-1°

editoriale

La nuova guerra fredda tra Mosca e Washington

La nuova guerra fredda tra Mosca e Washington
Ricevi gratis le news
2

Tra Barack Obama e Vladimir Putin non c'è mai stato un grande feeling. Lo si capisce dal linguaggio del corpo che traspare dalle poche immagini che li ritraggono insieme. Sono entrambi contratti, in posizione di chiusura, senza sorriso e non fanno nulla per dissimulare l'evidente antipatia che provano l'uno per l'altro. E non potrebbe essere altrimenti, visti gli stili di governo antitetici dei due leader. Uno, Obama, eletto sull'ala dell'entusiasmo popolare e con un mandato di cambiamento radicale, che mantiene ancora un forte afflato idealistico anche in politica estera, pur essendo stato «assalito dalla realtà», secondo la vecchia immagine del senatore Daniel Patrick Moynihan, e pur essendo venuto a patti con la «realpolitik» che continua a regolare i rapporti tra Stati. L'altro, Putin, erede della grande tradizione autocratica russa di accentramento e verticalizzazione del potere, ha di fatto salvato il suo enorme Paese dalla dissoluzione che è seguita al crollo dell'Unione Sovietica. Un successo pagato con il ritorno in Russia di un modello politico autoritario e brutale che ha gelato i germogli di democrazia dell'epoca eltsiniana senza nemmeno sanarne la corruzione e la tendenza alla concentrazione del potere economico nelle mani di pochissimi oligarchi. Putin ha semplicemente sostituito i suoi uomini agli oligarchi eltsiniani.
Ai tempi della guerra fredda il mondo era sospeso in un precario equilibrio bipolare che si reggeva sul ricatto atomico: la mutua distruzione totale assicurata dagli arsenali nucleari paradossalmente ha garantito la pace più dei discorsi appassionati dai leader. Ora questo equilibrio non c'è più perché il mondo è multipolare, con gli Stati Uniti che continuano ad essere la potenza dominante, con la Russia che rimane l'antagonista storico, con la Cina che ormai ha ambizioni globali non più legate solo al Pacifico e che si espande quietamente anche in Africa e con le potenze europee sempre più deboli, soprattutto ora che la Gran Bretagna ha deciso, con la Brexit, di svincolarsi del tutto dal sogno di una difesa europea comune. A questo scenario fluido e in precario equilibrio si aggiungono crisi regionali sempre più acute. Alla frontiera tra Russia e Europa dove si combatte una guerra «calda» per l'egemonia dell'ex blocco sovietico tra Russia e Paesi Nato che ha l'Ucraina (e la Georgia) come campo di battaglia. Ma anche in Medio Oriente dove la situazione è se possibile resa ancora più complicata dalle tensioni regionali tra Arabia Saudita e Iran e dove, proprio a causa dei veti incrociati, non si riesce a distruggere il sedicente Stato islamico e a trovare una soluzione negoziale alla guerra civile in Siria.
L'ultimo fronte della nuova guerra fredda è quello che passa per la Rete. Gli Stati Uniti hanno formalmente accusato la Russia di aver tentato di influenzare la corsa alla Casa Bianca a favore di Donald Trump con rivelazioni compromettenti su Hillary Clinton e hackerando i registi elettorali di alcuni Stati. Putin nega, ma Washington ha risposto annunciando una rappresaglia adeguata. E a noi non resta che sperare che anche questa nuova guerra fredda trovi un meccanismo stabilizzatore, magari meno pericoloso del ricatto nucleare.

pferrandi@gazzettadiparma.net

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rradamess

    18 Ottobre @ 18.57

    io ho più stima per Putin che per il premio Nobel per la pace Obama. E pensare la miseria della povera europa che al cospetto di questi due, si presenta con la Mogherini,

    Rispondi

  • falco

    18 Ottobre @ 15.06

    Sono convintissimo che chi ha scritto questo articolo sia consapevole che la realtà sia ben differente. Siamo alle solite. Tanti bla bla ma alla fine il messaggio che viene lasciato in questi tipici articoli è come sempre quello di far apparire gli Usa come "i buoni" e i russi "i cattivi". Mentre la realtà è al contrario. Gli usa stanno portando il mondo allo scontro finale di una terza guerra mondiale. Non mi invento nulla, la storia si ripete. Andate a verificare in rete cosa dicono gli altri invece di guardare, ascoltare e farci sapere solamente quello che dice gli usa!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

IL CASO

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

I «casi» di via Abbeveratoia, via Zarotto e via Montebello

1commento

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5