21°

33°

editoriale

(Bimbo scartato dalla squadra di calcio) "Calcio malato"

Calcio malato
Ricevi gratis le news
10
 

Scartato. Con poche righe dattiloscritte, in gelido burocratese. Senza nemmeno una firma, se non un impersonale “La Direzione sportiva”. Un ragazzino di dieci anni è stato silurato dalla sua società di calcio, la Juventus club. Per comunicargli che «non rientra più nei quadri tecnici della società» non hanno trovato di meglio che scrivergli una lettera.

Sarebbe bello trovare le parole per dire a questo bambino di non abbattersi, di tenere duro, di trovare un’altra squadra per continuare a giocare a pallone. Di continuare a pensare, come tanti di noi, che il calcio è il più bel gioco del mondo. Ma non è facile. E’ più facile riflettere su questa triste storia e concludere che è un sintomo di un mondo – quello del calcio – malato. Non ci sono solo le risse in campo e le scazzottate tra genitori (la Juventus club ne sa qualcosa). Ci sono anche allenatori – non parliamo di Mourinho o Guardiola, se serve dirlo – che mandano via un bambino di dieci anni, perché è meno bravino dei suoi compagni, o magari perché è cinque centimetri più basso, o un po’ più gracilino.

Sarebbe bello che i dirigenti della Juventus club chiedessero umilmente scusa e non si limitassero a dire di aver sbagliato a indirizzare la lettera al bambino e non ai genitori. Non si può dire a un bambino che adora giocare a pallone che «non rientra più nei quadri tecnici della società». Non si può farlo con una lettera come quella che hanno scritto e spedito. Sono cose perfino ovvie: ma non per tutti, evidentemente. La cosa più grave è un’altra: è fare selezione per una squadra di bambini di quell’età. A dieci anni un bambino deve giocare e allenatori e dirigenti di una società hanno il dovere di farlo giocare, farlo divertire. C’è un’età per tutto: quella dell’agonismo spinto, del giocare per vincere e dell’allestire le squadre con i giocatori più forti non è certo compatibile con bambini di dieci anni.

Senza scomodare de Coubertin e senza cadere nella retorica, questa storia non ha senso. Pare che la selezione spinta, anche nelle scuole calcio, sia una pratica diffusa. Male, malissimo: è tanto sbagliato quanto diseducativo. Non è casuale che la Federcalcio non contempli risultati e classifiche prima dei Giovanissimi (14-15 anni). E, francamente, non è molto convincente il comportamento della stessa Federcalcio: non basta parlare di «mancanza di tatto», servono rimedi per provare a guarire questo calcio.

Fosse vivo Enzo Jannacci, il grande Enzo Jannacci, garantito che aggiornerebbe “Vengo anch’io. No, tu no”, la più bella canzone della storia contro l’emarginazione, contro l’esclusione.

crinaldi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Enzo

    24 Luglio @ 13.55

    Il malato ha un nome e comincia per J. Comodo dare la colpa al calcio...

    Rispondi

  • Daniele

    23 Luglio @ 21.40

    Siamo sicuri che sia solo il calcio ad essere malato e non il mondo nella sua interezza?!?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Luglio @ 18.49

    La prestigiosa Rivista Italiana di Geopolitica "Limes" dedica il numero 5 del 2016 al "Potere del Calcio" .

    Rispondi

    • Carlo

      23 Luglio @ 20.09

      Bene, grazie, la compero.

      Rispondi

  • Davide

    23 Luglio @ 14.52

    Tutti maestri di vita...

    Rispondi

  • Valter

    23 Luglio @ 14.18

    Juventus: un nome, un'arroganza.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

documentario

William e Harry: "Quell'ultima telefonata con mamma Diana" Video

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

Ascolti; Ciao Darwin 7 in replica vince il sabato sera

Televisione

Ascolti in tv: "Ciao Darwin 7" in replica vince il sabato sera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox: i controlli della settimana

PARMA

Autovelox, speedcheck e autodetector: i controlli della settimana

2commenti

Lealtrenotizie

Viale Vittoria, è sempre emergenza spaccio

L'INCHIESTA

Viale Vittoria, è sempre emergenza spaccio

10commenti

DELITTO DI VIA SIDOLI

«Elisa voleva andare a un concerto, io ho perso la testa»

1commento

Fraore

Black out programmato. Ma nessuno lo sapeva

1commento

fontevivo

Schianto tra furgone e bicicletta: un ferito

SALA

E' morta la Milla, regina della torta fritta

Traversetolo

Escluso dai servizi scolastici chi non paga

Incredibile

Straordinaria scoperta nel Po: trovata la mandibola di un leone

3commenti

QUI PINZOLO

Bongiovanni: «Alleno il Parma a tavola»

Lutto

Alberto Greci, una vita per il museo Lombardi

MILANO

Sala: "Il Pd ha sbagliato a non dare credito a Pizzarotti"

Il sindaco di Parma alla Festa dell'Unità a Milano si schiera con Gori sull'immigrazione: "Lo Stato faccia di più"

5commenti

PINZOLO

Baraye e Calaiò (triplette) protagonisti nella prima uscita stagionale: 14-0

Giorno, debutto con gol: "Pronto a dare tutto" Video - Le prossime amichevoli (guarda) 

meteo

Il caldo intenso sta per finire, arriva aria fresca

Piogge e temporali al Nord.Centro-sud,calo termico di 8-10 gradi

Bedonia

Con la moto in una scarpata al passo del Tomarlo: grave un 45enne

varano

Incidente a Scarampi: ferito un motociclista

incidenti

Auto contromano in via Capelluti, frontale: ferita una donna

2commenti

via Mantova

Ignoti danno fuoco alla rete della casa cantoniera

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

AMARCORD/1

Quando c'era "Un disco per l'estate" Video

di Vanni Buttasi

ITALIA/MONDO

Mombasa

Kenya, rapina in villa: uccisa Laura Satta, 71enne di Cremona. Ferito il marito

2commenti

Afghanistan

Kamikaze contro un minibus a Kabul: almeno 24 morti e 42 feriti

SPORT

ATLETICA

Under 20, Scotti d'oro nella 4x400

baseball

Scalera, 2 home run in un giorno: Parma Clima vittorioso

SOCIETA'

degrado

Venezia: e ora i turisti si tuffano (anche) dal ponte di Calatrava

1commento

Malore

Frassica in ospedale per una bevanda ghiacciata

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori