-2°

editoriale

Il dolore, la Pasqua, il bisogno di un perché

Michele Brambilla

Michele Brambilla

0

E'stata una settimana santa tremenda. Prima le universitarie morte in Spagna in un incidente stradale, poi l'attentato di Bruxelles. Ancora una volta il dolore innocente è venuto a turbarci, a ricordarci la precarietà stessa della nostra esistenza. Ci illudiamo di programmare la nostra vita ma può bastare un colpo di sonno, o la fatalità di entrare in metropolitana nell'attimo sbagliato.
Il giorno dopo gli attentati, su un muro di Place de la Bourse a Bruxelles qualcuno ha tracciato con un gesso questa scritta: «J'ai peur», ho paura. È il sentimento dominante della nostra epoca. La crisi, il terrorismo, perfino l'inquinamento ci fanno temere per il futuro dei nostri figli. I profeti dell'Apocalisse trovano argomenti per i loro cupi vaticini.
Ma davvero stiamo vivendo uno dei momenti più bui della storia? Davvero le nuove generazioni sono destinate a stare peggio delle precedenti? Penso ai miei nonni: vissero la Grande Guerra, le trincee, i bestiali assalti con la baionetta. E poi la miseria, e poi ancora la dittatura. I loro figli, cioè i nostri genitori, non ebbero sorte migliore. Ho guardato l'altro giorno su YouTube un filmato sui bombardamenti a Milano del 1943: ho riconosciuto la casa della mia bisnonna distrutta, ho visto i crolli in Galleria, alla Scala, a San Fedele, a San Carlo. Alla fine della seconda guerra mondiale rimasero sul campo cinquanta milioni di morti. Tutto è stato ricostruito, ma quanti sacrifici.
E noi? Siamo - ci viene detto - la prima generazione a non aver fatto una guerra. Ma il mondo in cui siamo cresciuti era davvero più sicuro di quello di oggi? Erano gli anni della Guerra fredda, i missili con le testate nucleari puntati contro l'Ovest e contro l'Est. Nel 1983 uscì un film, The Day After, in cui si immaginava il mondo dopo una guerra nucleare: a vederlo oggi pare fantascienza, ma era l'incubo concreto di quella generazione. Le ideologie avevano avvelenato la vita quotidiana di ciascuno di noi, a scuola ci si spaccava la testa con le chiavi inglesi (o ci si accoltellava) perché si era "di destra" o "di sinistra"; in Italia il terrorismo seminava centinaia di morti, si rischiava ad entrare in una banca o a salire su un treno. Eppure, la vita alla fine ha vinto. Il dramma del dolore ha sempre segnato la storia, ma la storia è sempre ripartita.
È vero però che oggi, rispetto agli anni del primo e del secondo dopoguerra, sembriamo sfibrati, impauriti appunto, come ha scritto qualcuno su quel muro di Bruxelles. Come possiamo reagire? Forse un primo passo (dico forse, perché mi guardo bene dal dispensare certezze) è avvertire che tutto quello che ci sta accadendo intorno può portarci a capire che abbiamo un bisogno, un bisogno profondo che è altro dagli obiettivi sui quali avevamo riposto le nostre aspettative di felicità. Non ci bastano una casa e una carriera, non ci bastano neppure gli affetti familiari perché tutto passa, o può passare in un attimo. E mai come nei momenti di dolore (nei momenti in cui avvertiamo un vuoto) comprendiamo di avere il desiderio di qualcosa di più grande. Oggi è Pasqua, e i cristiani dicono che è il giorno in cui si realizza questo desiderio; il giorno in cui la vita trionfa sulla morte. Io non so se sia vero. So che abbiamo tutti bisogno di un perché. Auguri di buona Pasqua.
michele.brambilla@gazzettadiparma.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

1commento

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Noceto, tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

ricandidatura

Pizzarotti: "Saremo civici veri" Video - Critiche dall'opposizione Video

Alleanze? "Tutti sono ben accetti ma il tema dei partiti non ci ha mai appassionato"

1commento

Rimini

I gelati migliori d'Italia: Parma e Salso al top nella guida del Gambero Rosso

Gli ispettori della guida hanno assegnato i "tre coni" a 36 gelaterie in tutto il Paese

5commenti

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

Prende corpo l'ipotesi di una lite per motivi personali

24commenti

anteprima

Come saranno utilizzati i vostri aiuti per i terremotati Video

Parma

Palazzo Pallavicino sarà donato alla Fondazione Cariparma

2commenti

Piovani

"Cura D'Aversa efficace. E da confermare a Venezia" Video

Questa sera Bar Sport (Tv Parma 20.30): mercato, big match, Evacuo e tanto altro

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

sponsor tecnico

Nazionali di volley, un quadriennio olimpico con l'Erreà

L'azienda di Parma firmerà le nuove divise da gara e la linea di abbigliamento fino al 31 gennaio 2021

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

4commenti

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

industria

Trump alza il primo muro: Usa fuori dal TPP

Gran Sasso

Ecco i cuccioli sopravvissuti fra le macerie dell'albergo di Rigopiano Foto

1commento

SOCIETA'

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

3commenti

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

13commenti

SPORT

lega pro

Reggiana: Colucci esonerato. Arriva Menichini 

uefa

25 anni di Champions: il Parma è 85°. 7° in Italia

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto