-6°

editoriale

La nuova guerra fredda tra Mosca e Washington

La nuova guerra fredda tra Mosca e Washington
2

Tra Barack Obama e Vladimir Putin non c'è mai stato un grande feeling. Lo si capisce dal linguaggio del corpo che traspare dalle poche immagini che li ritraggono insieme. Sono entrambi contratti, in posizione di chiusura, senza sorriso e non fanno nulla per dissimulare l'evidente antipatia che provano l'uno per l'altro. E non potrebbe essere altrimenti, visti gli stili di governo antitetici dei due leader. Uno, Obama, eletto sull'ala dell'entusiasmo popolare e con un mandato di cambiamento radicale, che mantiene ancora un forte afflato idealistico anche in politica estera, pur essendo stato «assalito dalla realtà», secondo la vecchia immagine del senatore Daniel Patrick Moynihan, e pur essendo venuto a patti con la «realpolitik» che continua a regolare i rapporti tra Stati. L'altro, Putin, erede della grande tradizione autocratica russa di accentramento e verticalizzazione del potere, ha di fatto salvato il suo enorme Paese dalla dissoluzione che è seguita al crollo dell'Unione Sovietica. Un successo pagato con il ritorno in Russia di un modello politico autoritario e brutale che ha gelato i germogli di democrazia dell'epoca eltsiniana senza nemmeno sanarne la corruzione e la tendenza alla concentrazione del potere economico nelle mani di pochissimi oligarchi. Putin ha semplicemente sostituito i suoi uomini agli oligarchi eltsiniani.
Ai tempi della guerra fredda il mondo era sospeso in un precario equilibrio bipolare che si reggeva sul ricatto atomico: la mutua distruzione totale assicurata dagli arsenali nucleari paradossalmente ha garantito la pace più dei discorsi appassionati dai leader. Ora questo equilibrio non c'è più perché il mondo è multipolare, con gli Stati Uniti che continuano ad essere la potenza dominante, con la Russia che rimane l'antagonista storico, con la Cina che ormai ha ambizioni globali non più legate solo al Pacifico e che si espande quietamente anche in Africa e con le potenze europee sempre più deboli, soprattutto ora che la Gran Bretagna ha deciso, con la Brexit, di svincolarsi del tutto dal sogno di una difesa europea comune. A questo scenario fluido e in precario equilibrio si aggiungono crisi regionali sempre più acute. Alla frontiera tra Russia e Europa dove si combatte una guerra «calda» per l'egemonia dell'ex blocco sovietico tra Russia e Paesi Nato che ha l'Ucraina (e la Georgia) come campo di battaglia. Ma anche in Medio Oriente dove la situazione è se possibile resa ancora più complicata dalle tensioni regionali tra Arabia Saudita e Iran e dove, proprio a causa dei veti incrociati, non si riesce a distruggere il sedicente Stato islamico e a trovare una soluzione negoziale alla guerra civile in Siria.
L'ultimo fronte della nuova guerra fredda è quello che passa per la Rete. Gli Stati Uniti hanno formalmente accusato la Russia di aver tentato di influenzare la corsa alla Casa Bianca a favore di Donald Trump con rivelazioni compromettenti su Hillary Clinton e hackerando i registi elettorali di alcuni Stati. Putin nega, ma Washington ha risposto annunciando una rappresaglia adeguata. E a noi non resta che sperare che anche questa nuova guerra fredda trovi un meccanismo stabilizzatore, magari meno pericoloso del ricatto nucleare.

pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rradamess

    18 Ottobre @ 18.57

    io ho più stima per Putin che per il premio Nobel per la pace Obama. E pensare la miseria della povera europa che al cospetto di questi due, si presenta con la Mogherini,

    Rispondi

  • falco

    18 Ottobre @ 15.06

    Sono convintissimo che chi ha scritto questo articolo sia consapevole che la realtà sia ben differente. Siamo alle solite. Tanti bla bla ma alla fine il messaggio che viene lasciato in questi tipici articoli è come sempre quello di far apparire gli Usa come "i buoni" e i russi "i cattivi". Mentre la realtà è al contrario. Gli usa stanno portando il mondo allo scontro finale di una terza guerra mondiale. Non mi invento nulla, la storia si ripete. Andate a verificare in rete cosa dicono gli altri invece di guardare, ascoltare e farci sapere solamente quello che dice gli usa!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

1commento

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

DOPPIO ENRICO VIII

Sorpresa al Regio: Spotti recita "muto", Zanellato canta

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

14commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

4commenti

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

19commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

14commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video