti sorgivi dell’umanità. E’ anche vero che per alcuni il Natale resta l’ultimo pensiero o un pensiero difficile da gestire tra sofferenza e solitudine e ricordi di tempi belli che non ci sono più. Un percorso che passa dal carcere all’ospedale, al dormitorio e alla mensa della Caritas, fino ad entrare in borghi e strade insospettabili della nostra città e dei nostri paesi. È un sentire il Natale, tra luci e ombre che, alla fine, tocca il nucleo del Natale vero che, come un fuoco acceso in una campagna, riverbera di luce e anche lontano lo si vede. Natale è la nascita di Gesù, il Nazareno, in un ricovero di animali nella campagna di Betlemme. La fede dice che quel bambino è Dio che usa la sua onnipotenza per divenire piccolo, per essere corpo e incontrarci nella nostra umanità. Natale è la sorpresa della Sua uscita per incontrarci: una scelta di debolezza per condividere, il rischio di essere misconosciuti, maltrattati, perseguitati. Proprio come capitò a Gesù, Maria e Giuseppe. Maternità e tenerezza, nota universale, fanno tutt’uno con abbassamento e pro esistenza, dono di sé vero e autentico proprio del Natale Cristiano. Indicano universalità e radicamento nella verità del Natale: Chi fa così è Dio, che si fa conoscere e si accosta ad ogni persona. Tutti abbiamo bisogno di questo Natale. Ci aiuta ad entrare in noi e a riconoscere tesori profondi che ci abitano, situazioni che ci meravigliano, insieme alla certezza di sentirci cercati perché amati. Oggi ce n’è tanto bisogno! Buon Natale alla nostra bella città e alla nostra ricca terra, con l’augurio che possa andare oltre all’oggi confuso e preoccupato per respirare un futuro nuovo e bello perché abitato da tutti. Buon Natale a chi si trova nelle proprie case per scoprire che il tesoro più vero sono le relazioni che si affinano e si affermano modellando il volersi bene che cresce, cambia, inverte anche la direzione, per volere bene “bene”. Senza perdersi d’animo, senza stancarsi di riprovare. Un Natale sereno a chi soffre. Non con parole, ma con un abbraccio sincero e una partecipazione vera di chi - con discrezione - può farsi vicino e condividere con delicatezza. Buon Natale a chi continua a farsi prossimo in questi giorni e tiene per mano i tanti che faticano a vivere. Chi lo fa per missione istituzionale, chi lo fa per scelta di servizio e di presenza silenziosa ed efficace: sono la trave che sostiene la nostra città. Un sereno natale dal povero Vescovo Enrico: che la Misericordia del Signore pervada i nostri cuori, perché possiamo essere misericordiosi."

L'editoriale di Michele Brambilla

"Per i credenti il Natale è la memoria di un fatto inaudito: Dio che diventa uomo. Se è vero, è l'avvenimento più importante non solo della storia, ma anche della vita di ciascuno di noi. Perché ci cambia il destino.
Ma per crederci occorre la fede, e non è da tutti. Montanelli, che era molto meno ateo di quanto si sia fatto passare, diceva che avrebbe rinunciato a qualsiasi cosa pur di averla: ma non ce l'aveva. Misteri della Grazia, che lasciamo, qui a fianco, al vescovo di Parma.
Noi poveri scettici, figli del nostro tempo cinico, abbiamo una fede incrollabile solo nelle cose terrene, che inseguiamo tutti i giorni con affanno e che poi, quando le conquistiamo, ci lasciano comunque un senso di insoddisfazione perenne.
Su un passaggio dell'articolo qui a fianco scritto dal vescovo siamo, però, in perfetta sintonia: «Tutti abbiamo bisogno di questo Natale». Nei giorni scorsi ho letto, su due grandi quotidiani, le provocazioni, un po' logore in verità, di due noti intellettuali. Uno diceva che «quello delle feste è ormai diventato quasi un incubo annuale»; e l'altro commentava: «se fosse per me, il Natale lo abolirei, è fasullo». Può darsi che per la maggioranza di noi sia ormai solo una ricorrenza profana. Eppure, credo che ben pochi la vorrebbero davvero abolire. Il Natale ha questo di strano e affascinante: ha che ci accende una nostalgia, e la nostalgia è il dolore per la mancanza di qualcosa o qualcuno. Qualcosa o qualcuno che forse chissà, credenti e non credenti potrebbero chiamare il senso della vita. Ecco perché abbiamo sempre bisogno del Natale. Auguri a tutti.
michele.brambilla@gazzettadiparma.it "

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enzo

    25 Dicembre @ 10.50

    Laico non è opposto di credente, significa persona non facente parte del clero...

    Rispondi

  • Biffo

    24 Dicembre @ 17.33

    IO ASSISTEVO, IERI, ALLA MEsSA IN SUFFRAGIO DI MIA MADRE E MIA SORELLA; HO FATTO UNO SFORZO, PER AMORE DI LORO DUE, PERCHé IL RITO SUDDETTO. PER ME, è DI UNA NOIA MORTALE, assolutamente non coinvolgente, UN CONTINUO ALZARSI E SEDERSI, aCCOMPAGNATO DA RESPONsIONI ALLE PRECI DEL SACERDOTE OFFICIANTE. DURANTE LA MESSA, MI LEGGO IL MESSALINO DOMENICALE E CERCO DI DIRE QUALCHE PREGHIERA PERSONALE, MA NON SCI RIESCO, LA GENTE MI DISTRAE, IO HO BISOGNO DI ESSere SOLO, IM CHEISA, NEL SILeNZIO PIù ASSOLUTO.,A TU PER TU CON CRISTO. Ho provato una grande nostalgia dei tempi in cui eravamo tutti vivi, in famiglia, ed avevamo una fede senza problemi di dogmi, di morale, di teologia e teosofia. Davanti a me, c'era, incrollabile nella sua fede granitica, mio padre, di 96 anni. Mi scuso per la parte redatta in maiuscole, me ne sono accorto troppo tardi. Un ottimo Natale,Direttore, ed un 2016 ancor migliore, se possibile, dopo un superlativo assoluto.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

«Io, pastore di giorno e pole dancer di sera»

PERSONAGGI

«Io, pastore di giorno e pole dancer di sera» Foto

Grande Fratello UK

televisione

Rissa al Grande Fratello UK: interviene la security Video

1commento

Silvia Olari

musica

Torna Silvia Olari con il nuovo singolo: "Fuori di Testa"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Spaccata nella notte al barino: i ladri se ne vanno con la cassa  (vuota)

furto

Spaccata nella notte al Barino Video: i ladri se ne vanno con la cassa

1commento

Il personaggio

Spadi, il maturando che dirigerà il Consiglio

3commenti

Consigliera marocchina

Nabila: «Io, al servizio di Parma»

4commenti

L'INTERVISTA

Pizzarotti: «Bocciata la politica che sa solo criticare»

2commenti

musica

Silvia Olari ci racconta "Fuori di Testa" Videointervista

Lutto

Di Camillo, il sorriso sopra il camice

Via Venezia

Devastati gli orti sociali

1commento

l'attimo

Ballando sotto la pioggia La foto fa boom di clic

FIDENZA

Bagno notturno alla Guatelli: giovani multati

1commento

IL CASO

Omicidio di Alessia, nessun accordo per l'estradizione: Jella processato in Tunisia

Poggio di Sant'Ilario

L'ivoriano temeva di essere lasciato dalla moglie

PARMA

Vento e forte pioggia: danni a Marore e Monticelli, rami in strada in città Foto

Le foto dei lettori (scarica l'app Gazzareporter per inviarci foto e video)

4commenti

PARMA

Scontro auto-bici in via Europa: grave una 16enne

10commenti

Assemblea Upi

Figna al ministro Delrio: "Si trovino le risorse per TiBre, Pontremolese e aeroporto Verdi"

Bene l'economia di Parma, fiducia delle imprese ai massimi. Delrio promette defiscalizzazione e sostegno al lavoro

2commenti

Asessuali

Vivere senza sesso: il documentario della parmigiana Soresini

5commenti

Lo sconfitto

Scarpa: "Il Pd ha adottato Pizzarotti, trattandolo come enfant prodige"

Il Pd regionale: "Impariamo dalle sconfitte in Emilia-Romagna"

25commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Cinque anni fa vinse Grillo. Questa volta ha vinto lui

di Stefano Pileri

1commento

ITALIA/MONDO

lutto

E' morto Paolo Limiti: conduttore e paroliere. Scrisse per Mina - Gallery

guardia di finanza

Indagine appalti, dipendente del Comune di Piacenza ai domiciliari

SOCIETA'

MALTEMPO

Albero sradicato a Monticelli: la foto di una lettrice

archeologia

Scoperta una piccola Pompei sotto la metro di Roma Gallery Video

SPORT

vela

America's Cup, trionfo New Zealand

Moto

Viñales ringrazia Dovizioso: "Grazie per avermi evitato"

2commenti

MOTORI

OPEL

Grandland X, via agli ordini. Si parte da 26 mila euro

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse